Saccisica, lavori per la sicurezza idraulica

29/01/2018 12:33

Abbassamento del fondo e difesa delle sponde: i lavori di ricalibratura del canale Altipiano procedono nel rispetto dei tempi previsti. L’intervento di salvaguardia ambientale è svolto del Consorzio di Bonifica Bacchiglione che porterà anche un sensibile miglioramento per la sicurezza idraulica della Saccisica iniziato nell'ottobre scorso sarà finito entro aprile.

Email inviata con successo

Rigenerazione Urbana Progetto per Montagnana

26/01/2018 14:48

Comune, Università e Ascom insieme per dare nuove opportunità a Montagnana.

E’ quanto verrà presentato martedì 30 gennaio alle ore 20,30 nella Sala Veneziana di Castel San Zeno a Porta Padova (Montagnana) nel corso della serata organizzata in collaborazione con il Comune di Montagnana che vedrà l’esposizione dei due lavori progettuali che interessano la città murata e che sono il frutto di un lavoro che ha visto studenti torinesi, siracusani e padovani del master per neolaureati denominato "Forme dell'Abitare Contemporaneo", proporre da un lato forme di accoglienza innovative che mirerebbero a realizzare una sorta di albergo diffuso all'interno della cinta muraria dove troverebbe collocazione anche uno spazio espositivo dove acquistare e degustare i prodotti locali e, dall'altro, dar vita ad una forma di co-housing per famiglie dove giovani e anziani, vivendo un'esperienza comune, avranno la possibilità di interagire inaugurando così nuove forme di socialità all'interno della comunità locale.

I saluti del sindaco Loredana Borghesan, del presidente Ascom Patrizio Bertin e del presidente mandamentale Gianfranco Boscarato saranno seguiti dell’esposizione dei progetti a cura del prof. Edoardo Narne, del Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università di Padova e della equipe di responsabili scientifici e progettisti che hanno curato nel dettaglio i lavori di scientifici.


Email inviata con successo

Il terziario come motore dell'economia padovana

26/01/2018 14:41

E' lo stesso freschissimo anche se i dati sono relativi al 2015. Ma un paio d'anni è il lasso di tempo minimo per poter disporre di un'analisi effettiva sulla ricchezza realizzata. Per cui il rapporto sul "Reddito prodotto in provincia di Padova", licenziato in questi giorni dal Servizio Studi della Camera di Commercio, è un'utile indicatore su come si stia evolvendo l'economia padovana. Dal quale emerge un dato incontrovertibile: il 70,2% dell'intero ammontare fa capo al terziario.

"Se dunque affermiamo - commenta il presidente dell'Ascom, Patrizio Bertin - che commercio, turismo e servizi sono l'"anima" del nostro territorio, non lo diciamo per partito preso, ma perchè dal nostro comparto dipende buona parte dell'economia delle nostre famiglie".
Per cui, dal terziario non si prescinde ed al terziario va riconosciuto un ruolo che definire "maggioritario" sembra ancora poco.
Si diceva dei numeri. Nel 2015 il reddito lordo prodotto nella provincia di Padova è risultato pari a 27,3 miliardi di euro, vale a dire il 19,7% del totale Veneto e l'1,9% del totale Italia. 

Prima in regione Padova precedeva Verona (26,4 miliardi, 19,3% sul Veneto), Vicenza, Treviso e Venezia le cui quote variavano tra il 17,6 e il 18,1% del totale regionale con valori assoluti compresi tra i 23 e i 25 miliardi di euro. 

Ebbene, di quei 27 miliardi e passa di euro, commercio, turismo e servizi ne hanno prodotti 19 che, come si è detto, risultano pari al 70,2%.
Un distacco consistente sull’insieme delle attività industriali (manifatturiere, estrattive, energia e costruzioni) che non va oltre 7,6 miliardi di euro pari al 28,2% del totale, mentre l'agricoltura si ferma a 426 milioni di euro pari all'1,6% del reddito prodotto. 

Che Padova poi sia una provincia di tutto rispetto nel panorama regionale e nazionale lo confermano i raffronti con gli altri territori: nel 2015 si piazzava al 9° posto in Italia e prima nel Veneto sia per l’insieme dei settori che per le attività terziarie mentre per l’insieme dell’industria, si collocava al 3° posto in regione dopo Vicenza e Treviso e al 13° in Italia mentre per l’agricoltura era sempre al 3° posto in regione, dopo Verona e Treviso, ma abbastanza defilata (28° posto) a livello nazionale. 

"Se guardiamo al complessivo - continua Bertin - davanti a noi abbiamo solo Milano, Roma, Torino, Napoli, Brescia, Bologna, Firenze e Bergamo, mentre se il raffronto avviene per il terziario, siamo noni alle spalle di Milano, Roma, Torino, Napoli, Bologna, Firenze, Brescia e Genova, ovvero alle spalle di province capoluoghi di regione (con l'esclusione di Bergamo e Brescia) a conferma di una centralità economica che deve farci riflettere sulla necessità che la nostra provincia non perda il treno del futuro".

Serve dunque una visione prospettica per progettare cosa si vorrà essere partendo però da ciò che si è. E i dati riferiti al lungo periodo della crisi (dal 2008 al 2015) fissano per l’agricoltura una dinamica media appena appena positiva (+0,1%) al di sotto sia del Veneto (+1%) che dell'Italia (+1,3%), mentre per l’industria l'andamento è stazionario (rispetto al -0,5% Veneto e al -1% dell’Italia) che documenta una parziale tenuta del manifatturiero (+0,6% nonostante gli importanti arretramenti del 2009 e del 2011) e delle altre attività industriali (+2%) in presenza invece di un risultato medio negativo per le costruzioni (-3%). 

"Per il terziario invece - annota il presidente dell'Ascom - il risultato è ampiamente positivo (+1,3%) migliore sia del Veneto (+1%) che dell’Italia (+0,8%) con le attività di servizio più performanti rispetto a commercio e turismo".
Insomma è un'economia che, nonostante gli anni di crisi, ha continuato a macinare reddito tanto da posizionare la provincia (sempre risultato finale 2015) al 13° posto in Italia per valore aggiunto pro-capite (stessa classifica dei due anni precedenti) con un ammontare di 28.923 euro, che è più alto sia del dato nazionale (24.480) che di quello regionale (27.918).
Padova a fine 2015 era dunque la provincia numero 1 nel Veneto seguita da altre tre province che superavano i 28 mila euro pro-capite (Vicenza 28.705, Verona 28.656 e Belluno, 28.448), ma anche Treviso (27.275) e Venezia (26.193) avevano un dato migliore di quello nazionale mentre la sola Rovigo (22.822) risultava al di sotto.

"Alle imprese nel loro complesso - conclude Bertin - va dato atto di aver saputo contrastare una crisi che, come dimostrano i dati, non le ha fiaccate. Alla politica e alle istituzioni locali spetta dunque il compito di sostenerle in questo sforzo di tenuta del sistema che, anche in termini reddituali, consente ad una larga fetta della popolazione di godere di un tenore di vita mediamente migliore rispetto ad altre aree del Paese". 

Email inviata con successo

La strada dei presepi in favore dello IOV

26/01/2018 14:37

Si tiene domenica a Cittadella la ormai tradizionale (tredici edizioni) manifestazione conclusiva della Strada dei Presepi promossa dal Consorzio delle Pro Loco del Cittadellese.

La manifestazione - che premierà dalle mani della presidente del Consorzio, Mira Baggio, le migliori realizzazioni artistiche natalizie di rappresentazione della Natività - raccoglie fondi e li consegna all'Istituto Oncologico Veneto per le sue attività di ricerca. Per lo IOV-IRCCS sarà presente il prof. Antonio Rosato (Immunologia e diagnostica molecolare, IOV).

La Strada dei Presepi è un’iniziativa che si conferma così anche per il 2017-2018 come forte evento di attrazione di arte e tradizione popolare, coinvolgendo sempre nuovi comuni e location, con un qualificato impegno di artisti e presepisti veneti e italiani.

In pratica, in ogni comune dove viene proposto a cittadini e turisti un presepio (un'area vasta che va da Padova a Villa del Conte, da Campo San Martino a Limena), La Strada dei Presepi propone una sottoscrizione a premi il cui ricavato viene devoluto alle attività di ricerca sviluppate presso l’Istituto Oncologico Veneto. Nell’insieme delle sue edizioni, La Strada dei Presepi è giunta a devolvere sino allo scorso anno allo IOV oltre 60mila euro.

L'evento di Villa Rina comprende premiazioni, esecuzioni dal vivo con strumenti natalizi tradizionali, interventi degli artisti premiati e video-proiezioni dei presepi più belli del territorio padovano.

Email inviata con successo

Etra: le novità di verde e ramaglie

26/01/2018 14:34

L’amministrazione comunale di Rovolon, in collaborazione con Etra, ha introdotto alcune novità per quanto riguarda il servizio di raccolta del verde e delle ramaglie con lo scopo di rendere la tariffa rifiuti sempre più commisurata all’effettiva produzione di rifiuto. Novità che rispondono anche alla necessità di rendere più agevoli e sicure le manovre degli operatori, in conformità con le normative vigenti, grazie all’introduzione di un bidone carrellato da 240 litri.

Da gennaio, dunque, il servizio di raccolta a domicilio di verde e ramaglie è a pagamento e verrà attivato solamente alle utenze che ne faranno richiesta. Il corrispettivo per il servizio è di 30 euro a contenitore all’anno, che verranno addebitati nella bolletta rifiuti.

Il rifiuto dovrà essere conferito sfuso all’interno del contenitore. È inoltre possibile esporre al massimo un sacco o una fascina di peso non superiore ai 15 chilogrammi e lunghezza 1,5 metri. Ulteriori materiali, sfusi o in sacchi, non saranno raccolti.

Per aderire al servizio basterà farne richiesta ai punti di distribuzione dei nuovi contenitori aperti fino al 5 febbraio secondo il seguente calendario:

Bastia (Municipio): sabato 27 gennaio dalle 9 alle 12.30;

Carbonara (Circolo NOI via San Giovanni Battista 5/A): martedì 30 gennaio dalle 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30 e sabato 3 febbraio dalle 9 alle 12.30;

Rovolon (ex scuola materna): lunedì 5 febbraio dalle 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30.

Email inviata con successo

La storia per il futuro dell'azione cattolica

26/01/2018 14:31

“Una storia per il futuro”: è il filo conduttore che accompagnerà l’assemblea dei soci dell’Azione Cattolica di Padova in programma domenica 28 gennaio dalle 9.30 alle 12.30 nell'Auditorium di Casa Madre Teresa di Calcutta a Sarmeola di Rubano.

La storia dell’AC in questi 150 anni di vita ripropone continuamente il tema dell’essere cristiani assieme, dell’essere dedicati alla Chiesa ed immersi nella città. L’assemblea sarà perciò un momento importante per rafforzare questo impegno, dialogando con la Chiesa, con le associazioni e il mondo civile.

Ospiti della mattinata saranno Stefano Bertin, vicepresidente del consiglio pastorale della Chiesa di Padova, Sonia Cassol, responsabile di zona dell'AGESCI, e Cristina Piva, assessore alle politiche educative e scolastiche della città di Padova che proporranno possibili percorsi di impegno con uno sguardo rivolto al futuro.

Email inviata con successo

Un pensatoio per la Padova del futuro

25/01/2018 17:46

Si svolgerà dal prossimo 29 gennaio al 2 febbraio Urbe Viva, un progetto di natura sperimentale che si prefigge di indagare e promuovere laboratori di innovazione sociale per la riorganizzazione dei servizi e del patrimonio di impresa in città. Padova, dalla nuova linea del tram alla costruzione del nuovo ospedale, verrà investita di idee e progetti.

La manifestazione si svolgerà al Centro Culturale San Gaetano. Tema centrale sarà la rigenerazione urbana, ponendo l’accento sui più grandi progetti attesi per i prossimi anni e sulla strategia di crescita per la città. Hanno partecipato alla presentazione dell'iniziativa l’Assessore alle attività produttive e commercio del Comune di Padova, Antonio Bressa, il presidente Confesercenti del Veneto Centrale Nicola Rossi e

Marco Serraglio, direttore Cescot Veneto.

Email inviata con successo

Corriere non consegna bollette,Etra interviene

25/01/2018 14:20

A causa di un problema nel recapito delle fatture del servizio idrico da parte dell’attuale società incaricata della consegna delle bollette, Hibripost, le utenze dei comuni di Rubano (6500) e Piazzola sul Brenta (4200) non hanno ricevuto correttamente la bolletta emessa nel mese di dicembre con scadenza in data odierna, 25 gennaio.

Etra ha subito predisposto una procedura per risolvere la problematica, evitando qualsiasi disagio per i propri clienti. Per quanto riguarda le domiciliazioni bancarie non c’è alcun cambiamento, il pagamento avviene regolarmente nella data prevista, evitando eventuali interessi di mora; invece ai clienti senza domiciliazione bancaria sarà inviata una nuova fatturazione, con data di scadenza posticipata al 24 febbraio e nessun costo aggiuntivo; a tutti, però, giungerà una lettera di Etra, con cui la Società si scusa, spiegando l’accaduto.

Per ogni ulteriore informazione, resta a disposizione dei Clienti il Numero verde gratuito 800 566766, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20.

Email inviata con successo

Medaglie d’onore a civili e ebrei deportati

25/01/2018 13:00

26 gennaio, inizio degli eventi legati al giorno della memoria. Molti gli appuntamenti commemorativi in tutto il territorio per ricordare lo sterminio degli ebrei durante la seconda guerra mondiale. In città la cerimonia dalle 9 al tempio dell'Internato Ignoto alla presenza delle autorità civili e militari. Alle 9.45 al Museo dell'Internamento il Prefetto Franceschelli consegnerà le medaglie d'onore a militari e civili deportati ed internati nei lager nazisti.

Email inviata con successo

Parte il corso per abilitare gli esercenti

25/01/2018 12:49

Partirà lunedì 29 gennaio la formazione per ottenere i requisiti professionali necessari per gestire pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie) e negozi del settore alimentare, ma anche macellerie, pescherie, supermercati.

Il corso, organizzato dall’Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE) di Padova, ha una durata di 120 ore suddivise in 40 lezioni di tre ore ciascuna e si svolgerà in orario serale (dalle 19 alle 22) presso la sede cittadina dell’Associazione in Via Savelli 28.

“Partecipare alle lezioni – sottolinea Filippo Segato, Segretario APPE – significa apprendere le nozioni indispensabili per gestire un’attività di pubblico esercizio: tra gli argomenti trattati vi sono la legislazione commerciale, quella fiscale, l’igiene, la merceologia, la pratica professionale”.

Per informazioni ed iscrizioni contattare la Segreteria APPE allo 049.7817222.

Email inviata con successo
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA