PIOVE DI SACCO

Minaccia il suicidio
carabinieri lo salvano

12/06/2018 10:28

Lunedì pomeriggio i Carabinieri hanno salvato la vita di un operaio 30enne di Piove di Sacco, che aveva inviato alla fidanzata un messaggio preannunciando l’intendimento di togliersi la vita.

L’allarme è scattato alle 14 quando una donna ha chiamato disperata il 112 chiedendo aiuto per salvare il compagno che le aveva scritto un messaggio lasciando intendere di volersi togliere la vita e spiegando che si era allontanato da casa con la sua pistola (tenuta regolarmente). Inoltre ha spiegato che il fidanzato stava attraversando un periodo particolarmente difficile sotto il profilo psicologico e che quindi la minaccia poteva essere davvero reale.

Compresa la gravità della vicenda, i Carabinieri iniziavano una capillare ricerca dell’uomo, nella speranza di impedire che portasse a compimento le sue intenzioni. Nel frattempo, il militare di servizio alla centrale operativa della Compagnia piovese, lo stesso che aveva raccolto l’accorata richiesta di aiuto della donna, contattava l’operaio sul cellulare, riuscendo, con sensibilità e capacità empatica, ad istaurare un dialogo, in cui cercava di far desistere l’interlocutore dalle sue convinzioni. Nel frattempo i militari erano riusciti a localizzare l’uomo in un casolare isolato di Pontelongo. E’ scattata così la negoziazione anche da parte dei due militari sul posto che, preoccupati nel vedere l’uomo con la pistola in mano, sono riusciti nel tentativo di convincerlo a non uccidersi e di appoggiare l’arma a terra.

Portato in caserma il giovane spiegava di aver avuto un momento di sconforto, di essere loro grato per avergli di fatto salvato la vita e di accettare di buon grado le cure mediche, nel tentativo di ritornare alla sua vita serena. E’ stato così accompagnato all’ospedale di Piove di Sacco per le opportune cure psicologiche.


 
Nessun commento per questo articolo.