RICERCA

Come nasce un piccolo
sole? Oggi con “Spider”

11/06/2018 08:11

Parte il conto alla rovescia per l’avvio della sperimentazione della sorgente di fasci di ioni negativi più potente al mondo - SPIDER. Tutti i sistemi sono stati collegati, ingegneri e fisici si preparano ad accendere l’interruttore. Il successo di questo esperimento sarà un passo fondamentale verso il funzionamento di ITER e quindi verso la produzione di energia da fusione.

Quando ITER, il reattore sperimentale a fusione, inizierà a produrre energia mediante fusione di atomi di idrogeno e dovrà contare su dispositivi di riscaldamento molto potenti per raggiungere i 150 milioni di gradi Centigradi necessari ad avviare le reazioni di fusione. La vera potenza motrice dei sistemi di riscaldamento di ITER saranno due iniettori di neutri, con la previsione di un terzo opzionale durante il funzionamento. L’iniezione di fasci neutri è un sistema già utilizzato per il riscaldamento del plasma in impianti a fusione, ma le dimensioni di ITER pongono una serie di nuove sfide: i fasci di particelle devono essere molto più densi e le particelle molto più veloci per viaggiare sino a raggiungere il cuore del plasma.

Oggi alle 11.00, alla presenza del Sindaco di Padova Sergio Gviordani, l’inaugurazione dell’esperimento nei laboratori del consorzio RFX.

SPIDER (Source for the Production of Ions of Deuterium Extracted from a Radiofrequency plasma) contribuirà allo sviluppo di questa nuova tecnologia. L'esperimento fa parte di un grande laboratorio di prova per gli iniettori di fasci neutri ed è costruito presso la sede del Consorzio RFX, un centro di eccellenza italiano situato a Padova nell’Area di Ricerca CNR in Zona Industriale. E' un onore per l'Italia ospitare un impianto così prestigioso, frutto di una collaborazione internazionale unica nel suo genere. L'Italia e il Consorzio RFX, costituito da CNR, ENEA, INFN, Università di Padova e Acciaierie Venete SpA, hanno realizzato le infrastrutture e fornito le competenze industriali e gran parte del personale. Fusion for Energy ha finanziato la maggior parte dei componenti, basandosi sull'esperienza delle organizzazioni di ricerca e dell'industria in Europa. ITER India ha contribuito, in stretta collaborazione, con attrezzature scientifiche.

L'ITER Organization, in quanto principale committente di SPIDER, ha guidato la progettazione e la supervisione della realizzazione e opererà la struttura di ricerca del tokamak ITER, dove l'innovazione prodotta a Padova vedrà la sua piena espressione.


 
Nessun commento per questo articolo.