PROFUGHI

Conetta, sindaco felice
ma con qualche polemica

23/11/2018 14:20

Dicono di essere contenti. Anche loro, gli ospiti dell’hub di Conetta, festeggiano l’annuncio del ministro dell’interno Salvini. I tendoni mai così vuoti e la chiusura del centro d’accoglienza entro Natale, come detto dal vice premier. Una storia lunga 3 anni, dispersa nella nebbia in mezzo alla campagna. Lì, in mezzo al silenzio, interrotto solo dalla preghiera del venerdì dei musulmani, la maggior parte dei 280 ospiti rimasti, ci raggiunge il sindaco di Cona. Desideroso di vedere i fatti, dopo aver sentito le parole. "Gli stessi che non hanno voluto l’accoglienza diffusa, dice, ora la utilizzano per svuotare definitivamente questo centro".

La soddisfazione rimane, un sospiro di sollievo. Un sindaco che ha visto sul suo territorio, l’arrivo di anche 1300 profughi in un territorio i cui abitanti sono appena 3mila. Ora l’attesa è tutta per Natale. Sotto l’albero c’è la tranquillità del paese e di queste persone che, una volta per tutte, diranno addio a tendoni, freddo e aperta campagna.


 
Nessun commento per questo articolo.