Misure anti-smog anche a Este

12/10/2018 11:39

Anche Este in campo per la lotta all’inquinamento. Limiti alla circolazione anche nella città murata della Bassa quindi per i veicolo a benzina Euro 0 e 1, diesel Euro 0, 1, 2 e 3 e per ciclomotori e motoveicoli a due tempi Euro 0. Oltre a questo l’amministrazione comunale ha deciso che fino a fine marzo non potranno essere accesi falò e che i termostati nelle case e negli uffici non possono superare i 19 gradi.

La lotta allo smog continua quindi in tutta la provincia con la consueta sosta delle festività che va dal 17 dicembre al 6 gennaio. Anche a Este saranno presenti i cartelli con i colori dei semafori per indicare le varie regole per le limitazioni sulla base di 3 livelli di allerta:

- semaforo verde: non sono rilevati sforamenti di pm10 e quindi i limiti alla circolazione per i mezzi sopraindicati vanno dalle 8.30 alle 18.30:

- semaforo arancione: scatterà dopo 4 giorni consecutivi di superamento del limite di Pm10;

- semaforo rosso: scatterà dopo 10 giorni consecutivi di superamento del limite di Pm10.

Dalle limitazioni saranno escluse le strade esterne al perimetro cittadino: Padana inferiore, Martiri della libertà, Petrarca, Ateste, Vigo di Torre, Guido Negri, Schiavin, Augustea.

Email inviata con successo

Rassegna di musica e spettacolo al cinema Rex

12/10/2018 08:53

Ormai è diventato un appuntamento tradizionale del Cinema Rex. E QUALCOSA RIMANE, stagione di concerti 2018 è la fortunata rassegna musicale che presenta un cartellone artistico che unisce musica, teatro e immagini. E da quest’anno anche i grandi autori della musica internazionale. Sulla scia dei successi delle precedenti edizioni anche quest’anno, infatti, si esibiranno al Rex artisti che interpreteranno i brani di Mia Martini, Franco Battiato, Beatles e Pink Floyd. Verranno riproposti i migliori brani, rivisti anche in funzione della location (palco a stretto contatto del pubblico e maxischermo), che li renderà particolarmente emozionanti.

Ad aprire il cartellone sabato 13 ottobre alle 21.15 “Amata Mia. Le canzoni e la vita di Mia Martini” con il gruppo Libera-mente 4TH (Donata Luani voce, Samuele Benatti tastiere, Enrico Truzzi batteria, Marco Remondini Violoncello). Ciò che il progetto “Amata Mia” del quartetto Libera-mente 4th vuol fare emergere di questo grande personaggio che è Mia Martini, è la figura dell’artista sensibile ed al contempo carismatica e determinata, l’immagine della donna appassionata, eclettica e anticonformista, il ritratto di una donna allegra e forte, sicura delle sue idee ed impegnata a narrare in musica l’argomento che le stava maggiormente a cuore: l’amore. Sabato si parlerà di Mia attraverso le testimonianze di chi colto l’essenza di questo grande personaggio, allontanandosi dallo stereotipo dell’artista sfortunata e castigata dalla vita; racconteremo questa eccezionale interprete con le parole di personaggi dello spettacolo e della musica che l’hanno davvero conosciuta e… “amata, Mia”.

La rassegna proseguirà sabato 27 ottobre con la serata dedicata ai PINK FLOYD con il gruppo Pink Fly (Paolo Destro voce e chitarre, Matteo Fanton batteria, Enrico Maceli tastiere, Enrico Minio chitarre, Luciano Tortima basso, Martina Micaglio, Chiarajenny Dellomonaco ed Elena Zanovello voci). Sabato 10 novembre “Recrossing Abbey Road. The Beatles 1967-1970” Sul palco La Banda del sottomarino giallo (Michele Vallerotonda Voce e chitarra, Antonio Micheli Voce e chitarra, Guido Rosa Piano e tastiere, Diego Vergari batteria e percussioni, Stefano Marzari Voce e basso, Andrea Pedrotti Voce, chitarra, tromba ).Chiuderanno la rassegna sabato 24 novembre gli INFELTRIO (Marta Facco voce e chitarra, Fabiano Guidi Colombi voce chitarra e mandolino, Andrea Rampazzo voce chitarra basso armonica) con una serata dedicata a Franco Battiato dal titolo “Segnali di vita (nei cortili)”.

Anche quest’anno sarà possibile acquistare gli abbonamenti con posto riservato (26 euro per quattro spettacoli) o il biglietto singolo a 9 euro. Prevendite: online su www.cinemarex.it, oppure alla cassa del Cinema Rex e Cartoleria Sant’Osvaldo 2.

Email inviata con successo

Marchiatura bici al mercato della Coldiretti

12/10/2018 08:25

Sosta sicura al Mercato Coperto Padova Km Zero di Coldiretti Campagna Amica Padova per gli amanti delle due ruote. In fondo non c’è mezzo più ideale della bicicletta per la spesa a “km zero” a base di prodotti freschi e di stagione, del territorio. Sabato 13 ottobre dalle 8 alle 13 saranno marchiate le biciclette in collaborazione con gli Amici della Bicicletta di Padova. Per tutti una gustosa degustazione di prodotti a km zero firmata dagli agricoltori.

Le aziende agricole presenti al Mercato Padova Km Zero, in via Vicenza, propongono il meglio dell'agricoltura padovana di stagione, dalla frutta alla verdura fresca, dalla carne ai latticini, dal miele e vino alle confetture, dal pane alle piante. Novità nella novità la possibilità di farsi consegnare la spesa gratuitamente a domicilio grazie ad un pratico furgone elettrico messo a disposizione dal Mercato per raggiungere i clienti direttamente a casa. Tutte le informazioni durante l'orario di apertura.

Il nuovo punto vendita al coperto, in uno stabile da 600 metri quadrati completamente ristrutturato, ospita in questa prima fase circa venti aziende agricole padovane che hanno intrapreso con convinzione la strada della vendita diretta. Il mercato è aperto ogni sabato mattina dalle 8 alle 13 e mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 19.

Email inviata con successo

3 neonatologie contro la mortalità infantile

11/10/2018 10:40

Tre neonatologie in cui intervenire, in tre ospedali strategici dell’Etiopia, per ridurre la mortalità neonatale. Questo l’obiettivo del progetto “Newborn Survival” sviluppato da Medici con l’Africa Cuamm con il sostegno di AICS e in partnership con l’Ospedale Bambino Gesù, Informatici senza Frontiere (ISF), Dipartimento Pediatrico Universitario Ospedaliero Tor Vergata (DPUO TV) e Ethiopian Pediatrics Society (EPS).

Il progetto dedicato al potenziamento di tre unità di terapia intensiva neonatali dell’Etiopia è stato lanciato ufficialmente ieri, mercoledì 10 ottobre, ad Addis Abeba, durerà tre anni e punta a migliorare le condizioni di salute di 15.200 neonati. Un’emergenza silenziosa quella della mortalità neonatale, che ancora oggi in Etiopia causa la morte di 41 bambini su 1000 nei primi giorni dopo la nascita, molto spesso per la mancanza di mezzi adeguati a curarli nelle fasi immediatamente successive al parto: non solo incubatrici e ossigeno, ma anche personale formato per gestire gli effetti sui bambini di un parto complicato.

Per rispondere a questa emergenza, il progetto di Medici con l’Africa Cuamm coinvolgerà l’ospedale St. Paul di Addis Abeba, il secondo più grande del Paese, il St. Luke di Wolisso – di proprietà della Chiesa Cattolica Etiope, dove Cuamm è presente fin dalla fondazione del 2000 – e quello di Tulubolo. “I tre ospedali in cui interverremo – spiega don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm – rappresentano i tre livelli di intervento del sistema sanitario che vogliamo contribuire a potenziare. Tulubolo è l’ospedale rurale, Wolisso l’ospedale regionale per i casi complicati, il St.Paul di Addis Abeba il grande ospedale metropolitano di riferimento. Questo progetto, frutto di un accordo con il Ministero della salute etiope, durerà tre anni e, grazie al sostegno di AICS e di molti altri partner qualificati, contribuirà al miglioramento delle linee guida nazionali per la gestione dei neonati. Siamo orgogliosi di poter contribuire allo sviluppo di queste buone pratiche, perché solo così si può far crescere un sistema sanitario sostenibile in Africa”.

Nel corso dell’evento, Tiberio Chiari, direttore AICS Addis Abeba, ha sottolineato che: “La Cooperazione, come in tutti i paesi, sta cercando l’efficacia dell’aiuto, quindi la cosa più importante per noi sono i risultati. Abbiamo molta fiducia nei partner coinvolti in questo progetto: sia quelli pubblici, che quelli istituzionali italiani e Medici con l’Africa Cuamm sono tutti orientati a ottenere risultati. Ci aspettiamo poi anche un impatto importante sulle comunità”.

Nel quadro del progetto, a Wolisso verrà costruita una nuova unità per le terapie intensive dotata di un impianto di ossigeno centralizzato, mentre negli altri due ospedali la struttura esistente verrà potenziata, anche grazie alla fornitura di nuovo equipaggiamento e di culle termiche. Sarà sostenuto il sistema di riferimento dei casi complicati tra un ospedale e l’altro e il personale locale sarà formato per rispondere in maniera competente alle emergenze neonatali, oltre che per la manutenzione corretta delle attrezzature. Inoltre, sono previste attività nelle comunità che fanno riferimento agli ospedali, per coinvolgerle le donne nel miglioramento dei servizi offerti, ascoltandone i bisogni e sensibilizzandole sull’importanza del parto in struttura.

Email inviata con successo

A Pozzonovo la Festa della patata “merica”

11/10/2018 10:23

Torna a Stroppare di Pozzonovo la “Festa della patata merica”, giunta alla 19^ edizione, per celebrare un prodotto che in Italia prese piede solo verso il 1850, quando il conte Antonio Donà Delle Rose ne inziò una coltivazione intensiva nei terreni a ridosso dell’Adige. La coltura si estese poi in terra padovana, specialmente nella zona di Anguillara e Pozzonovo, anche per la particolare versatività dell’ortaggio.

I festeggiamenti si apriranno venerdì 12 e sabato 13 dalle 19.30 con lo stand gastronomico e le degustazioni. Domenica alle 9 in piazza si aprirà l’esposizione e la vendita in piazza della patata americana, di manufatti artigianali, giochi. Sarà possibile passeggiare in carrozza verso il Parco Valcorba. Alle 11.30 via allo stand con menù a base di patata americana. Alle 15 inaugurazione della ludoteca mobile e dell’animazione presso il campo sportivo; si esibirà anche la Banda di Monselice con le majorettes. Alle 15.30 il sindaco Arianna Lazzarini con l'assessore regionale Giuseppe Pan, il consigliere Fabrizio Boron e altre autorità provinciali e locali, parteciperanno alla Festa testimoniando la vicinanza delle rispettive Amministrazioni ai produttori di uno degli ortaggi più caratteristici della zona, e il ringraziamento al comitato organizzatore della Festa che per mesi ha lavorato con passione e dedizione.

Lunedì alle 19.30 sarà ancora aperto lo stand gastronomico, e alle 23.30 la manifestazione si chiuderà con i fuochi d’artificio; per tutte le giornate della manifestazione funzionerà una pesca di beneficenza dietro l’asilo, e nello spazio dedicato ai bimbi saranno a disposizione gonfiabili e una grandiosa ludoteca.

Email inviata con successo

Vigili del fuoco in sciopero il 13 ottobre

11/10/2018 09:21

I pompieri di Padova dichiarano nuovamente sciopero per il 13 ottobre. Le motivazioni della nuova mobilitazione sono state spiegate in un comunicato dall’Unione Sindacale di Base.

“Siamo in una continua battaglia mediatica dell'immagine perfetta, nulla fuori posto, tutto sempre in ordine, o forse in “riordino” come la spending review dei pompieri, quando si accendono i riflettori si prepara la macchina in pompa magna e la gara del più bello, del perfetto, inizia raccontando solo l'aspetto di facciata dove dietro si cela la tragica realtà. Oggi fare il Vigile del Fuoco significa trasformarsi in una grossa pezza con mastice, pronto a rattoppare le falle enormi che le varie riorganizzazioni all’insegna del risparmio ci hanno trasformato. Siamo rimasti in pochi e sempre a rischio chiusura delle sedi periferiche, Abano Terme su tutte. Non riusciamo a fare formazione, a svolgere tutti i servizi interni correlati al soccorso, una situazione non più tollerabile. E’ il quinto sciopero in poco più di un anno e siamo pronti ad ulteriori forti azioni di protesta a dimostrazione del disagio lavorativo e le condizioni con cui sono costretti ad operare i vigili del fuoco. Questo appello è rivolto a tutti, cittadini in primis che non si vedono garantito un servizio e con molta probabilità dovranno subire ritardi nei soccorsi. Ormai la sede centrale non riesce a comporre due squadre di intervento, ne va che se l’unica squadra disponibile è impegnata in soccorso, si debba chiedere l’ausilio di squadre che provengono dalle sedi dislocate in provincia o, nel peggiore dei casi, fuori provincia. A breve saranno ulteriormente ridotte le squadre operative per altre carenze venutesi a creare. Questo appello al sostegno è rivolto anche a tutte le compagini politiche perché serve uno sforzo co-mune per garantire al meglio un servizio indispensabile”.

Email inviata con successo

Villafranca Padovana: due rotatorie sulla Sp12

11/10/2018 08:57

E’ stato firmato ieri un protocollo d’intesa tra il presidente della Nuova Provincia di Padova Enoch Soranzo e il sindaco del Comune di Villafranca Padovana Luciano Salvò per realizzare due nuove rotatorie che metteranno in sicurezza il traffico verso l’Alta padovana. Si tratta delle intersezioni che regolano gli incroci della Sp 12 “della Torre Rossa” con via Verga e con via Madonna. La Provincia ha già stanziato a bilancio il cofinanziamento di oltre 305mila euro sui 555mila previsti dal piano economico per la realizzazione delle due rotatorie. La restante parte sarà messa dal Comune di Villafranca padovana (55mila euro con fondi propri e 194mila euro utilizzando un contributo regionale).

“Questa firma – ha spiegato il presidente Soranzo – rappresenta un passaggio importante per arrivare quanto prima ad aprire i cantieri. L’accordo stabilisce chi fa cosa, in quali tempi e, soprattutto, assegna con certezza il contributo provinciale. In questo modo le competenze sono ben definite e si potrà finalmente dare una soluzione concreta alla necessità di garantire sicurezza stradale ai cittadini di Villafranca e dell’intera area contermine. Ricordo, infatti, che il centro abitato è interessato anche dal traffico di attraversamento di chi arriva da Padova e viaggia verso l’Alta padovana e il Comune di Campodoro. Dunque quest’opera va a migliorare tutta la viabilità di questa parte del territorio”.

Il documento prevede che i due enti collaborino insieme per rispettare quanto stabilito dall’accordo siglato ad aprile 2017 tra la Regione e il Comune per ottenere il finanziamento regionale. “Quest’opera – ha aggiunto il sindaco Salvò – è attesa da tanti anni perché le intersezioni sono a ridosso del centro abitato e ad elevata pericolosità. Con questo intervento sarà possibile sia moderare il traffico, sia consentire un’immissione più fluida e sicura dei veicoli che incrociano la provinciale. Il nostro Comune ha messo fondi propri ai quali abbiamo aggiunto un contributo regionale ottenuto partecipando a un bando sulla legge numero 39. Ora faremo tutto quanto è nella nostra possibilità affinché le opere vengano cantierate quanto prima”.

Ora dovrà quindi essere approvato dalle due amministrazioni (provinciale e comunale) il progetto definitivo ed esecutivo delle nuove rotatorie. La Provincia, ente appaltante, predisporrà la progettazione delle opere, si occuperà dell’appalto e della direzione dei lavori. Il Comune di Villafranca provvederà all’adeguamento degli strumenti urbanistici, darà il via agli espropri e a tutti gli atti necessari per i vari passaggi di proprietà. Resta a carico dell’amministrazione comunale la manutenzione dell’aiuola interna alle nuove rotatorie, dei tratti di pista ciclabile e delle eventuali zone di viabilità dismesse e trasformate in aree verdi. La Provincia apporrà infine tutta la segnaletica necessaria.

Email inviata con successo

Croce Rossa, iscrizioni aperte a Cittadella

10/10/2018 11:35

Sono aperte le iscrizioni per il corso base per aspiranti volontari della Croce Rossa Italiana, organizzato dal Comitato di Padova, nella sede della Croce Rossa di Cittadella, nella ex scuola elementare di Facca (ingresso posteriore da via Nicoletti).

Lunedì 15 ottobre alle 20.45 nella sede di Cittadella, si svolgerà la serata di presentazione aperta a tutti e non vincolante. Verrà illustrata l'articolazione del corso che si sviluppa con lezioni serali bisettimanali, al lunedì e al mercoledì, e si potranno avere tutte le informazioni specifiche. Attraverso il corso base si entra a far parte della Croce Rossa Italiana, potendo poi approfondire l'attività di volontariato secondo le proprie attitudini e disponibilità grazie alle numerose proposte formative. Il corso è aperto a uomini e donne a cominciare dai 14 anni di età.

E' possibile e consigliata la pre iscrizione al corso, non vincolante, registrandosi nel sito http://gaia.cri.it. Per ulteriori informazioni contattare: associazione.cittadella@cripadova.it.

Email inviata con successo

Bomba a Carmignano, iniziati i lavori

10/10/2018 10:48

Gli specialisti del 2° reggimento genio guastatori hanno dato inizio all’Operazione CARMENTA, avviando i lavori di preparazione sul sito della bomba d’aereo, ritrovata il 17 aprile in un terreno agricolo a poca distanza dalla linea ferroviaria di Carmignano e dalla SR53 “Postumia”. L’ordigno di tipo MK 1-8 di fabbricazione inglese, e risalente al secondo Conflitto Mondiale, era stato allora immediatamente ispezionato e messo in sicurezza dagli artificieri dell’Esercito Italiano.

Questa fase esecutiva, dedicata ad allestire le protezioni per contenere gli effetti di un esplosione controllata, fa seguito alla puntuale pianificazione eseguita dal Comando Forze Operative Nord di Padova in coordinamento con la Prefettura di Padova ed i Comuni interessati. Il caso riveste carattere di importanza e vera particolarità, in quanto il manufatto versa in situazione delicate e, dunque, l’operazione di brillamento verrà eseguita interamente sullo stesso luogo. Si tratta di un’operazione fondamentale, effettuata dai genieri appartenenti alla Brigata Alpina “JULIA” in queste settimane che precedono il giorno del disinnesco, previsto per domenica 14 ottobre dalle Autorità competenti, rivolta alla protezione e alla salvaguardia della cittadinanza, con la cornice di sicurezza garantita durante tutte le fasi dalle Forze dell’Ordine.

La struttura protettiva è stata costruita utilizzando sistemi speditivi ma efficaci, che derivano proprio dalla esperienza operativa assimilata nei teatri operativi esteri. Questa tecnica si avvale di materiali dedicati ad allestire in breve tempo barriere atte a mitigare effetti delle esplosioni, contenendo in particolare la proiezione di frammenti, consistenti in elementi modulari autoportanti e di terreno, appositamente assemblati e combinati, secondo i criteri di stabilità dinamica e statica.

Email inviata con successo

Giornata Nazionale delle famiglie al Museo

10/10/2018 10:43

Il 14 ottobre è una giornata dedicata a bambini e genitori. L'evento, promosso dall’Associazione Famiglie al Museo e patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) e numerose istituzioni italiane, si preannuncia già un grande successo, con l'adesione di centinaia di musei in tutta Italia. Il Comune di Padova ha confermato anche per il 2018 l'adesione all'iniziativa, che si propone di avvicinare le famiglie al patrimonio culturale e far crescere la consapevolezza della propria storia e promuovere i musei e le sedi museali come una realtà accogliente. Fondamentale per l'organizzazione di questa speciale giornata si è rivelato il sostegno delle Associazioni cittadine Arc.A.Dia, ImmaginArte, La Torlonga, Rossodimarte, che danno appuntamento ai Musei Civici Eremitani, Palazzo Zuckermann e Loggia e Odeo Cornaro con quattro percorsi didattici ideati sul tema “Piccolo ma prezioso”.

GLI APPUNTAMENTI

- Caccia allo scrigno prezioso: Attraverso una serie di indizi forniti via-via dagli operatori didattici che coordinano l’attività, i bambini potranno conoscere tante curiosità e aneddoti, per scoprire le monete d’oro conservate nella collezione numismatica del museo Bottacin. I partecipanti saranno suddivisi in due squadre, contraddistinte da diversi colori e diventeranno i protagonisti “pirati” di una avvincente caccia allo scrigno, all’interno del quale sarà custodito un ricco tesoro di monete preziose.

- Piccolo ma prezioso: un appassionante percorso tra le sale romane alla ricerca dei piccoli oggetti che accompagnavano bambini, donne, uomini nel lungo viaggio nell’aldilà …, con laboratorio finale sui riti funerari di età romana. Il percorso di visita e il piccolo laboratorio si svolgeranno nelle sale romane.

- Piccola ma preziosa: la miniatura, l'immagine di San Girolamo allo scrittoio di Francesco Squarcione sarà lo spunto per scoprire luoghi, strumenti, materiali e tecniche della miniatura medievale. Nel laboratorio didattico i bambini potranno ammirare immagini di codici miniati e sperimentare loro stessi come realizzarle. Infine si insegnerà loro come creare un segnalibro, decorando una carta pergamena incollata su cartoncino. Bambini e genitori potranno lavorare insieme.

- Manifestiamo per Padova: un’incursione nella spettacolare cornice architettonica della Loggia Cornaro per far conoscere ai più piccoli i segreti dello splendido giardino di Alvise Cornaro. I visitatori adulti saranno accompagnati in un percorso guidato alla scoperta delle meraviglie del rinascimento padovano, mentre sotto la Loggia sarà proposto un laboratorio creativo per bambini per creare un manifesto sulla città di Padova con la composizione di disegni, articoli di giornale e piccoli oggetti. Il laboratorio vuole sviluppare la creatività e la capacità di osservazione dei ragazzi che, con la collaborazione degli operatori didattici, saranno aiutati a scegliere il tema del proprio manifesto (ambiente, cultura, società, eventi) e, al termine del lavoro, illustreranno alla platea degli altri partecipanti la propria idea di città come dei veri urbanisti.

Email inviata con successo