CONCERTO

I giovani del Pollini
interpretano Schubert

04/03/2011 12:40

Secondo appuntamento all’Auditorium Pollini sabato 5 marzo alle ore 18 con ingresso libero, con “I Sabati del Conservatorio”, la tradizionale rassegna concertistica promossa dal Conservatorio Pollini di Padova con il patrocinio della Regione Veneto, Provincia di Padova e Comune di Padova.

Questo concerto è dedicato a “Schubert e i contemporanei” con musiche di Franz Schubert, Franz Paul Lachner, Johann Wenzel Kalliwoda eseguite da alcuni studenti del conservatorio delle classi di canto, pianoforte, viola, violino, violoncello e clarinetto.

La scelta del repertorio è caduta su alcuni degli esponenti e promotori della tipica musica da salotto austriaca e tedesca con i loro più celebri lieder (componimenti letterari con accompagnamento vocale e musicale).

Nel concerto del 5 marzo sul palco non solo però la voce e il pianoforte (tipici del lied) ma anche l’aggiunta di uno strumento “obbligato”, ovvero che dialoga con la voce (clarinetto, violino, viola e violoncello).

Il pubblico parteciperà di queste atmosfere “casalinghe” tipiche dei salotti austriaci, serate che lo stesso Schubert proponeva nelle case dei salotti dei suoi amici.

Programma

Franz Schubert

Allegro moderato, dalla sonata “Arpeggione”

Irene Francois viola

Davide Matteazzi pianoforte

Im Abendrot (Lappe)

Frühlingsglaube (Uhland)

Nacht und Träume (Collin)

Die Sterne (Leitner)

Shuko Sakai Kinoshita soprano

Edoardo Lanza pianoforte

Franz Paul Lachner

Waldvöglein op.28 n.1 (Vogel)

Nachts in der Kajüte op.34 (Heine)

Namreth Nori soprano

Annamaria Moro violoncello

Aurora Colcera pianoforte

Johann Wenzel Kalliwoda

Heimatlied op.117

Shuko Sakai Kinoshita soprano

Chiara Pittarella clarinetto

Federico Marchionda pianoforte

Franz Schubert

Andante con moto, dal Trio op. 100

Alessandro Sgarabottolo violino

Martina Baratella violoncello

Federico Marchionda pianoforte

Der Hirt auf dem Felsen

Shuko Sakai Kinoshita soprano

Chiara Pittarella clarinetto

Federico Marchionda pianoforte


 
Nessun commento per questo articolo.