VARCHI

Ztl, si cambia
ma solo in parte

12/10/2018 15:46

Varchi aperti la domenica mattina, fino alle 14, per andare a messa e in pasticceria, e ogni sera dalle 20 alle 21,30 per agevolare i residenti e chi vuole andare a cena fuori.

Ztl, si cambia dunque, ma solo in parte. E’ questo l’esito dell’incontro di oggi a Palazzo Moroni tra sindaco Sergio Giordani, il vicesindaco Arturo Lorenzoni e le categorie dei commercianti, non contente dell’ampliamento dell’orario di chiusura del centro storico alle auto, da luglio protratto dalle 20 alle 23,30.

Il Comune ha accettato di buon grado un confronto, pronto a modificare qualcosa pur rispettando l’ambiente, il decoro cittadino, le necessità di chi abita in centro. "Siamo sempre stati disposti al dialogo - precisa Lorenzoni - ma resto dell'idea che le auto in centro, specialmente in alcune vie, non siano la soluzione giusta".

Baristi, ristoratori, commercianti non sono del tutto soddisfatti, vorrebbero di più ovvero tornare com’era prima, con il blocco alle auto fino alle 20.30

Se Confesercenti chiede più parcheggi a disposizione, l’Appe, con la vicepresidente Federica Luni, fa notare come queste finestre serali creerebbero solo più confusione: “L’ansia di prendere la multa – dice la Luni – farà restare a casa i padovani”.

Patrizio Bertin, presidente Ascom, dal canto suo non molla e promette di bussare ancora alla porta dell’amministrazione. “Sono contento solo a metà – dice il presidente – Ho suggerito di multare di parcheggia in modo selvaggio senza penalizzare la collettività per gli errori di pochi e di aprire alcune vie di accesso, le Riviere, per esempio”.

Insomma, il braccio di ferro sulla ztl continua.


 
Nessun commento per questo articolo.