ELEZIONI

60mila padovani al voto
per eleggere il sindaco

09/06/2018 08:43

E' la prima volta per Borgo Veneto. Ma il neo comune, frutto dell'unione di tre realtà (Saletto, Santa Margherita d'Adige e Megliadino San Fidenzio), non sarà l'unico ad andare al voto. Sono 10, in totale, i comuni in cui i cittadini, domani, potranno scegliere il loro nuovo sindaco e i consiglieri. Al voto, quindi, dalle 7 alle 23 Borgo Veneto, Casalserugo, Codevigo, Galzignano Terme, Maserà, Megliadino San Vitale che non aveva accettato la fusione in Borgo Veneto e il cui sindaco era stato sfiduciato, poi Mestrino, Piove di Sacco, Solesino e Villanova di Camposampiero. Gli elettori, in totale, sono più di 63 mila. A Piove di Sacco, comune con più di 15 mila abitanti, in caso nessun candidato raggiunga la maggioranza assoluta, si andrà al ballottaggio domenica 24 maggio.

GLI SFIDANTI

- Piove di Sacco: sono tre gli sfidanti per la poltrona da sindaco. Ci riprova il primo cittadino uscente Davide Gianella esponente del centrosinistra con 3 liste civiche collegate. A sfidarlo ancora una volta il leghista Andrea Recaldin sostenuto da Forza Italia, dalla Lega appunto e da una civica di centrodestra. Il movimento cinque stelle non ha presentato alcuna lista, in compenso rifondazione comunista presenta il suo candidato, una donna: Patrizia Tardivello. Tra le particolarità c’è che a Piove nessun sindaco è mai riuscito a fare il bis.

- Borgo Veneto: per la prima volta la nuova realtà frutto della fusione di 3 comuni andrà al voto. A sfidarsi due ex sindaci, un uomo e una donna: Michele Sigolotto che è stato sindaco di Saletto dal 2014 e Daniela Bordin che negli ultimi 9 anni è stata sindaco di Megliadino San Fidenzio. Il primo è sostenuto da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, la seconda ha messo assieme tutte le altre anime civiche.

- Mestrino: il sindaco uscente Marco Valerio Pedron non può ricandidarsi, a prendere il testimone è Marco Agostini che negli ultimi 5 anni è stato presidente del consiglio. Contro di lui due donne: la pentastellata Manuela Provenzano e per il centrosinistra Barbara Bano fino ad oggi consigliere di opposizione.

- Galzignano: Riccardo Masin, sindaco uscente ci riprova. Per lui, esponente del centrodestra, la riconferma dovrebbe essere facile, a sfidarlo il 39enne Claudio Comberti.

- Villanova di Camposampiero: Cristian Bottaro, sindaco uscente ci riprova confermando buona parte della sua squadra. Contro di lui per il centrosinistra Chiara Marcato, ex presidente della Pro Loco, e Denis Bettini sostenuto dalla Lega.

- Maserà: Nicola De Paoli, sindaco uscente di centrodestra non può candidarsi perché ha già fatto due mandati. A prendere la sue eredità è Gabriele Volponi, fino ad oggi vicesindaco. A sfidarlo il grillino Filippo Gallocchio e per il centrosinistra Alessandro Benetollo.

- Casalserugo: Elisa Venturini conclude il suo secondo mandato e ha deciso di mettersi a disposizione comunque dei cittadini candidandosi a consigliere nella lista di Matteo Cecchinato scelto come suo successore dopo che la affiancata come assessore ai lavori pubblici. A sfidarla un suo ex fedelissimo, il giovane Cristian Sartorato sostenuto da Lega e Forza italia. Ci riprova ancora una volta con la sua lista civica Alberto Danieli.

- Solesino: sono 4 i candidati per il comune della Bassa che conta 5748 abitanti. Il sindaco uscente Roberto Beggiato ha deciso di non ricandidarsi per un secondo mandato. Ci riprova Elvy Bentani sostenuto da Forza Italia e Fratelli d’Italia. Contro di lui in campo l’attutale assessore allo sport e alla cultura Nicola Fusaro, il medico Luigino Vanzetto e Sandro Bardozzo sostenuto dalla Lega.

- Codevigo: per la poltrona da primo cittadino la corsa è a 3 tra Francesco Vessio, tra il grillino Claudio Mantovan e la civica Valentina Agatea.

- Megliadino San Vitale: l’ex sindaco Silvia Mizzon etra stat messa in minoranza dopo che al referendum per la fusione del suo comune con Saletto, Santa Margherita d'Adige e Megliadino San Fidenzio per la nasciat di Borgo Veneto i cittadini aveva votato NO. Ora ci riprova con la sua lista civica sfidata da Massimo Mussolin che è stato vicesindaco dal 2009 al 2014 e da Samuele Danese fino ad oggi consigliere di minoranza.


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA