ORDINE DEL MINISTERO

Punti nascita: Piove
rischia la chiusura

10/07/2018 08:28

E’ dal 2016 che la Regione discute con il Ministero per tenere aperti alcuni punti nascita che in Veneto non superano i 500 parti annuali. Ma un decreto ministeriale arrivato ieri ha messo la parola fine a ogni tipo di trattativa e braccio di ferro: 4 reparti di ostetricia chiuderanno e si tratta di quello di Piove di Sacco, Adria, Valdagno e Trecenta. L’obiettivo del Ministero sarebbe quello di tutelare la sicurezza delle mamme e dei neonati in quanto i poli più piccoli non possono garantire gli stessi standard di personale e esperienza.

In altri ospedali del Veneto dove le nascite sono inferiori a 500 i reparti resteranno aperti per questioni orografiche e cioè perché le mamme avrebbero troppa difficoltà ad andare in un altro ospedale, in particolare in termini di tempo.

Insomma dopo anni di battaglie per il reparto di Piove di Sacco pare arrivata la sentenza finale.


 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA