IL PARADISO DI REVEDIN BOLASCO

Il parco più bello
"appartiene" al Bo

13/10/2018 08:33

Il Parco Bolasco è il più bello d'Italia. Di proprietà dell'università di Padova dal 1967, situato a Castelfranco Veneto, si è aggiudicato il primo posto della XVI edizione del concorso Parchi pubblici, promosso dal network ilparcopiubello.it che premia le bellezze verdi del territorio italiano. La cerimonia di premiazione si è tenuta ieri, venerdì 12 ottobre, alla presenza del Rettore Rosario Rizzuto, il governatore Zaia e il sindaco di Castelfranco Veneto Marcon. "Il progetto originario è stato mantenuto con rispetto - ha spiegato proprio il Rettore - La presenza del Cipram, ente universitario che ospita momenti di formazione internazionale, è simbolo di impegno accademico. Il futuro sarà quello di creare ancor più sinergie tra i vari luoghi dell'Università per incentivare lo scambio di competenze". La villa, edificata fra il 1852 e il 1865 dal conte Francesco Revedin, è legata a diversi personaggi illustri: nel '500, la proprietà dei Cornaro, era nota come "paradiso"; Vincenzo Scamozzi ristrutturò il complesso nel 1607 prevedendo una nuova peschiera e un giardino cintato; Orazio Marinali sistemò le sue “cento candide statue” in età barocca ai lati del rettilineo "stradon"; Giovanni Battista Meduna, fu il progettista della villa, al quale succedette lo scenografo Francesco Bagnara. Infine Antonio Caregaro Negrin, allievo di Bagnara e di Giuseppe Jappelli, che nel 1868 ridisegnò, per i nuovi proprietari Rinaldi, il precedente giardino con sentieri sinuosi che presero il posto dei viali rettilinei. Attualmente il parco è composto da un alternarsi di prati, specchi d’acqua, collinette, gruppi arborei e architetture. Sullo sfondo si erge la "cavallerizza”, un elemento particolare dovuto al francese Marc Guignon, si tratta di un'arena per equitazione coronata da 52 statue e introdotta da due statue equestri collocate al di sopra di alti basamenti. Il premio oggi certifica la qualità e lo spessore di uno dei luoghi più caratteristici del territorio.


 
Nessun commento per questo articolo.