DOPO LA CONFERENZA STAMPA

Pedro in Comune
La critica del SAP

16/10/2018 17:11

Il Sindacato Autonomo di Polizia SAP critica la scelta, definita "incredibile" del Sindaco di Padova Sergio Giordani, che "ha concesso l'utilizzo di una sala consigliare pubblica per permettere agli esponenti del Centro Sociale “Pedro” l'organizzazione di una conferenza stampa contro un legittimo provvedimento del Questore di Padova". Si legge nel comunicato stampa diramato dal segretario provinciale Mirko Pesavento, che "I provvedimenti nei confronti dei sei attivisti del centro sociale si riferiscono ai gravissimi fatti accaduti il 17 luglio 2107 e afferenti gli scontri di piazza dove vi furono anche dei feriti tra le forze dell'ordine. E' inconcepibile come il primo cittadino che tra l'altro ha su di se la delega alla sicurezza, permettere a questi soggetti di esprimere una violenza verbale contro la polizia proprio all'interno di un palazzo che dovrebbe essere garanzia di legalità e rispetto delle Istituzioni. Al contrario, gli esponenti del centro sociale in piazza delle Erbe l'anno scorso, si sono resi protagonisti di scontri e violenze non solo contro la polizia, ma mettendo anche a rischio l'incolumità dei cittadini padovani. Le stesse violenze che si sono ripetute nel corso degli ultimi 20 anni e che hanno avuto sempre un unico denominatore: violare la Legge. Perchè quando in piazza si scende armati di bastoni, spranghe e qualsivoglia oggetto atto a colpire le forze dell'ordine, coperti in viso, significa infrangere le più elementari regole di convivenza e nello sfidare la polizia, violare tutte le norme vigenti che al contrario dovrebbero tutelare la libertà di ogni singolo cittadino di esprimere il proprio dissenso ma senza usare violenza. E' paradossale che ben cinque consiglieri di maggioranza e due assessori abbiamo conpartecipato a questa iniziativa, senza che il Sindaco Giordani abbia mai preso una netta distanza proprio per tutelare le Istituzioni locali e l'Autorità di Pubblica Sicurezza della città di Padova. La sanzione dell'innoservanza del foglio di via obbligatorio dovrà essere applicata nei confronti di questi soggetti, in tutti i casi in cui i destinatari del provvediemento attraverseranno il comune di Padova, indipendentemente dalla durata o dalla temporaneità della loro presenza. Ciò anche in risposta alle irridenti e oltraggiose spiegazioni con cui gli interessati hanno ammesso l'elusione del provvedimento. Vedremo se questi esponenti politici per primo il Sindaco Giordani, permetteranno in futuro, mettendo ancora a disposizione le aule di Palazzo Moroni, a questi signori di spiegare ai cittadini come si possa violare quanto previsto dalla Legge, prendendosi gioco sfacciatamente di tutto e di tutti, Sindaco compreso. Ci dica il primo cittadino con delega alla sicurezza da quale parte sta. Anzi gli chiediamo pubblicamente se riterrà opportuno conferire degli attestati e riconoscimenti agli uomini in divisa che il 17 luglio 2017 furono feriti, manifestando così la propria gratitudine nonché la propria contrapposizione verso coloro che vedono nei poliziotti i nemici da abbattere".


 
Nessun commento per questo articolo.