BLITZ DEI CARABINIERI

Arrestati tre pakistani
per estorsione

14/04/2018 13:29

I Carabinieri hanno arrestato a Vicenza 3 uomini di origini pakistane di 22, di 28 e di 38 anni, ritenuti responsabili in concorso di estorsione a danno di un altro cittadino pakistano 26enne titolare di un’impresa di trasporti con sede a Padova.

Le indagini sono state avviate dopo una rapina, avvenuta a Curtarolo lo scorso 6 aprile, quando tre individui avevano rapinato uno dei furgoni della parte offesa contenente generi alimentari da distribuire nei supermercati. Due dei malviventi erano saliti a bordo del veicolo e costretto l’autista, il 26enne pakistano, a scendere appropriandosi del furgone allontanandosi seguiti da un complice.

Nei giorni successivi è giunta alla parte offesa la proposta del cosiddetto “cavallo di ritorno”: vale a dire la restituzione del veicolo e della merce contenuta a fronte del pagamento di 3.500 euro o, in alternativa e per la metà della somma, la restituzione soltanto degli effetti personali di proprietà dell’autista che si trovavano all’interno del furgone.

Informati i Carabinieri sono scattate indagini e pedinamenti. Sono quindi stati i Carabinieri di Piazzola sul Brenta e di Cittadella ad individuare Mohammad Arslan Salaq, pronto a ricevere insieme a due complici (Sheilch Tanveer e Singh Manjitpal), il denaro frutto di estorsione dal malcapitato. I Carabinieri della Compagnia di Cittadella ritengono di avere stroncato sul nascere il possibile tentativo di egemonia, da parte del sodalizio criminale, sulle piccole imprese di connazionali.


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA