SCAMPIO

Imbratta i muri della
città: Ultras denunciato

09/11/2018 14:48

È stato identificato e denunciato dalla Digos di Padova il secondo autore dell’imbrattamento di una palazzina del centro storico della città la notte del 15 settembre scorso. Si tratta di un giovane di 25 anni, disoccupato, e durante le perquisizione in casa sono stati sequestrati felpa e pantaloni usati la sera dell’imbrattamento.

La scritta recitava: “IL FERRO DIVENTA RUGGINE MA NON SI SPEZZA”, seguita dalla sigla “EDU.PD”, riconducibile al gruppo ultras patavino “Educazione Padovana” vicino ai movimenti politici di estrema destra.

Lo sfregio è stato fatta sul muro di un edificio di importante interesse storico e artistico in via delle Boccalerie. Le immediate indagini svolte dalla DIGOS hanno consentito di individuare, attraverso una disamina delle immagini registrate da impianti di video-sorveglianza cittadina e private, anche il secondo responsabile del danneggiamento, aderente al richiamato gruppo ultras “Educazione Padovana”.

Prima di lui era stato denunciato un 41enne, sempre individuato attraverso le immagini della videosorveglianza, per lo stesso reato il 26 settembre scorso.


 
Nessun commento per questo articolo.