Colli, rischio incendi aumentano i controlli

13/08/2018 10:51

Il grande caldo aumenta i rischi di incedi sui Colli Euganei. A diramare l’allarme anche la Regione Vento e per questo i reparti forestali provinciali dei carabinieri hanno intensificato i controlli su tutto il territorio dei Colli padovani protagonisti l’estate scorsa di episodi d’incendio dolosi e colposi.

Un imprenditore agricolo è stato multato perché trovato a bruciare sterpaglie in un campo di frumento appena raccolto. Oltre a questo sabato 11 agosto l’elicottero AB412 dei carabinieri, con a bordo militari dei reparti forestali che operano quotidianamente nel territorio dei Colli Euganei, si è alzato in cielo per monitorare le aree ritenute più vulnerabili agli incendi e nel corso dell'operazione sono emerse particolari opere edilizie in aree con vincoli paesaggistici necessitano di specifici permessi.

COMPORTAMENTI UTILI

Tra i comportamenti da non dimenticare ci sono: non gettare mozziconi o fiammiferi, non abbandonare rifiuti, non parcheggiare i veicoli sull’erba secca, e per i pic-nic non utilizzare barbecue ma recasi esclusivamente nelle aree attrezzate a tal scopo. L’Arma ricorda inoltre che nel periodo di massima pericolosità per gli incendi boschivi è vietato l’utilizzo del fuoco per eliminare i residui agricoli: ogni comportamento verrà sanzionato come previsto dalla normativa, e non esistono deroghe per la difesa dell’ambiente e della biodiversità. I carabinieri, infine, lanciano un appello: in caso di incendio in corso è opportuno contattare immediatamente il 112 e il 115 invece di esporsi inutilmente a dei rischi per cercare di domare da soli le fiamme ed è doveroso attendere l’arrivo dei carabinieri per fornire loro tutte le informazioni utili alle successive indagini per l’individuazione delle responsabilità.

Email inviata con successo

Coldiretti propone la merenda sotto ombrellone

09/08/2018 11:17

Nel caldo di agosto, per chi resta in città c’è una fresca occasione da cogliere al volo. E’ la “merenda sotto l’ombrellone” al nuovo Mercato Coperto Padova Km Zero, punto d’incontro fra gli agricoltori e i cittadini all’insegna delle tipicità di stagione e del territorio. Sabato mattina, 11 agosto, dalle 8 alle 13, nel grande spazio attrezzato in via Vicenza 23, i produttori di Coldiretti Campagna Amica Padova propongono una giornata dedicata all’impiego di frutta e verdura di stagione come base per tante ricette fresche, gustose e dissentanti, ideale per i giorni più afosi dell’anno. I produttori insieme ai tutor di Coldiretti Padova illustreranno ai padovani le proprietà e le virtù di frutta e verdura, proponendo abbinamenti originali, ovviamente da assaggiare per una fresca parentesi nella calura cittadina.

L'aumento delle temperature ha un aspetto positivo: fa mangiare più frutta e verdura agli italiani. Il consumo di questi alimenti sta registrando un aumento complessivo di circa il 10 per cento. Nello specifico, dai dati elaborati da Coldiretti emerge che i consumi di verdura sono aumentati del 11,9%, mentre quelli della frutta hanno registrato un +7,1%, con risultati particolarmente incoraggianti di quella secca (+11,9%). Una tendenza che si spiegherebbe con l'aumento delle temperatura che spingerebbe gli italiani a consumare più cibi dissetanti e salutari. Con il caldo infatti è importante consumare frutta e verdura fresca, fonte di vitamine, sali minerali e liquidi preziosi per mantenere l’organismo in efficienza e per combattere i radicali liberi prodotti come conseguenza dell’esposizione solare. Antiossidanti “naturali” sono infatti le vitamine A, C ed E che sono contenute in abbondanza in frutta e verdura fresca.

Le venti aziende agricole presenti propongono il meglio dell’agricoltura padovana di stagione, dalla frutta alla verdura fresca, dalla carne ai latticini, dal miele e vino alle confetture, dal pane alle piante. Novità nella novità la possibilità di farsi consegnare la spesa gratuitamente a domicilio grazie ad un pratico furgone elettrico messo a disposizione dal Mercato per raggiungere i clienti direttamente a casa. Tutte le informazioni durante l’orario di apertura, il sabato mattina e il mercoledì pomeriggio (festivi esclusi), sulla pagina Facebook Campagna Amica Padova.

Email inviata con successo

Furgone tampona auto dei carabinieri

09/08/2018 10:50

Nel pomeriggio di ieri un furgone ha tamponato un’auto dei carabinieri all’altezza di Ponte Darwin. Nell’impatto i due militari presenti nel mezzo hanno riportato ferite e sono stati portati al pronto soccorso in codice giallo.

Secondo una prima ricostruzione la "gazzella" dei carabinieri avrebbe affiancato una macchina, che era ferma a bordo strada con le 4 frecce, e l’autista del furgone non accorgendosi che il mezzo era fermo li ha tamponati.

Email inviata con successo

Montegrotto: grande festa a Ferragosto

09/08/2018 10:17

Una grande festa a partire dalle ore 22 in piazza Roma, di fronte al Municipio. Per la prima volta il Comune di Montegrotto Terme, grazie all’iniziativa dell’assessore alle Manifestazioni turistiche Laura Zanotto, festeggia Ferragosto con un’iniziativa pubblica e aperta a tutti, che si aggiunge ai vari spettacoli pirotecnici offerti da alcuni alberghi per i loro clienti.

“Abbiamo coinvolto - spiega l’assessore Zanotto - una cover band di Tiziano Ferro, che offrirà quello che si chiama un Total show. "FERRO-AGOSTO" sarà infatti una delle date del tour italiano "Il Mestiere di Tiziano" della cover band di Tiziano Ferro "XVERSO", di ritorno dalle ultime date siciliane. La tappa di Montegrotto Terme del 15 agosto è una delle poche date nella versione Total Show. In piazza ci sarà un importante allestimento con tre mega schermi, effetti di fuoco, acqua e pirotecnici, il tutto sapientemente coordinato dalla voce di Devis Manoni, che da molti anni porta il suo spettacolo in tutta Italia riscuotendo numerosi consensi oltre ad essere stato insignito del riconoscimento nazionale Giovanni Paolo II per il suo impegno nell'organizzare eventi di carattere umanitario attraverso la fondazione "Artisti Uniti per la Solidarietà". Allo spettacolo collaboreranno anche la coreografa Giorgia Chiurato, già nota per le sue partecipazioni in tv nonché titolare proprio a Montegrotto Terme dell'accademia di arte e spettacolo Flash Dance, e il suo corpo di Ballo Jam Session crew, che impreziosirà il concerto con interventi coreografici e performance con attrezzi circensi. Il concerto ripercorrerà tutte le hits del cantautore romano dagli anni ’90 ai giorni nostri. Uno show non solo da ascoltare ma anche da cantare e ballare”.

L’appuntamento è per il 15 agosto, in piazza Roma, alle ore 22.

Email inviata con successo

Energia dalle alghe, lo studio dell’Università

09/08/2018 08:29

Le leggi probabilistiche della meccanica quantistica regolano il trasferimento dell'energia e hanno rilevanza nelle funzioni biologiche. A dimostrarlo sperimentalmente per la prima volta è stata Elisabetta Collini, chimica dell'Università di Padova, classe 1979, che ha pubblicato un articolo su "Nature Communications" dal titolo "Coherence in carotenoid-to-chlorophyll energy transfer".

Il team di ricercatori ha utilizzato una tecnica spettroscopica per studiare i trasferimenti di energia all'interno di quelli che vengono chiamati "complessi antenna", proteine che assorbono la luce e trasferiscono la risultante energia di eccitazione ad altre proteine (i centri di reazione) dove essa è utilizzata per generare metaboliti fondamentali per la vita. In particolare, Collini ha studiato i "complessi antenna Pcp", (peridin-chlorophyll-protein), responsabile dell'assorbimento di luce in alghe microscopiche.

Grazie ai risultati della ricerca, si potrebbe controllare la trasmissione di energia da un punto a un altro di un sistema, sintetizzare sistemi in cui il trasferimento avvenga in modo coerente ingegnerizzando distanze, orientazioni e proprietà ottiche del materiale in modo che imitino quelle della Pcp. In sostanza si potrebbe creare un sistema dove il trasferimento di energia avvenga in modo più veloce e controllato anche nei materiali artificiali.

Email inviata con successo

Strade chiuse per lavori ecco dove

08/08/2018 10:59

Saranno chiuse temporaneamente al traffico veicolare:

- per l’esecuzione dei lavori mirati alla risoluzione degli allagamenti, via Bernardino Scardeone, tratto compreso tra via Gattamelata e via P. Barozzi, da lunedì 13/08/2018 a sabato 15/09/2018 con istituzione temporanea del senso unico alternato in via Gattamelata, tratto compreso tra il numero civico 70 ed il nuovo passo carrabile dell’Istituto Oncologico Veneto, lato via B. Scardeone, da lunedì 13/08/2018 a martedì 14/08/2018 e via Gattamelata, tratto compreso tra il numero civico 70 ed il nuovo passo carrabile dell’Istituto Oncologico Veneto, lato via A. Cornaro, da giovedì 16/08/2018 a sabato 18/08/2018;

- per i lavori di manutenzione straordinari lungo la linea tranviaria sull’impalcato est del cavalcavia Borgomagno, l’impalcato est del cavalcavia Borgomagno, da martedì 7/08/2018 a giovedì 9/08/2018 con contemporanea chiusura di entrambe le corsie caratterizzate dalla presenza della via guidata sulla rampa di collegamento al cavalcavia con il piazzale della Stazione;

- per i lavori di manutenzione straordinaria di riparazione della soletta monolitica della linea tranviaria e per il rifacimento della pavimentazione in porfido della porzione di Prato della Valle in prossimità dell’incrocio con corso Umberto, fino a sabato 11/08/2018 via Santa Maria Assunta, area di intersezione con via M. Valgimigli eccetto corsia di svolta a sinistra da quest’ultima via verso cinema Porto Astra e Prato della Valle, tratto di corsia veicolare sul lato ovest compreso tra via Umberto I ed il numero civico 113.

Email inviata con successo

Montegrotto: riapre il sottopasso

08/08/2018 10:31

Riapre il 10 agosto con una nuova pista ciclopedonale il sottopasso della stazione che collega la frazione di Mezzavia con il centro storico di Montegrotto Terme. “Siamo riusciti a terminare i lavori - dice con soddisfazione il sindaco Riccardo Mortandello - nei due mesi che avevamo preventivato. Ora i cittadini che vogliono muoversi a piedi o in bicicletta tra Mezzavia e il centro di Montegrotto possono farlo in sicurezza. Credo che la bellezza del manufatto abbia oggi convinto anche coloro che avevano mostrato perplessità rispetto al progetto. Un ringraziamento alla ditta e agli operai che hanno lavorato senza sosta in questi mesi caldissimi”.

“L’intervento - afferma l’assessore all’Urbanistica e alla Mobilità, Luca Fanton - serve per collegare due parti attualmente divise della città, partendo dal principio che almeno nelle parti centrali di una località turistica abbiano pari importanza la circolazione delle automobili e quella dei pedoni e delle biciclette”.

“La costruzione della pista ciclopedonale - spiega il consigliere Omar Turlon - è costata 160 mila euro, di cui 80 mila a carico del Comune di Montegrotto e altri 80 mila a carico dei distretti del commercio. Nelle prossime settimane provvederemo a dettagliare l’opera con i dossi di rallentamento, l’illuminazione segnapasso, oltre a lavori complementari di finitura e sistemazione di parti danneggiate per un ripristino integrale. Quest’opera permetterà anche ai disabili di muoversi attraverso la città, visti i gravi disagi che hanno dovuto subire fino ad ora, e garantirà pari diritti per quanto riguarda la mobilità e la sicurezza”.

L’inaugurazione ufficiale della nuova pista ciclabile avverrà a settembre quando saranno completate le scritte di benvenuto a Montegrotto Terme che riprenderanno l’immagine coordinata della destinazione turistica Terme e Colli Euganei.

Email inviata con successo

Colli e Bassa: rete elettrica razionalizzata

07/08/2018 13:51

Terna, società che si occupa di reti per la trasmissione dell’energia, ha dato il via alla demolizione di circa 20 km di vecchi elettrodotti della linea a 50 kV Este - Battaglia Terme, che rientrano nella razionalizzazione della rete elettrica dell’area dei Colli e della Bassa Padovana, grazie all’entrata in esercizio dei collegamenti a 132 kV tra le stazioni elettriche di Camin e di Este S.Croce, e della costruzione delle cabine primarie di Battaglia Nuova – Monselice – Este Nuova.

I lavori, che hanno preso il via dal comune di Ospedaletto Euganeo, prevedono smantellamenti per circa 20 km di linee elettriche in alta tensione, di cui più di 13 km all’interno del Parco dei Colli Euganei. Otto i Comuni interessati dall’intervento: Ospedaletto Euganeo, Este, Baone, Arquà Petrarca, Monselice, Pernumia, Battaglia Terme, Due Carrare. Le opere di dismissione prevedono la demolizione di 148 sostegni e renderanno possibile la restituzione di circa 36 ettari di territorio liberato da vincoli di servitù.

La razionalizzazione, nel suo complesso, verrà divisa in tre fasi: la prima, avviata a Ospedaletto Euganeo, prevede la rimozione di conduttori, tralicci e fondazioni, soprattutto in aree adibite all’agricoltura, fra la stazione di Este S.Croce e la cabina primaria di Este Vecchia. Successivamente i lavori interesseranno i Comuni di Due Carrare e di Pernumia e consisteranno nella dismissione della linea tra le cabine primarie di Battaglia Vecchia e Battaglia Nuova, nonché la rimozione dell’attraversamento oggi esistente dell’autostrada A13 “Bologna-Padova”. L’ultima fase dell’intervento di razionalizzazione interesserà la linea che attualmente attraversa i 5 Comuni che fanno parte del Parco dei Colli Euganei, ovvero Este, Baone, Arquà Petrarca, Monselice e Battaglia Terme.

Le demolizioni della rete elettrica nell’area di Este-Battaglia Terme rientrano nel Piano Strategico 2018-2022 di Terna, che prevede investimenti in Veneto, nei prossimi 5 anni, per oltre 300 milioni di euro.

Email inviata con successo

Panettone con gelato per Ferragosto

07/08/2018 11:30

L'anno scorso fu l'esperimento. Risultato: la produzione limitata fu esaurita nell'arco di poche ore.

Così, a partire da venerdì 10 e fino a mercoledì 15 agosto, la pasticceria Mazzari di via dell'Ippodromo a Mortise, riproporrà, per la gioia dei golosi, il panettone di Ferragosto, sfiziosa e gustosa variante di quello natalizio per il quale il pastry chef Enrico Mazzari, si è aggiudicato il premio di miglior panettone nel dicembre del 2016.

"Anche quest'anno - spiega Giulia Mazzari, che col cugino Enrico rappresenta la terza generazione della pasticceria che il prossimo anno festeggerà il mezzo secolo di attività avviata dal nonno Diego - proporremo l'abbinata panettone/gelato: un unico formato da 500 grammi di uno dei dolci da ricorrenza più famosi d'Italia con impasto classico impreziosito da arancia, albicocca e zenzero. Il tutto accompagnato da altri 500 grammi di gelato in vaschetta nel quale spicca il gusto allo zenzero con profumo d'arancia".

Si diceva: produzione limitata, "anche se - precisa Giulia - siamo a disposizione di chi vorrà eventualmente prenotare la nostra specialità".

"Quando lo scorso anno ci siamo cimentati in questa che ben possiamo definire un'"avventura", abbiamo voluto offrire alla nostra affezionata clientela - è il commento di Enrico - un prodotto che potesse catturare da un lato la curiosità di chi si rivolge alla nostra pasticceria proprio per la sua vocazione alle novità e, dall'altro, per "destagionalizzare" un prodotto, il panettone, che nonostante sia uno dei più apprezzati, finisce per essere confinato in un limitato, seppur intenso, periodo dell'anno".

Email inviata con successo

Volo su Vienna giovedì a San Pelagio

07/08/2018 11:27

Il capolavoro propagandistico di D’Annunzio fu, sotto molti profili, il volo su Vienna della 87a Squadriglia La Serenissima, da lui voluto e guidato cent'anni fa, il 9 agosto 1918. La vittoria delle armi italiane e degli alleati entrò nella leggenda grazie anche a quel raid aviatorio che enfatizzò la riscossa dell’Esercito italiano dopo la buia vicenda di Caporetto. Nelle cronache di quella missione aerea non è rimasta più alcuna piega segreta.

In occasione del centenario al Castelli di San Pelagio si terrà una rievocazione dell’impresa del Vate: giovedì 9 agosto alle 19.30 si terrà il sorvolo con aerei storici del Comandante Zanardo con fumogeni tricolore. Alle 20.30 inizierà al rievocazione del Volo su Vienna con voci e melodie nella notte a cura di Carlo Bertinelli e Alessandra Broccadello di TeatrOrtaet. Inoltre ci sarà la presentazione degli arredi dannunziani provenienti dalla Casetta Rossa di Venezia - Prestito fam. Avv. Napolitano. Verrà anche presentato il libro “D’Annunzio e il Campo di Volo di San Pelagio” di G. Evangelisti.

LE RICERCHE

Non così, invece, per i complessi e curiosi antefatti che, svolgendosi lungo ben tre anni, costituiscono tuttora terreno fertile di scavo per gli storici del settore. Lo dimostrano le ricerche più approfondite, in testa a tutte quella dovuta alla penna brillante del saggista aeronautico Giorgio Evangelisti, il quale, facendo tesoro anche dell’assidua frequentazione del Museo del Volo di San Pelagio a Due Carrare, sorto accanto al campo dal quale mosse e nel quale rientrò la squadriglia Serenissima, nel suo volume “Gabriele D’Annunzio e il campo di volo di San Pelagio”, rimeditato per l’occasione, ricostruisce analiticamente le passioni, i contrasti, le contraddizioni, le decisioni dei protagonisti veri e di quelli mancati, narrando l’ossessione che sfociò nella sfida aerea sul cielo austriaco. Le ali che volarono sulla capitale asburgica senza sparare un colpo ma lanciando migliaia di messaggi scritti, calibrati tra l’ammonimento severo a cessare le ostilità e l’invito alla pacificazione, stanno al culmine di un progetto piuttosto martoriato. Le fasi salienti: primo l’idea di un volo dimostrativo sul territorio austriaco girava, già alla fine del 1915, il nemico bombardava le città venete e si faceva spazio la tentazione di rispondere al terrorismo aereo con una incursione armata sull’Austria. In secondo luogo la scelta degli aeroplani, fu difficile in quanto mezzi rudimentali, ma allo stesso tempo dovevano essere affidabili per un volo sulle lunghe tratte; inizialmente vengono designati i bombardieri plurimotori, i Caproni CA 3, dotati di grande autonomia, ma lenti. La scelta infine cade sullo S.V.A., prodotto dall’Ansaldo su disegni di Savoia e Verduzio, un biplano monomotore atipico, di grandi dimensioni come caccia ma con ottime prestazioni velocistiche, 170 chilometri l’ora in crociera, e dotato di larga autonomia.

L’IMPRESA

L’impresa, aiutata da una finale dose di fortuna, riuscì grazie alle doti di intuito, al coraggio e alla pazienza di uomini che seppero adattarsi ad un volo inusitato, assolutamente impegnativo, regolando intelligentemente le forze fisiche e le prestazioni delle macchine nelle varie fasi di andata e di ritorno. Fu, questo, vero valore in un clima psicologico che premiava più spesso l’ardimento della prudenza richiesti dalle procedure stabilite per navigare con sicurezza sulle lunghe distanze.

Ad avventura conclusa, il resto lo fece il delirio poetico del Vate che, prima, durante e dopo la trasvolata, consacrò con scritti e proclami frastornanti, il mito di un’impresa allora estrema. Un merito più pratico va riconosciuto a D’Annunzio: seppe giocare tutte le carte possibili per carpire l’autorizzazione definitiva allo Stato maggiore, ancora incartapecorito nei tradizionali riti della guerra di massa e di posizione sul terreno, e quindi estremamente timoroso per le sorti di un evento. L’ “ossessione” cessò quando vinse la suggestione di un blitz aereo riuscito, blitz non violento ma militarmente significativo e, propagandisticamente, di effetto “clamoroso”.

Email inviata con successo
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA