TRUFFA

False reliquie S.Antonio
in vendita online

18/05/2018 14:53

Presunte reliquie di Sant'Antonio di Padova, ma non solo, sono in vendita online nonostante il Codice di Diritto Canonico del 1983 proibisca questo particolare commercio: le reliquie, infatti, vengono distribuite gratuitamente dalla stessa autorità ecclesiastica nel caso ne ravveda la necessità.

Inoltre, non vi è certezza alcuna che gli oggetti messi in vendita online siano vere reliquie, anzi. Per padre Giovanni Lazzara, direttore del 'Portavoce di San Leopoldo Madic', altro santo padovano, "la truffa è evidente". Ma, come riporta Il Gazzettino, i 'pezzi' del santo proliferano su Ebay che mette all'asta, tra le altre, un reliquario in legno del settecento, nel cui centro è incastonato un frammento osseo del Santo. Ma è privo del sigillo di ceralacca che ne garantisce l'autenticità. Prezzo 390 euro contro i 59,99 euro di un lembo di stoffa entrato in contatto con un oggetto appartenuto al Santo e i 2,39 pound, sempre per un pezzetto di stoffa che si presume toccato da sant'Antonio, venduto da una casa d'aste inglese. Sant'Antonio, sul fronte delle aste online, è preceduto nelle preferenze solo da San Pio da Pietrelcina. Condanna per questo commercio è stata espressa dal rettore della basilica del santo, padre Oliviero Svanera.


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA