GOVERNO

Padoan: “Manovra di
bilancio pericolosa”

13/11/2018 07:57

"La manovra del governo potrebbe spingere l'Europa ad aprire una procedura di infrazione che renderebbe la nostra autonomia e la nostra sovranità molto più piccole di prima". Lo ha detto l'ex ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, ieri sera a Padova per un incontro sulla legge di bilancio organizzato dal Pd alla Fornace Carotta. "Innanzitutto - ha proseguito - vediamo che tipo di manovra verrà presentata dal governo. Nell'ipotesi che voglia lasciare invariata la manovra, come sembra voler dire, credo che sia inevitabile una procedura di infrazione. D'altra parte il ministro Tria ha anche detto che vuole rivedere le stime sul Pil, e questo non rende la vita più facile perchè peggiora ulteriormente la finanza pubblica". Padoan ha spiegato quindi che "un paese in procedura di infrazione ogni tre mesi riceve una squadra di tecnici della Commissione che verificano i conti, quindi la nostra autonomia e la nostra sovranità - ha spiegato - sono molto più piccole di prima. Nelle scorse settimane ho sempre detto che questa manovra è sbagliata e pericolosa e continuo a pensarlo anche oggi. C’è molta confusione sulle previsioni di crescita del paese: il ministro dell'Economia aveva fatto una stima del +1,5% del Pil, una crescita che per tutti era troppo ambiziosa, e adesso ha rifatto le stime. Cambiare la stima della crescita così repentinamente ha qualcosa di sospetto. Anche sul fronte del deficit il 2,4% era dato come la linea del Piave, con quella scena di giubilo dal balcone che mi ha turbato. Oggi l'ufficio parlamentare di bilancio ha annunciato che il 2,4% non sarà sufficiente a coprire le decisioni di spesa in manovra, e che sarà almeno al 2,6%.”

E conclude: "Una crescita più bassa e deficit più alto, è questo quello che noi presentiamo a Bruxelles, e si va in una direzione sbagliata, con un debito che cresce e uno spread che sale diamo la visione di un paese autolesionista". E ancora "c'è confusione sulle singole misure come il reddito di cittadinanza, la controriforma della legge Fornero e la Flat tax su cui nulla è dato sapere".


 
Nessun commento per questo articolo.