ECONOMIA

Padova, cresce export
verso il Marocco

23/01/2018 14:56

I rapporti di scambio economico tra Veneto e Marocco durano da centinaia di anni. A Venezia arrivava lo zucchero, in NordAfrica il marmo. Secoli di collaborazione. Culture diverse, ma strette di mano solide e concrete. L’obiettivo è quello di creare nuove opportunità per le imprese del territorio, in un paese che è il 9° partner economico dell’Italia con un export di 2 miliardi in costante crescita. Ed è proprio in un paese stabile, un esempio per come abbia arginato il fenomeno dell’estremismo religioso, che le aziende possono trovare nuovi sbocchi. Questo il tema del congresso organizzato dalla Camera di Commercio, da Promex e dalla Provincia.

"Italia e Marocco devono creare un nuovo sistema economico in grado di garantire lo sviluppo nell'area del mediterraneo", afferma l'ambasciatore del Marocco in Italia Hassan Abouyoub. "Solo investendo nei paesi del Nord Africa riusciremo a diminuire il grande flusso di immigrazione economica", dice Gessica Rostellato del Pd. "Dal Marocco importiamo tessuti e abbigliamento. Esportiamo macchinari per l'agricoltura, l'industria e per il trattamento dell'aria", ricorda Franco Conzato, direttore di Promex.


NUOVE OPPORTUNITA'. Il Marocco è la prima terra per investimento tra i paesi del Nord Africa. Creare economia in quelle zone significa arginare il fenomeno dell’immigrazione in Europa attraverso lo sviluppo.

Il Marocco come nuova opportunità di sviluppo economico. Il Veneto capofila di un progetto di scambi commerciali e culturali.



 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA