Allo Sherwood arriva l’Holi festival

13/06/2018 15:22

L’anno scorso la tappa dell’Holi Summer Tour allo Sherwood di Padova ha registrato il record assoluto, quasi 20 mila partecipanti, o meglio, Holi Lovers di tutte le età che si sono scatenati fino a mezzanotte immersi in enormi nuvole arcobaleniche. L’Holi è divenuto in breve tempo un vero e proprio fenomeno dell’estate, studiato addirittura da sociologi per il suo potere di calamitare migliaia di persone che entusiaste si lanciano addosso polverine colorate a suon di musica tra un selfie e l’altro. I primi ad aver portato in Italia la tradizionale festa indiana sotto forma di festival sono stati gli event manager Fabio Lazzari e Marco Bari, e visto il successo di massa, in seguito sono nati molteplici cloni che emulano questo format, ma l’originale è solo uno: l’Holi il festival dei Colori che, dopo il recente sold out a Treviso, sabato 16 giugno è pronto ad inondare di gioia multicolor lo Sherwood Festival, al Park Nord dello Stadio Euganeo di Padova.

In collaborazione con Snackulture, dalle ore 16 fino alle ore 2 di notte sarà un tripudio di arcobaleni, countdown e special guests. Ad esibirsi infatti sul palco padovano ci saranno Samuel Heron e Ernia, oltre al collettivo di dj Riverbros. Samuel Heron, classe 1991, è uno dei più particolari rapper sul suolo italiano, la cui musica si ispira all’afrotrap e alla Dub di Diplo e dei Major Lazer . Il suo singolo "E’ Illegale" ha superato in poco tempo il milione e mezzo di visualizzazioni. Ernia, rapper milanese del 1993, il suo stile è cupo e riflessivo, tra rap conscious e arroganza cafona che lo contraddistingue dalla maggior parte degli altri artisti nazionali. L’anno scorso ha rilasciato il suo primo album ufficiale "Come uccidere un usignolo" a cui è seguito "67 ", cofanetto doppio arricchito dai featuring con Mecna e Guè Pequeno.

Dopo il grande esito del tour 2017 che ha toccato sedici città e spiagge di tutta Italia registrando un sold out dopo l’altro per un totale di oltre 200 mila presenze, Lazzari e Bari stanno definendo il nuovo Holi Summer Tour 2018: “Stiamo programmando le nuove tappe. E tornare a Padova, dove tutto è cominciato, è sempre una grande emozione!”. Il debutto è stato il primo giugno sulla spiaggia di Cayo Blanco a Sottomarina, nel Veneziano ed è stato un successo di presenze registrando il primo sold out di stagione, il giorno dopo due date in contemporanea, nella spiaggia di Piazzale Zenith a Bibione e a Crescentino, a Vercelli”; il 9 invece a Bassano all’Ama Music Festival e il 10 nel parco di Villa Margherita di Treviso con un altro sold out senza precedenti. Presto le nuove date.

Oltre alla musica e al divertimento però, ciò che distingue l’Holi il Festival dei colori dagli altri format che lo imitano sull’onda della viralità del fenomeno, è lo scopo solidale dei due giovani manager. Fin dall’esordio del festival, Lazzari e Bari raccolgono fondi per la Fondazione Fratelli Dimenticati che aiuta i bambini audiolesi di un villaggio in India. La Fondazione Fratelli Dimenticati è una onlus di Cittadella, nel Padovano, che finanzia un progetto a Nandanagar, un villaggio nel Nord-Est dell’India dove nel 2006 è stata istituita la Ferrando School, un istituto che accoglie bambini audiolesi con l’obiettivo di intervenire precocemente nella diagnosi e nella cura della sordità attraverso percorsi terapeutici.

Email inviata con successo

Emergenza caldo, Comune aperto

13/06/2018 14:02

“Il centro comunale di Via Diocleziana a Montegrotto Terme rimane aperto tutti i pomeriggi durante l’estate per dare la possibilità a tutti gli anziani di poter affrontare l’afa estiva in un ambiente climatizzato e trascorrere qualche ora in compagnia” spiega l’assessore alle Politiche Sociali Elisabetta Roetta.

I volontari dell’associazione Auser, che gestisce il centro, in collaborazione con i servizi sociali del Comune, assicurano una presenza costante con particolare attenzione verso gli anziani soli e le persone fragili.

“La nostra idea del centro comunale è sempre stata quella di un luogo aperto a tutti - afferma il sindaco Riccardo Mortandello - con particolare attenzione per i cittadini più in difficoltà o che vivono situazioni di solitudine. Ringrazio per questo i volontari dell’associazione che mettono a disposizione il loro tempo assicurando così un servizio prezioso per la nostra città”.

Email inviata con successo

Al Velodromo Monti atleti paralimpici

13/06/2018 12:33

Sale l’attesa per la nuova giornata di reclutamento di Obiettivo3, in programma sabato prossimo, 16 giugno, al Velodromo Monti di Padova. Lo staff ha già raccolto decine di candidature da parte di atleti di ogni provenienza e disciplina, che puntano a mettersi in gioco sognando le Paralimpiadi di Tokio.

Il progetto ideato dal campione Alex Zanardi, per avviare e sostenere persone disabili all’attività sportiva, si è posto l’obiettivo di individuare almeno 3 atleti da portare alle prossime Paralimpiadi in Giappone nel 2020. In questi primi 13 mesi di attività Obiettivo3 ha già ingaggiato tra le proprie fila una ventina di ragazzi, fra paraciclisti e rappresentanti di altre discipline. Ma le porte del progetto sono sempre aperte e la giornata al Velodromo Monti vuole essere non solo un appuntamento per reclutare nuovi potenziali atleti, ma anche un’occasione di incontro, festa e confronto, con al centro ovviamente il tema dello sport paralimpico. La giornata si aprirà alle 14.30 con i saluti del fondatore del progetto Alex Zanardi, che accoglierà tutti i presenti. Dalle 14.45 in poi la pista del velodromo sarà a disposizione per quanti vorranno provare un handibike e candidarsi a far parte della squadra di Obiettivo3.

LA SFIDA

Lo staff e i coach di Obiettivo3 saranno a disposizione di tutti i partecipanti per raccogliere i primi dati, fornire i consigli iniziali e valutare le candidature. E non solo quelle degli aspiranti paraciclisti. I tecnici sono pronti ad ascoltare e indirizzare anche le persone che aspirano a praticare altre discipline come l’atletica, il nuoto o il canottaggio. Nel corso del pomeriggio al velodromo, inoltre, saranno allestiti vari stand nei quali verrà spiegato nel dettaglio il progetto di Obiettivo3, si potrà entrare in contatto con il team di Fondazione Vodafone Italia e con la piattaforma “OSO – Ogni Sport Oltre”, cosi come con tante associazioni e società sportive che gravitano attorno al mondo della disabilità (hanno già aderito Amnil Sport Italia, Equa Team e FormidAbili).

COS’E’ OBIETTIVO3

Obiettivo 3 è un progetto che mira a reclutare, avviare e sostenere concretamente ed economicamente persone disabili che vogliono iniziare ad intraprendere un’attività sportiva. Come dice il nome stesso del progetto, l’obiettivo finale, o meglio la sua ambizione, è quella di andare oltre l’avviamento allo sport di quante più persone possibile, per individuarne almeno tre capaci di crescere fino a centrare la qualificazione ai prossimi Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. I Giochi rappresentano una vetrina unica al mondo, un’occasione importantissima per dimostrare che la disabilità è una caratteristica e non un limite. Nei suoi primi 13 mesi di attività Obiettivo3 ha reclutato una ventina di atleti, che hanno già partecipato a decine di manifestazioni nazionali e internazionali, raggiungendo risultati notevoli: da varie convocazioni nella nazionale di paraciclismo, alla vittoria dei campionati tricolore a cronometro, passando per alcuni record italiani centrati nell’atletica leggera.

Email inviata con successo

Vacanze: task force per sicurezza autostrade

12/06/2018 13:38

Autovie Venete, per garantire la sicurezza stradale lungo la A4 tra Venezia e Trieste in occasione delle vacanze estive, mette in campo una task force dedicata.

Per le 'ferie sicure' saranno all'opera oltre 230 persone al lavoro h24 fra tecnici degli impianti, operatori di sala radio, manutentori, esattori e ausiliari al traffico dotati, questi ultimi, di 25 automezzi di cui: 16 furgoni, 2 pick-up attrezzati con "forche" per sollevare veicoli, 3 scooter utilizzati nei tratti di cantiere, 2 veicoli di servizio, 2 autocarri frigo.

La task force è pronta a prestare soccorsi meccanici, reindirizzamento del traffico in caso di code, a garantire stretto collegamento con le centrali operative d'oltreconfine per gestire in collaborazione i flussi di veicoli in entrata e in uscita soprattutto fra Croazia e Slovenia, la maggior parte dei quali passano dalla barriera di Trieste Lisert. Una barriera dove, in una giornata normale si registrano circa 15mila transiti in uscita che diventano 30mila quando il bollino del traffico vira sul nero. Lo stesso livello di pressione si verifica al casello di Latisana: 5mila uscite di norma, 20 mila durante un sabato estivo, ovvero 4 volte tanto. Sono i "numeri" che delineano con chiarezza cosa succede, sulla A4 Venezia Trieste durante i fine settimana più caldi, quelli - appunto - caratterizzati dal bollino nero.

Email inviata con successo

Coldiretti: dietista al mercato coperto

12/06/2018 13:04

I consigli della dietista al nuovo Mercato Coperto Padova Km Zero, punto d’incontro fra gli agricoltori e i cittadini all’insegna delle tipicità di stagione e del territorio. Mercoledì pomeriggio, 13 giugno, dalle 15 alle 19, nel grande spazio attrezzato in via Vicenza 23, i venti produttori di Coldiretti Campagna Amica Padova propongono una giornata dedicata alla frutta e alla verdura ideali per l’estate e come base per tante ricette fresche, gustose e dissentanti. Il tutto con l’aiuto della dottoressa Elena Mazzetto, dietista, che fornirà le “dritte” giuste per affrontare l’estate con il giusto equilibrio nell’alimentazione. Per tutti un fresco omaggio, un cestino di frutta o di pomodorini.

L'aumento delle temperature ha un aspetto positivo: fa mangiare più frutta e verdura agli italiani. Il consumo di questi alimenti nel 2017 ha registrato un aumento complessivo del 9,6%. Nello specifico, dai dati Nielsen emerge che i consumi di verdura sono aumentati del 11,9%, mentre quelli della frutta hanno registrato un +7,1%, con risultati particolarmente incoraggianti di quella secca (+11,9%). Una tendenza che si spiegherebbe con l'aumento delle temperatura che spingerebbe gli italiani a consumare più cibi dissetanti e salutari. Con il caldo infatti è importante consumare frutta e verdura fresca, fonte di vitamine, sali minerali e liquidi preziosi per mantenere l’organismo in efficienza e per combattere i radicali liberi prodotti come conseguenza dell’esposizione solare. Antiossidanti “naturali” sono infatti le vitamine A, C ed E che sono contenute in abbondanza in frutta e verdura fresca.

Le venti aziende agricole presenti propongono il meglio dell’agricoltura padovana di stagione, dalla frutta alla verdura fresca, dalla carne ai latticini, dal miele e vino alle confetture, dal pane alle piante. Novità nella novità la possibilità di farsi consegnare la spesa gratuitamente a domicilio grazie ad un pratico furgone elettrico messo a disposizione dal Mercato per raggiungere i clienti direttamente a casa. Tutte le informazioni durante l’orario di apertura.

Il nuovo punto vendita al coperto, in uno stabile da 600 metri quadrati completamente ristrutturato, ospita in questa prima fase circa venti aziende agricole padovane che hanno intrapreso con convinzione la strada della vendita diretta. Il mercato sarà aperto ogni sabato mattina dalle 8 alle 14 e mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 19. Sulla pagina Facebook Campagna Amica Padova saranno puntualmente riportate tutte le novità sulle iniziative del mercato coperto di Padova.

Email inviata con successo

Caldo: Ulss 6 vara piano d’intervento

12/06/2018 12:21

L’Ulss 6 Euganea ha varato il Piano di emergenza caldo 2018 che mette in rete i Distretti socio-sanitari e la Centrale Operativa Territoriale (COT) con la collaborazione dei Medici di Medicina Generale (MMG), dei Pediatri di Libera Scelta (PLS), dei Servizi Sociali dei Comuni, del Dipartimento di Prevenzione, degli Ospedali, in raccordo con le Associazioni di volontariato e gli enti di promozione sociale del territorio. Questa modalità di lavoro in sinergia intende aumentare il livello di tutela delle persone fragili, anziani, malati cronici e persone sole, durante l’estate.

A tutti i medici di famiglia, in questi giorni, è stato inviato l’elenco delle persone in condizioni di fragilità (in particolar modo quelle affette da sclerosi laterale amiotrofica, inserite in percorsi di cure palliative o in ossigenoterapia) che risultano essere 12.930. Una particolare attenzione viene riservata agli anziani soli, sopra i 75 anni. Per questo motivo è stato richiesto a tutti i Servizi Sociali dei Comuni dell’Ulss 6 Euganea d’inviare i nominativi degli anziani che vivono in condizioni di solitudine e che potrebbero avvalersi anche del Servizio di Telesoccorso: anche questi nominativi verranno inviati ai rispettivi Medici di Medicina Generale.

Come funziona il Piano caldo 2018? L’ARPAV emette un bollettino sullo stato climatico di 4 aree individuate nel Veneto (montana, pedemontana, continentale e costiera), integrando le previsioni del tempo con il monitoraggio dell’ozono, dell’indice di disagio fisico e della qualità dell’aria. Qualora il bollettino indicasse una situazione di disagio prolungato, il Coordinamento Regionale in Emergenza – Sala Operativa di Protezione Civile attiverà l’allarme climatico ai servizi sanitari in grado di rispondere ai bisogni della popolazione, in particolare alla Centrale Operativa Territoriale (COT). Questa invierà a sua volta l’allarme climatico, tramite mail, ai Medici di Medicina Generale e ai Pediatri di Libera Scelta, alle sedi del Servizio di Continuità Assistenziale, ai Distretti Socio Sanitari e ai Servizi Sociali dei Comuni di tutta la Ulss 6 Euganea.

L’utente fragile verrà informato sulle norme igienico-sanitarie da adottare per prevenire l’insorgenza di quadri clinici che possono richiedere l’ospedalizzazione e sul corretto uso della terapia farmacologica e la sua eventuale correzione. Quindi scatterà il monitoraggio attivo, mediante anche telefonate periodiche alle persone in situazione di particolare solitudine e fragilità, attivazione di accessi domiciliari supplementari programmati (a cura del Servizi domiciliare dei Distretti, dei Medici di Medicina Generale e dei Servizi Sociali Comunali), possibilità di accedere a centri diurni e centri residenziali, coinvolgimento delle Associazioni di Volontariato presenti sul territorio sensibilizzate ad attivare le reti di solidarietà.

Tutte le informazioni si possono reperire telefonando al Numero Verde Regionale 800-462340.

Email inviata con successo

Acegas e EstEnergy sportelli chiusi

12/06/2018 08:10

AcegasApsAmga e EstEnergy informano che mercoledì 13 giugno, in occasione del Patrono della città di Padova, gli sportelli dedicati al servizio idrico e al servizio di fornitura di gas ed energia elettrica a libero mercato, in passaggio Saggin, 3 a Padova e in piazza San Martino 5 ad Abano Terme, resteranno chiusi.

Email inviata con successo

Bus al posto dei treni per lavori sulla linea

11/06/2018 15:48

Niente treni ma bus sostitutivi nell’Alta Padovana sino a settembre. Sono in corso infatti i lavori di elettrificazione della linea ferroviaria che va da Camposampiero a Bassano del Grappa. I bus, marchiati Trenitalia, saranno a disposizione dei pendolari anche nei giorni festivi, ma evidentemente dovranno fare i conti con il traffico, nei giorni lavorativi.

Email inviata con successo

Pausa di riflessione per Don Luca Boaretto

11/06/2018 15:44

Don Luca Boaretto, il prete biker, parroco di Cinto Euganeo, si prende una pausa di riflessione, lasciando i fedeli di stucco. L’annuncio l’ha fatto durante lo scorso consiglio pastorale. Le chiese in sua gestione saranno affidate ad un altro parroco. Intanto annuncia il suo ultimo pellegrinaggio in moto su facebook.

Email inviata con successo

Ordine di Malta alla processione del Santo

11/06/2018 15:40

Si arriverà così al 13 giugno, giorno in cui, come da tradizione, gli angeli custodi delle migliaia di pellegrini che arriveranno in Basilica saranno i volontari del CISOM, Corpo Italiano si Soccorso dell’Ordine di Malta. Le squadre saranno localizzate nei punti strategici: nel piazzale, nella cappella delle reliquie e in quella della Madonna Mora, nel chiostro del Beato Belludi e con un ambulatorio sul lato nord della Basilica.

Email inviata con successo