Inaugurata cabina E-Distribuzione a Padova

07/12/2018 08:04

E’ stata inaugurata giovedì 6 dicembre nella zona di Brentelle a Padova una nuova cabina primaria di E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione.

Progettato per soddisfare la crescente domanda di potenza che proviene dall'area di Padova, l'impianto misura 9 mila metri quadri e comprende due trasformatori di ultima generazione che potenzieranno il servizio per oltre 25 mila famiglie e imprese tra Padova, Rubano e Selvazzano, raggiungendo circa 70 mila cittadini. Uno snodo che consentirà di trasferire l'energia elettrica dalla rete dell'alta tensione (132 mila volt) a quella di media tensione (20 mila volt), consentendo l'alimentazione urbana dei clienti.

Realizzata vicino al Cimitero maggiore di Padova, con un investimento di 3,2 milioni di euro, la nuova cabina sarà telecontrollata 24 ore su 24 dal centro operativo di Mestre, che potrà eseguire le manovre di apertura e chiusura degli interruttori da remoto. L'impianto inoltre comprende vasche di laminazione che possono contenere fino a 700 mila litri d'acqua, svolgendo la funzione di ammortizzatore idraulico in caso di piogge intense. Per quanto riguarda l'impatto ambientale, E-Distribuzione ha scelto di convogliare l'energia elettrica alla cabina tramite cavi interrati, nel pieno rispetto del paesaggio circostante. In provincia di Padova, E-Distribuzione gestisce 4.225 km di linee di media tensione, 11.300 km di linee di bassa tensione e 6.700 cabine di trasformazione, per un totale di 510 mila clienti serviti.

Email inviata con successo

Inquinamento: a Este è allerta arancione

06/12/2018 12:26

Superati i 4 giorni consecutivi di superamento del livello massimo di PM10, come rilevato dalle centraline ARPAV, l'Amministrazione comunale attiva il primo livello di allerta con ulteriori restrizioni del traffico e altre misure antinquinamento. L'ordinanza del Sindaco n. 179 del 23 ottobre 2018, ha stabilito le misure finalizzate al contenimento dell'inquinamento atmosferico in vigore fino al 31 marzo 2019.

Durante la settimana appena trascorsa, l’espansione di un’alta pressione sull’area mediterranea ha portato condizioni di tempo stabile senza precipitazioni, senza venti significativi e con forti inversioni termiche, che quasi sempre sono risultate persistenti anche durante il giorno, determinando il ristagno di inquinanti e di umidità nei bassi livelli dell’atmosfera. “I bollettini ARPAV hanno evidenziato come gli episodi di superamento del valore limite giornaliero di PM10 hanno cominciato a salire portandosi rapidamente al di sopra del limite giornaliero, per almeno 4 giorni consecutivi – spiega l'assessore all'ambiente Sergio Gobbo -. Scatta dunque il primo livello di allerta (arancio) nel quale le misure di limitazione del traffico e altri divieti saranno in vigore 7 giorni su 7, festivi inclusi; almeno fino a quando la qualità dell'aria non consentirà di rientrare al livello verde. Saranno potenziati i controlli riguardo il rispetto dei divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all'aperto e di divieto di spandimento dei liquidami”.

LIVELLO DI ALLERTA COLORE ARANCIO

Dal lunedì alla domenica, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, sono in vigore le restrizioni del precedente periodo di nessuna allerta (verde) anche nelle giornate di sabato e domenica ed in tutti i giorni festivi.

ALTRE PRESCRIZIONI:

1 - utilizzare di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle in base alla classificazione ambientale introdotta con DGRV n. 1908/2016;

2 - effettuare combustioni all'aperto, in particolare in ambito agricolo e di cantiere, anche relativamente alle deroghe consentite dall'art. 182. comma 6 bis, del D.Lgs 3 aprile 2006, n.152 rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco, salvo specifiche deroghe rilasciate dal Comune;

3 - climatizzare i seguenti spazi dell'abitazione o ambienti ad essa complementari: cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie che collegano spazi di abitazione con cantine, box, garage, depositi;

4 - spandimento dei liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, anche quello di rilasciare le relative deroghe.

Maggiori info e aggiornamenti nel sito: www.comune.este.pd.it

Email inviata con successo

Freddo: coprire i contatori dell’acqua

06/12/2018 11:37

Con l’arrivo dell’inverno e l’inevitabile abbassamento delle temperature per il prossimo periodo, occorre porre maggiore attenzione anche sugli impianti idrici esterni alle abitazioni, in particolare su condotte e contatori dell’acqua, che possono arrivare a rompersi a causa del gelo. Nel caso di contatori posti all’interno di proprietà private, la corretta custodia (e dunque anche la sostituzione) spetta al cliente del servizio e, dunque, è di assoluto interesse del cittadino provvedere alla sua protezione. Anche in caso di contatore posto in pozzetto all’esterno del fabbricato (dunque al di fuori della proprietà privata) è utile attivare accorgimenti utili a non fare gelare l’acqua nei tubi. L’innesco del gelo all’interno della proprietà del cliente, può infatti rapidamente propagarsi fino al contatore esterno, determinandone la rottura. Nel caso venisse rilevata incuria nella manutenzione della rete privata, AcegasApsAmga può riservarsi il diritto di addebitare il costo dell’intervento di sostituzione.

COSA FARE

I contatori a rischio sono quelli collocati all’esterno dei fabbricati, in locali non isolati o in abitazioni utilizzate raramente, come le seconde case.

- Lasciare un filo d’acqua in uscita da un rubinetto. Se i misuratori si trovano nei bauletti o in nicchie esterne ai fabbricati, in locali non riscaldati o non abitati, e se la temperatura esterna dovesse rimanere per vari giorni sotto zero, è consigliabile lasciare che da un rubinetto esca un filo d’acqua. È sufficiente una modesta quantità, evitando inutili sprechi.

- Isolare i vani esterni che contengono i contatori. I bauletti o le nicchie, compresi gli sportelli, devono essere opportunamente coibentati, ovvero rivestiti di materiale isolante. Si può usare polistirolo o poliuretano espanso, materiali facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile, purché di spessore di almeno due centimetri e mezzo. Occorre evitare, invece, di rivestire le tubature avvolgendole con lana di vetro o stracci. Si tratta di materiali che assorbono l’acqua e, ghiacciandosi, possono aumentare il rischio di guasti.

- Chiudere l’acqua nelle case disabitate. Se i contatori sono in fabbricati disabitati, è bene chiudere il rubinetto che si trova sopra il misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto. Con temperature particolarmente basse e per lunghi periodi è possibile installare cavetti scaldanti, alimentati elettricamente e dotati di termostato per contenere i consumi di energia.

CONTATORI ESTERNI

Premesso che le condotte idriche interrate non “gelano” in quanto di per sé protette, la formazione del ghiaccio può avvenire in quei tratti di tubazione di piccolo diametro quali impianti antincendio, utenze domestiche, condominiali ed industriali passanti (ad es. vani aperti o esposti al vento, nicchie, scantinati, sotto-intonaco in ambienti non riscaldati e in generale in locali noti abitualmente). Come detto, tale “innesco” si può però propagare rapidamente fino a raggiungere anche i contatori posti nei pozzetti all’esterno del fabbricato.

- Lasciare un filo d’acqua in uscita da un rubinetto. Per prevenire la formazione del gelo sulle condotte idriche private, è anche in questo caso utile lasciar scorrere “un filo” d’acqua da un rubinetto dell’impianto interno.

- Proteggere la rete idrica su proprietà privata. Inoltre occorre proteggere/coibentare i tratti di tubazione scoperta evitando l’esposizione diretta agli agenti atmosferici.

- Scaricare gli impianti terminali. Un altro consiglio importante, infine, è di scaricare e vuotare completamente gli impianti di irrigazione posti, ad esempio, nei giardini.

PRONTO INTERVENTO

Si ricorda che in caso di rotture o danni al contatore, i clienti possono dare immediata comunicazione ad AcegasApsAmga, telefonando al numero verde del Pronto Intervento: 800 996 062, attivo tutti i giorni 24 ore su 24.

Email inviata con successo

Agenzia Riscossione: apertura straordinaria

06/12/2018 08:20

Gli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione a Chioggia, in provincia di Venezia, e quello di Este in provincia di Padova resteranno aperti al pubblico in via straordinaria anche venerdì 7 dicembre, ultimo giorno utile per effettuare il pagamento delle rate della cosiddetta rottamazione bis delle cartelle (dl 148/2017), scadute a luglio, settembre e ottobre 2018.

Lo sportello di Este in Via G.B. Brunelli è operativo lunedì e martedì dalle ore 8.30 alle 13, sarà aperto anche venerdì 7 dicembre con il consueto orario. In particolare, come stabilito dal dl 119/2018, il decreto fiscale approvato al Senato e ora all’esame della Camera, il 7 dicembre è il termine ultimo entro il quale chi non è riuscito a pagare, in tutto o in parte, una o più rate della precedente definizione agevolata prevista dal DL n. 148/2017, può regolarizzare la propria situazione effettuando il saldo delle rate scadute e usufruire direttamente dei benefici previsti dalla cosiddetta rottamazione-ter.

La definizione agevolata delle cartelle prevede il vantaggio di pagare il solo importo residuo delle somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per le multe stradali, invece, non si pagano gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge.

Va ricordato che, oltre agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione, sono a disposizione diversi canali di pagamento. È possibile pagare anche presso la propria banca, agli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento Cbill, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale di Agenzia delle entrate-Riscossione e con l'App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa.

Email inviata con successo

Sì Street food diventa ristorante a Padova

06/12/2018 08:11

Lo street food diventa ristorante: è sbarcato a Padova 'Sì Streetalian Food', nuovo concetto di cucina che riunisce le tradizioni culinarie di tutta Italia. Il locale, aperto in pieno centro, propone un menu composto da due sezioni, la prima dedicata allo street food italiano, la seconda a una serie di piatti di strada.

L'intento è quello di proporre una nuova visione del cibo da strada, utilizzando ingredienti di altissima qualità in abbinata con tecniche e tecnologie innovative. Per questo molti degli ingredienti utilizzati derivano da agricoltura e allevamento certificati biologici e biodinamici, da piccoli artigiani del gusto, molti dei quali lottano per preservare prodotti che stavano per essere dimenticati ma che oggi vengono tutelati dai presidi Slow Food. ""Sì" è un piccolo e confortevole locale di circa 100 metri quadri, 30 posti a sedere e un plateatico esterno sotto i portici - spiega Alessandro Mazzone, ideatore del progetto -. Il menù è stato suddiviso per aree d'Italia e non secondo la classica distinzione tra antipasti, primi, secondi e dessert: il Veneto è ovviamente rappresentato dal baccalà mantecato, mentre la Sicilia parla con le brioche con il gelato, Napoli con la pizza fritta, la Campania con la pasta".

Email inviata con successo

AcegasApsAmga in Piazza Garibaldi

05/12/2018 11:47

In occasione del tradizionale mercatino natalizio di Padova, AcegasApsAmga incontrerà i cittadini presso la casina natalizia allestita in piazza Garibaldi. A partire da sabato 8 e fino a lunedì 24 dicembre, tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 19, la casina sarà luogo di informazione sui servizi gestiti dalla multiutility e di sensibilizzazione di buone pratiche di sostenibilità ambientale. Saranno diverse le iniziative messe in campo dall’Azienda: informazione, promozione, appuntamenti speciali e simpatici omaggi. Tra i vari materiali disponibili, presso la casina i cittadini troveranno informazioni sulla qualità dell’acqua distribuita sul territorio padovano, rendicontate nel report “In Buone Acque”, che permette di conoscere i dati quanti-qualitativi riferiti alle analisi effettuate sull’acqua di rete. Inoltre, i padovani potranno ricevere informazioni sulla raccolta differenziata vigente in città, in particolare attraverso il nuovo “Sulle Tracce dei Rifiuti”, per scoprire dove vanno a finire i rifiuti dopo la raccolta differenziata, conoscere il valore del recupero e dell’economia circolare.

GLI APPUNTAMENTI

Ad accogliere i cittadini, oltre alle tante informazioni disponibili, ci saranno degli appuntamenti speciali dedicati ai temi dell’acqua, dell’ambiente e dell’efficienza energetica. Saranno infatti presenti in loco operatori specializzati di AcegasApsAmga, pronti a rispondere alle domande dei cittadini o chiarire eventuali dubbi, con il seguente calendario:

• Acqua: martedì 11 Dicembre, dalle 10 alle 12; giovedì 13 Dicembre, dalle 10 alle 12

• Efficienza Energetica: martedì 11 dicembre, dalle 17 alle 19; mercoledì 12 dicembre, dalle 17 alle 19; martedì 18 dicembre, dalle 10 alle 12; venerdì 21 dicembre, dalle 16 alle 18

• Ambiente: martedì 18 dalle 16 alle 18; giovedì 20 dalle 16 alle 18.

Ai cittadini che si recheranno alla casine, sarà consegnato un simpatico omaggio per la promozione del corretto smaltimento dei rifiuti ingombranti (possibile tramite i quattro centri di raccolta cittadini o con il i ritiro gratuito domiciliare) non solo come servizio offerto ai cittadini, ma anche in chiave anti-degrado con l’obiettivo di combattere l’abbandono dei rifiuti.

ALBERO DI NATALE SCART

Oltre alle varie attività indicate, la Casina di Natale sarà anche luogo di promozione dello speciale albero di Natale firmato Scart, acceso presso il Giardino delle Sculture Contemporanee, presso i Musei Civici agli Eremitani. Si tratta di un’installazione unica, alta circa 6 metri, creata utilizzando materiali di recupero e realizzata nell’ambito del progetto SCART, il laboratorio di riuso artistico dei materiali promosso da Herambiente (società del Gruppo Hera) e nato da un’idea di un suo dirigente, Maurizio Giani.

Il fusto centrale su cui appoggiano i rami, un tempo fu un palo dell’illuminazione pubblica, mentre sulle braccia fanno bella mostra di sé ben 54 grosse damigiane e 60 fiaschette, tutte rivenienti da una vecchia fattoria di Empoli. Le braccia che sostengono i recipienti in vetro sono state costruite riproducendo, in larga scala, un gocciolatoio per le bottiglie di vetro.

L’opera, firmata da Maurizio Giani, e posizionata per volontà di Amministrazione Comunale e AcegasApsAmga, vuole dunque veicolare attraverso il Natale, un messaggio forte sull’importanza di sviluppare una cultura attenta al riuso e al recupero, anche durante le festività natalizie, dove, come noto è molto alta la produzione di rifiuti. L’albero sarà visibile a libero accesso fino al 6 gennaio.

Email inviata con successo

Medicina e ingegneria per ospedale del futuro

05/12/2018 10:58

Giovedì 6 dicembre, al Padiglione 11 di PadovaFiere, si terrà l’Assemblea Invernale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Padova, un’appuntamento che coinvolge circa 5.300 iscritti e rappresenta un momento per relazionare tutte le ultime attività dell’Ordine e della Fondazione e per fare delle previsioni per l’anno 2019.

Dopo la partecipazione all’Assemblea estiva di Marco Paolini - attore, autore e regista - che ha intrattenuto la platea con un intervento sulle prospettive dell’evoluzione tecnologica, sarà la volta del Prof. Federico Rea, medico e professore di chirurgia toracica. Specializzato in trapianto di polmone, oncologia del torace, chirurgia toracica e tumore neuroendocrino del polmone e del timo, è considerato un luminare nel settore. Inserito tra i 100 medici eccellenti d’Italia, è Direttore Responsabile del Dipartimento di Chirurgia toracica dell’Azienda Ospedaliera di Padova, oltre a essere Professore Ordinario di Chirurgia toracica all’Università di Padova e Responsabile del Centro di trapianto di polmone del Policlinico Universitario di Padova.

"L'Ospedale del Futuro: tra medicina ed ingegneria", questo il titolo dell’intervento del Prof. Rea, che rifletterà sulla relazione stretta tra innovazione tecnologica, miglioramento delle cure mediche e miglior efficienza degli ospedali. Una sanità da cui è imprescindibile la figura dell’ingegnere nello sviluppo delle nuove tecnologie in ambito medicale.

“Continua il confronto, che contraddistingue gli eventi Team WorkIng - dichiara Massimo Coccato, Presidente dell’Ordine Ingegneri di Padova - con personalità di rilievo provenienti da ambiti diversi riflettendo, in questa occasione con il Prof. Rea, su come l’ingegneria rivesta un ruolo fondamentale ovviamente nell’ideazione e progettazione delle nuove infrastrutture ospedaliere ma anche nella preparazione di tecnici specializzati in settori quali quelli dell’ingegneria informatica, matematica, robotica, biomedica e dei materiali, solo per citarne alcuni, chiamati oramai a lavorare in stretta collaborazione con i medici”.

Spazio anche ai giovani ingegneri, con la premiazione di APP4ING, un contest per la realizzazione della nuova App ufficiale dell’Ordine Ingegneri di Padova. I team partecipanti hanno già presentato i loro progetti ad una giuria di esperti sabato 24 novembre ma solo giovedì sarà annunciato il progetto vincitore che sarà finanziato per sviluppare l’App.

INFO: http://fip.kademy.it/course/5bf2815d5e18a300215a3ce2

Email inviata con successo

Strade chiuse per lavori, ecco dove

05/12/2018 09:03

Nell’ambito dei lavori di ristrutturazione di un edificio viene disposta la chiusura temporanea al traffico veicolare di via Giuseppe Dalla Vedova, giovedì 6/12/2018, dalle ore 8.30 alle ore 16.30.

Per effettuare un trasloco viene chiusa temporaneamente al traffico veicolare via Sant’Agnese, tratto compreso tra via Rolando Da Piazzola e via San Polo, da lunedì 17 a martedì 18/12/2018, dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e istituito temporaneo senso unico alternato regolamentato da movieri nello stesso tratto per il medesimo periodo.

Email inviata con successo

San Giorgio: cambia la raccolta rifiuti

05/12/2018 07:45

“È una buona idea. San Giorgio delle Pertiche fa la differenza”: con questa slogan prende avvio la campagna informativa che presenta le novità nel servizio di raccolta rifiuti che il Comune di San Giorgio delle Pertiche ed Etra introdurranno dal prossimo 1 gennaio. È sicuramente una buona idea, dal momento che con il nuovo sistema, che prevede nuovi contenitori, sarà possibile facilitare la movimentazione dei diversi rifiuti, aumentare la sicurezza nel conferimento, aderire alle nuove normative in materia e aggiornare la tecnologia a servizio della raccolta del Secco residuo.

In particolare, a partire dal primo giorno del 2019 anche la Carta e cartone dovrà essere conferita in contenitori carrellati e verrà introdotto un nuovo contenitore con un microchip di ultima generazione per il Secco residuo. Va ricordato che le frequenze di raccolta delle diverse frazioni di rifiuto rimarranno invariate e che le modalità di conferimento del Vetro e degli imballaggi in Plastica e Metalli non subiranno cambiamenti.

I nuovi contenitori saranno in distribuzione negli Etra Point aperti a Cavino nella Sala Polivalente-Palestra di via Giovanni da Cavino martedì 11 e giovedì 13 dicembre dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 17.15, sabato 15 dicembre dalle 9 alle 12.30 e lunedì 17, mercoledì 19 e venerdì 21 dicembre dalle 9 alle 15.30 con orario continuato. Verranno consegnati senza costi aggiuntivi un adesivo della carta e cartone da apporre sul vecchio contenitore del secco convertendone l’uso, , il nuovo contenitore carrellato per Secco con microchip di ultima generazione e, se non già in possesso, il bidoncino dell’Umido da 25 litri con sistema antirandagismo.

Martedì 11 e lunedì 17 negli Etra Point gli operatori di Etra saranno a disposizione dalle 9 alle 12.30 per informazioni, approfondimenti o chiarimenti sul servizio. Dal 1° gennaio 2019 i rifiuti dovranno essere esposti nei contenitori consegnati da Etra. Diversamente non saranno raccolti.

Email inviata con successo

Pozzonovo, aspettando il Natale è festa per tutti

04/12/2018 15:26

Con impazienza, verso il Natale. Pozzonovo si anima per un fine settimana dedicato alla cultura, alla tradizione e al presepe. Aspettando il Natale, con la collaborazione dell'amministrazione comunale, sarà kermesse che sabato 8 dicembre si aprirà con un Concerto di Natale nella chiesa di Pozzonovo. Domenica 9 dicembre invece visita e inaugurazione del Presepe allestito all'interno del Comune. Alle 10.15 via all'edizione speciale di "2 passi per la salute" (6,5 km circa di marcia, ritrovo davanti al municipio) e alle 14.30 l'atteso arrivo di Babbo Natale con musica e animazione. Per tutta la giornata poi mercatini in via Roma tra curiosità e tipicità.

Email inviata con successo