No violenza, il questore forma i giovani

23/11/2018 15:31

Domani al teatro Ruzante, dalle 9.30 fino alle 12, a Padova si terrà un convegno dal tema "questo non è amore". L'evento è stato promosso dalla questura di Padova con il patrocinio del Comune e con la collaborazione del centro Veneto progetto donna e si inserisce nelle iniziative correlate alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Introdurrà il Questore di Padova a cui seguiranno interventi di esperti del settore, intervallati da proiezioni video. Parteciperanno all'evento alunni di quarte e quinta superiore di diversi istituti scolastici.

Email inviata con successo

Il quartiere Cave avrà una nuova piazza

23/11/2018 11:21

350 mila euro e 240 giorni di lavoro per la realizzazione di quella che sarà la nuova piazza del quartiere Cave.

A dare l’annuncio l’assessore ai lavori pubblici Andrea Micalizzi che ha presentato il progetto, pronto per la fase esecutiva. “In questa zona, oltre a tutto il cemento che già c’è – ha spiegato l’assessore - erano previste nuove edificazioni. Il Comune per fortuna è riuscito a bloccare quest’iniziativa e dove ci sarebbero stati nuovi palazzi ci sarà invece una piazza verde, lo spazio per il mercato, per manifestazioni di quartiere".

I lavori dovrebbero partire tra la primavera e l’estate, il nome della piazza ancora da decidere. Si pensa di intitolarla ai ragazzi di Chiesanuova e Cave che hanno perso la vita in incidenti stradali.

Email inviata con successo

Strade chiuse per lavori, ecco dove

23/11/2018 10:42

Per lavori viene disposta la chiusura temporanea al traffico veicolare di via Gaspara Stampa, lunedì 26/11/2018, dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14 alle ore 18 e la sospensione temporanea dell’area pedonale di via Del Santo e via San Francesco, per il medesimo periodo.

Per lavori, viene chiusa temporaneamente al traffico veicolare di via Santa Chiara, domenica 2/12/2018, dalle ore 8.30 alle ore 12.

Email inviata con successo

Raccolta fondi per neurologia pediatrica

23/11/2018 07:58

Giovedì 22 novembre si è tenuta al punto vendita di Alì Sotto il Salone la conferenza stampa di presentazione del progetto natalizio di raccolta fondi per l'Associazione “Uniti per Crescere” alla presenza di: Dott.ssa Roberta Colella, Vice Presidente dell’Associazione Uniti per Crescere, Prof. Annamaria Laverda, Socia Fondatrice di Uniti per Crescere, Alice Contin, responsabile dell’ufficio stile e prodotto di Ju’sto ed il Dott. Matteo Canella, responsabile degli Affari Generali di Ali S.p.A.

L’Associazione opera nell'ambito della Neurologia Pediatrica dell'Ospedale di Padova, per assicurare ai bambini affetti da malattie neurologiche le migliori cure e gli stessi diritti dei loro coetanei, ad oggi, grazie alla vendita di braccialetti Ju’sto nei supermercati Alì e Alìper, è già riuscita a portare a casa un totale di 43.150,00 euro.

Il progetto è nato dalla collaborazione di due realtà private: i supermercati Alì, storica azienda padovana che conta 111 punti vendita nel territorio veneto e in provincia di Ferrara, e Ju'sto srl, brand italiano di borse e accessori distribuiti in tutto il mondo. Per il secondo anno consecutivo, le due aziende hanno collaborato per creare una “stellina” natalizia, la cui vendita possa sostenere i progetti rivolti ai piccoli pazienti del reparto di neurologia pediatrica dell’Ospedale di Padova. “Grazie ad Alì e JU’STO per aver creduto nel progetto di Uniti per Crescere volto a finanziare una borsa di dottorato triennale dando vita a questa partnership, che permetterà al reparto di Neurologia, in grave sofferenza di organico, di avere un’importante risorsa in più. Questa iniziativa, sostenuta grazie alla generosità di Alì, JU’STO e di quanti contribuiranno acquistando le stelline, darà la possibilità di fornire risposte sempre più efficaci ai peculiari e speciali bisogni dei nostri pazienti e delle loro famiglie” dichiara il Dott. Stefano Sartori, Pediatra Neurologo coordinatore della Neurologia e Neurofisiologia Pediatrica di Padova.

“Sono passati dieci anni dalla nascita di Uniti per Crescere. Siamo cresciuti e i progetti sono diventati sempre più numerosi e ambiziosi. Abbiamo per questo ancora più bisogno di partner importanti come Alì e JU’STO per realizzarli. A loro va il grazie di cuore mio, del Presidente Prof Giorgio Perilongo e di tutti i soci” afferma la Dott.ssa Colella Zito, Vice Presidente dell’associazione “Uniti per Crescere”.

“Da due anni sosteniamo l’associazione “Uniti per Crescere”, in collaborazione con Ju’sto. Le prime due iniziative hanno avuto un grande successo grazie alla partecipazione dei nostri clienti. Con entusiasmo iniziamo questa nuova raccolta fondi – afferma Matteo Canella, Responsabile Affari Generali di Alì S.p.A. –. Alì è da sempre impegnata nel sociale e la maratona per Uniti per Crescere continua anche a Natale, queste stelline hanno infatti una grande valenza sociale”.

“Ju’sto riconferma l’impegno alla creazione di temi studiati esclusivamente per Uniti per Crescere a sostegno e fiducia del lavoro dei medici e di tutti gli operatori che ogni giorno aiutano i bambini e le loro famiglie. Il progetto della stella, da sempre simbolo del Natale, è stato pensato per continuare il lavoro svolto sino ad ora ed illuminare le stelle più preziose che sono questi bimbi che necessitano di cure appropriate” spiega la Responsabile Ufficio Stile e Prodotto Ju'sto srl, Alice Contin.

Email inviata con successo

Apre lo spazio Natale di Emergency

23/11/2018 07:52

Apre anche a Padova, così come in altre 13 città italiane, lo Spazio Natale di Emergency, allestito da tutti i volontari veneti della ONG. Dal 24 al 26 novembre e dal 29 novembre al 23 dicembre (dalle 10.00 alle 19.30), in Riviera dei Ponti Romani 44, i padovani potranno trovare un luogo accogliente in cui trasformare l’affannosa ricerca del regalo perfetto nella possibilità di garantire cure alle vittime della guerra.

Agende e calendari, accessori e capi d’abbigliamento, libri e giocattoli, gadget e articoli di cancelleria: l’ampio ventaglio di proposte regalo comprende anche soluzioni originali, come i gioielli ricavati dall’alluminio delle mine antiuomo, e idee tradizionali, come la pallina di EMERGENCY da appendere all’albero o il domino in legno decorato con motivi natalizi. Allo Spazio Natale, inoltre, ci sarà la possibilità di comporre ceste natalizie personalizzate con prodotti enogastronomici, come vino e specialità dolciarie regionali, che l’organizzazione riceve in dono da più di 600 aziende italiane.

Il ricavato sarà destinato agli ospedali di EMERGENCY in Afghanistan e Iraq, dove, nonostante i rischi quotidiani, l’organizzazione continua a offrire prestazioni mediche gratuite e di elevata qualità. La prima metà del 2018 ha visto il più alto numero di vittime civili in Afghanistan degli ultimi dieci anni, 5.122, mentre in Iraq i conflitti nel nord del Paese e nei territori limitrofi hanno portato recentemente a un riacuirsi della tensione. Presente in Afghanistan dal 1999, EMERGENCY ha curato quasi 6 milioni di persone negli ospedali di Kabul e Lashkar-Gah, nel centro di maternità di Anabah e nei posti di primo soccorso. In Iraq, invece, EMERGENCY ha curato oltre 950.000 persone, nei campi profughi del Kurdistan iracheno e nel Centro di riabilitazione e reintegrazione sociale di Sulaimaniya.

EVENTI

Lo Spazio Natale di Padova sarà anche sede di tanti eventi che inizieranno proprio questo fine settimana: sabato 24 alle ore 15.30 verrà infatti inaugurata nel negozio la mostra di elaborati grafici e plastici del Liceo Artistico Modigliani di Padova ispirata al settantesimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e intitolata “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti”. Alle ore 17.00, invece, ci sarà l’inaugurazione ufficiale dello Spazio con l’esibizione del gruppo musicale padovano ManausBlues.

Domenica 25 a partire dalle 10.30, le ragazze della Prima squadra femminile di Aduna Volley Padova, la B2 Eraclya, saranno “commesse per un giorno” e supporteranno i clienti nella scelta dei loro regali. L’iniziativa si inserisce nel quadro della Charity Partnership tra Aduna Volley ed Emergency, avviata nei mesi scorsi e fortemente voluta dal Presidente della Squadra Franco Frizzarin. Ma gli eventi dello Spazio non si esauriranno questo weekend: durante tutto il mese di apertura saranno moltissimi i momenti culturali aperti alla cittadinanza, dall’esibizione di Herman Medrano alla presentazione di numerosi libri.

“È il pensiero che conta” vale due volte per i regali di EMERGENCY perché spesso dietro a molti oggetti si nascondono storie emozionanti. Due delle novità di quest’anno vengono proprio da Iraq e Afghanistan: articoli di pelletteria realizzati da ex-pazienti del Centro di Sulaimaniya che hanno seguito un corso di formazione in ospedale, e orsetti di tessuto fatti a mano da una cooperativa tessile tutta al femminile di Bamiyan. A questi si aggiungono i portachiavi in ceramica, lavorata da un artigiano di Castelli, in provincia di Teramo, dopo il sisma, e gli immancabili prodotti della filiera solidale, molti dei quali provenienti dalle carceri. Inoltre, come in passato, il pubblico potrà vivere un’esperienza virtuale indossando visori a 360° per visitare i progetti di EMERGENCY in Afghanistan. Un operatore di EMERGENCY guiderà i visitatori, attraverso reparti e corridoi, alla scoperta del Centro chirurgico di Kabul e delle storie dei pazienti.

Email inviata con successo

Gara europea per gestione del verde

22/11/2018 08:31

La gestione del verde pubblico a Montegrotto Terme cambia completamente registro. Dopo due anni e mezzo di studio da parte dei tecnici del Comune e di uno studio di progettazione specializzato, l’amministrazione comunale, grazie all’impegno del Consigliere Lodino Zella delegato alle manutenzioni, ha redatto e approvato un progetto triennale e lo ha inviato alla centrale unica di committenza della Provincia di Padova che sta espletando la gara europea per l’affidamento. “Si tratta di una novità particolarmente importante per il nostro Comune - spiega il sindaco Riccardo Mortandello - perché siamo finalmente giunti a una programmazione pluriennale con un controllo totale del territorio prima mancante. Lo strumento della gara europea è svincolato da qualsiasi dinamica clientelare locale. Teniamo presente che la gestione del verde, assegnato in piccoli lotti sempre ad affidamento diretto, è stato uno degli elementi fondanti delle problematiche giudiziarie che hanno coinvolto le precedenti amministrazioni. Dopo aver riportato il decoro nel verde del Comune sampietrino con quest’atto giriamo anche definitivamente pagina con quelle modalità”.

Il principio che ha guidato i tecnici nella redazione del progetto è stata la riqualificazione con l’obiettivo di riportare le aree verdi a livelli degni di una destinazione turistica, ripensando al design delle aiuole e degli spazi e programmando sfalci e potature tenendo conto della delicatezza della tematica del verde pubblico. “In molti in questi due anni e mezzo di mandato - aggiunge Mortandello - hanno speculato politicamente su tema, ben sapendo della situazione di estremo disagio da cui siamo partiti, dovuta a una gestione clientelare che ha portato negli anni ad un enorme spreco di risorse. Ora siamo arrivati a una svolta. Per il futuro la grande ambizione è arrivare a una gestione unica per tutti i comuni del bacino Terme e Colli, in particolare modo Abano e Montegrotto”.

Email inviata con successo

A San Martino di Lupari la Festa dell’Albero

22/11/2018 08:05

Come tradizione anche San Martino di Lupari ha celebrato la sua “Festa dell’Albero” e quest’anno l’amministrazione ha scelto per l’occasione la Scuola dell’Infanzia di Campretto. Il sindaco Gerry Boratto in persona, assieme ai piccoli alunni della scuola, ha provveduto alla piantumazione di un esemplare di “Celtis australis”, più comunemente conosciuto come “Bagolaro”. La scelta, dunque, è ricaduta ancora una volta su una specie autoctona e su una pianta già adulta, in grado dunque di decorare fin da subito l’area verde nella quale è stata collocata.

La cerimonia è stata anche l’occasione per inaugurare ufficialmente la nuova area giochi di Campretto, dotata di nuove attrazioni apprezzatissime dai più piccoli. Oltre un centinaio tra genitori e nonni gli adulti intervenuti questa mattina alla cerimonia che è arrivata a conclusione di un lungo percorso fatto dai bambini sul tema dell’albero e dei suoi molteplici significati. “Ancora una volta siamo riusciti a rendere felici i nostri cittadini più giovani e a dare loro uno spazio ancora più bello e più vivibile” ha commentato il sindaco Gerry Boratto.

Email inviata con successo

Violenza sulle donne: incontro della Lega

22/11/2018 07:55

Il Gruppo Donne Lega e la Sezione Lega di Padova organizzano un incontro pubblico con la presenza dell’assessore regionale alle politiche sociali Manuela Lanzarin. Un momento di riflessione e di approfondimento per affrontare il tema del femminicidio e della violenza di genere. L’iniziativa, dal titolo “Passi avanti contro la violenza sulle donne”, si terrà domenica 25 novembre alle ore 10.30 alla sala Anziani di Palazzo Moroni in via VIII Febbraio a Padova.

Interverranno l’assessore della Regione Veneto Manuela Lanzarin, la consigliera comunale e componente del Gruppo Donne Lega Vanda Pellizzari, il direttore di PadovaOggi Ivan Grozny Compasso, l’attrice Luisa Baldi e l’autrice di poesie Elisabetta Carminati. Condurrà l’incontro la giornalista e scrittrice Barbara Codogno.

Il convegno è stato organizzato in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne e rappresenta la prima edizione di confronto pubblico sul tema organizzato dalla Lega cittadina.

Email inviata con successo

Generale Visone incontra Giordani

22/11/2018 07:48

Il Generale Corpo d’Armata Aldo Visone, Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto”, nella giornata di ieri ha incontrato a Palazzo Moroni il Sindaco Sergio Giordani. I due hanno rinnovato le reciproche attestazioni di stima e amicizia e, nella circostanza, il primo cittadino ha espresso parole di elogio per l’attività svolta dall’Arma dei Carabinieri nel continuo e costante controllo del territorio in diretta simbiosi con la Prefettura, conseguendo risultati importanti nella prevenzione e nella repressione dei reati, senza mai trascurare l’importante aspetto di vicinanza e sostegno alla cittadinanza e alle categorie produttive ed economiche che costituiscono il tessuto sociale di Padova.

Durante la visita, il Sindaco Giordani ha consegnato al Generale Visone il sigillo della città quale riconoscimento per la proficua e serena collaborazione, nonché per l’attenzione dimostrata nei confronti della città negli ultimi due anni di permanenza dell’alto ufficiale a Padova. Nel ringraziare il Sindaco per il prestigioso riconoscimento, il Generale gli ha donato il libro “Carabinieri per la Democrazia”, esprimendo sentimenti di cordialità e gratitudine nei confronti dell’Amministrazione Comunale e della cittadinanza che costituisce l’ossatura principale di una società sana e laboriosa.

Email inviata con successo

In città differenziata nel 95% del territorio

21/11/2018 10:03

Ammonta a 95% la percentuale di raccolta differenziata avviata a recupero nel territorio di Padova. È questo uno dei dati più significativi che si evince dal nuovo report di AcegasApsAmga Sulle tracce dei rifiuti. Il rapporto, giunto all’9a edizione del Gruppo Hera, ed alla 5a nella multiutility del nord-est, sfata da tempo il mito secondo cui i rifiuti vengono conferiti tutti insieme. Quest’anno il report evidenzia il tasso di riciclo che per i territori serviti da AcegasApsAmga ammonta al 47%. Nello specifico il tasso di riciclo indica la percentuale di quanto materiale viene effettivamente riciclato, dove il totale è rappresentato dai rifiuti differenziabili raccolti (inclusi quindi i rifiuti che potrebbero essere differenziati ma che sono stati conferiti nei contenitori dell’indifferenziato). Il tasso di riciclo è uno dei nuovi parametri fissati dall’Unione Europea per la promozione e lo sviluppo dell’economia circolare. Manca poco al target relativo al tasso di riciclo complessivo, che l’Unione Europea ha fissato al 55% entro il 2025 e rispetto al quale AcegasApsAmga si trova già al 47%. Il documento, pubblicato annualmente e certificato dall’ente internazionale indipendente DNV-GL, è l’unico report in Italia che rendiconta la tracciabilità della filiera del riciclo: dalla raccolta differenziata alle imprese di selezione, stoccaggio e prima lavorazione, fino agli impianti di destinazione finale. I dati 2017 di AcegasApsAmga sono stati rappresentati in una versione territoriale con i dettagli di recupero dei materiali raccolti nei territori serviti.

UNO SCARTO DEL 5%

“Sulle tracce dei rifiuti”, raccoglie i risultati raggiunti nell’avvio a recupero da AcegasApsAmga nei territori serviti in Friuli Venezia Giulia e Veneto. Complessivamente, la multiutility nel 2017 ha raccolto 108 mila tonnellate di rifiuti differenziati, ovvero 230 kg per abitante, di cui il 95,5% è stato recuperato. Nel corso dello scorso anno la multiutility ha mediamente destinato a recupero a Padova il 95% di quanto raccolto in modo differenziato (287 kg/abitante), a dimostrazione di come gli sforzi di AcegasApsAmga, Comune e cittadini per una buona differenziata, vadano effettivamente a buon fine e, dunque, ad alimentare le filiere del recupero di materia. Quindi in media, la quantità di rifiuti scartata dagli impianti nel processo di recupero (perché, ad esempio, non idonea a essere riciclata o inquinata da corpi estranei) è complessivamente di appena il 5%.

IL RICICLO IN DETTAGLIO

Nello specifico, i materiali che riescono a essere recuperati a Padova al 100% sono il legno e il ferro. Seguono la plastica con 97,9% (di cui il 45,6% riciclato e il resto a recupero energetico), carta/cartone con il 96,5%, verde (sfalci e ramaglie) e organico con 94,7%, metalli con 92% e vetro con 90%.

Raccolta differenziata e riciclo sono strumentali allo sviluppo dell’economia circolare, che del resto è un modello a cui il Gruppo tende attraverso tutti i propri business, come dimostra l’utilizzo di sola energia elettrica rinnovabile per alimentare le attività gestite, a partire dal 2017 è stato infatti possibile l’utilizzo di sola energia rinnovabile per i consumi di Hera Spa, AcegasApsAmga e Marche Multiservizi. A questo, si aggiunge anche un lavoro fondamentale di efficientamento dei propri processi che consentirà di superare un risparmio sui consumi energetici del 3% nel 2017, con l’obiettivo di portare tale riduzione al 5% entro il 2020.

Ma economia circolare, per il Gruppo Hera, vuol dire anche investimenti, infrastrutture, impianti. Basti pensare ai tre biodigestori di Rimini, Lugo (RA) e Cesena, che nel solo 2017 hanno consentito la produzione di 20 GWh di energia rinnovabile, pari al consumo annuo di 7.000 famiglie producendo energia dai rifiuti organici. Sempre di rifiuti organici, fra l’altro, si alimenta l’impianto a Sant’Agata Bolognese per la produzione di biometano, la cui inaugurazione – avvenuta a ottobre - consente di produrre 7 milioni di metri cubi l’anno di biometano.

Un altro contributo alle performance “circolari” della multiutility è inoltre venuto dalla recente acquisizione della trevigiana Aliplast, che nel 2017 ha trattato circa 85 mila tonnellate di rifiuti plastici producendo 80 mila tonnellate di plastica riciclata utilizzata da produttori di mobili, componenti di arredo o materiali in plastica e in edilizia.

Hera partecipa al New Plastics Economy Global Commitment della Fondazione Ellen MacArthur, Il Gruppo Hera è la seconda realtà In Italia ad essere ammessa nei prestigiosa programma internazionale GEI 00 della Fondazione Ellen MacArthur.

ZONE DEL RICICLO

- BLU: zone della città di Padova con raccolta domiciliare "porta a porta";

- GIALLO: il servizio si esplica con la modalità della "raccolta stradale". Sono disposte sul territorio interessato "isole ecologiche" composte da cassonetti, bidoni o campane di diverso colore per tipo di rifiuto;

- VERDE: il servizio si esplica con la modalità della "raccolta stradale". Sono disposte sul territorio interessato "isole ecologiche" composte da contenitori di ridotte dimensioni con coperchio di diverso colore per tipo di rifiuto;

- ARANCIO: il servizio si esplica con la modalità del "porta a porta". In questa zona sono forniti dall'azienda sacchetti e contenitori di colore diverso per tipo di rifiuto.

Email inviata con successo