ZONA IDUSTRIALE

Per l’Onda Palace forse
un nuovo futuro

05/12/2018 08:07

La Giunta di Palazzo Moroni, nella seduta di ieri, ha approvato una modifica della convenzione tra l’Amministrazione e la proprietà del grattacielo che da anni svetta incompiuto in Zona Industriale lungo la tangenziale, tra corso Spagna e via Panama. Il tema sarà affrontato oggi in Commissione e poi in uno dei prossimi Consigli Comunali. L’obiettivo è quello di permettere il completamento della struttura, eliminando così l’area di degrado che da anni insiste in zona, ampliando nel contempo i servizi offerti alle imprese insediate nella ZIP.

Più nel dettaglio, la delibera modifica un articolo della convenzione, come richiesto tramite SUAP dalla proprietà. Era stata approvata nel 2004 e limitava le destinazioni d’uso dell’immobile, rispetto a quelle previste dal PRG per l’area in questione. In pratica la proprietà si era impegnata 14 anni fa a realizzare nella Torre solo uffici e a non suddividere l’unità immobiliare per almeno 10 anni. Condizioni che, alla luce anche del mercato attuale rendono difficilissimo il completamento dell’immobile e la sua messa sul mercato. Con la nuova convenzione la proprietà potrà sfruttare le normali destinazioni d’uso previste dal PRG per l’area. Tra queste anche quella ricreativa e ricettiva, assieme a servizi telematici e informatici e uffici pubblici. Cade anche il divieto di suddivisione dell’unità immobiliare. “E’ un atto necessario per non tenerci a vita lo scheletro di un immobile ben visibile dalla tangenziale ed evitare di dover rispondere per vincoli troppo stretti rispetto agli altri immobili della stessa area - spiega l’assessore Antonio Bressa -. Sono state inoltre fatte tutte le verifiche rispetto alla legittima e piena disponibilità del bene da parte della società che ha avanzato la richiesta di modifica della convenzione.”

Va ricordato che l’opera fino ad oggi è costata 25 milioni e presto potremmo veder nascere un nuovo hotel proprio in una parte dell’edificio alto 75 metri.


 
Nessun commento per questo articolo.