RICHIESTE DEGLI AGRICOLTORI

Cia: Governo sia attento
al settore primario

07/03/2018 08:22

La tornata elettorale si è chiusa con la vittoria da una parte del centrodestra e dall’altra del Movimento 5 stelle. Non è ancora chiaro come si evolverà la situazione, non si sa ancora come si formerà il governo. “Di certo possiamo dire che i cittadini hanno mandato un messaggio chiaro al mondo della politica che avrà il compito di portare avanti con determinazione ciò che è stato promesso in campagna elettorale - spiegano i vertici della Cia di Padova -. La Cia ha incontrato i candidati di diverse coalizioni politiche ponendo le questioni importanti per il mondo dell’ agricoltura:

- 1. Consumo del suolo: affermare l’importanza di contrastare il degrado e ribadire con forza il “no al consumo del suolo”, rilanciando la proposta di legge per contrastare la desertificazione del terreno.

- 2. Trasparenza e tracciabilità dei prodotti: il sistema delle denominazioni di origine controllata (DOP, IGP, DOC, QV) non possono essere messi a rischio dal ricorso a sistemi di etichettatura non condivisi su scala comunitaria.

- 3. Politiche che riconoscono misure che consentono il riconoscimento economico e reddituale del ruolo produttivo ma anche sociale dell’agricoltura all’interno della filiera agroalimentare a partire dai prezzi pagati all’origine spesso al centro di fenomeni di estrema volatilità

- 4. Politiche per i giovani: avviare in modo concreto la “Banca della terra” quale ulteriore possibilità per i giovani di partire con l’attività.

- 5. Lavoro agricolo: semplificazione burocratica che snellisca le pratiche di assunzione con strumenti di flessibilità più adeguati alla stagionalità e alle caratteristiche del lavoro in agricoltura.

- 6. Il lavoro deve essere al centro di tutti i programmi politici e mai come in questo periodo è necessario migliorare il sistema creditizio per agevolare le aziende che vogliono rimanere attive, anche se con difficoltà.

Non neghiamo la preoccupazione per i tempi difficili che vedono le imprese agricole sempre più in difficoltà. C’è la necessità - concludono - di un lavoro comune che metta al centro il settore primario e che permetta di collegare le esigenze degli agricoltori con il mondo istituzionale. Per questo e perché riteniamo il nostro territorio importante per l’economia la Cia di Padova auspica che tra tutti gli eletti padovani ci sia il coinvolgimento istituzionale all’interno delle Commissioni agricoltura di Camera e Senato".


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA