DEIEZIONI CANINE

Commercianti esasperati
"Proprietari incivili"

12/02/2018 12:49

"Sì, sotto i portici è uno slalom quotidiano tra cacche e pipì". Ci accoglie così un negoziante di Cittadella, inviperito per la maleducazione dei suoi concittadini. "Ma solo con quei proprietari di cani - continua il commerciante - che mancano di rispetto non solo a chi qui lavora, ma di tutta la città: ci vuole più educazione, per chi la città la vive e per chi la viene a visitare". Sono davvero imbufaliti i negozianti di Cittadella. Tanti, quasi tutti. Sotto i portici del centro storico campeggia un cartello che recita in maiuscolo: "Cortesemente smettete di far fare i bisogni ai vostri cani su portici, pilastri, negozi ecc!!!! Il vostro cane al guinzaglio va educato e controllato, non è un acessorio da passeggio!!! Grazie!" E' stato appeso nei giorni scorsi da una negoziante: poi, di fotocopia in fotocopia, l'iniziativa è stata ripresa anche da altri colleghi. E appeso in più punti dell'area commerciale. Il vicesindaco di Cittadella appoggia la protesta: "Capisco la frustrazione dei negozianti - dice il leghista Marco Simioni - Basterebbe un po' più di civiltà e di buon senso da parte dei padroni di cani: ma che ci vuol fare. Noi abbiamo messo anche cestini con i sacchetti appositi ma spesso li troviamo totalmente svuotati. Sì, c'è anche chi ruba i sacchetti per raccogliere le deiezioni canine". Promesso così un maggiore controllo in centro storico: tanto che l'altro giorno una signora è stata multata per non aver raccolto gli escrementi del suo cane. Di ben 350 euro la sanzione.


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA