COMBIGURU CHALLENGE

Studenti si sfidano
nelle cucine di Unox

11/12/2018 15:41

Stanno arrivando da tutta Italia, con la loro divisa da chef, il loro talento e la voglia di mettersi in gioco, per quella che sarà la sfida più emozionante e singolare della loro vita scolastica: CombiGuru Challenge. Ideato e realizzato da Unox, l’azienda di Cadoneghe leader nella produzione di forni intelligenti, il format si propone di avvicinare il mondo della scuola e quello del lavoro e di dare ai ragazzi l’opportunità di mettersi in luce in una competizione che coniuga le nuove frontiere della ricerca all’eccellenza della cucina italiana. Valori che da sempre guidano Unox nella creazione di prodotti all’avanguardia e nella realizzazione di iniziative che coinvolgono le più significative realtà formative con la ricerca universitaria. CombiGuru Challenge, nato lo scorso anno a livello regionale, prende il nome dall’app creata con la collaborazione di chef di prestigio e della facoltà di Informatica dell’ateneo patavino che permette ai ragazzi di imparare in modo divertente e innovativo, direttamente dal proprio smartphone. Uno strumento con il quale gli alunni degli istituti alberghieri di tutta Italia si sono già cimentati con entusiasmo e bravura, mettendo alla prova la loro creatività e determinazione. Il format è rivolto alle classi terze degli istituti paritari e quarte degli istituti pubblici.

L’applicazione parte dai fondamentali della cucina accompagna i ragazzi in un percorso a step fino al livello master chef. Gli studenti delle superiori, dal 27 novembre novembre, si stanno impegnando nella più importante sfida ai fornelli a livello nazionale, e sono già i migliori della loro scuola e si confronteranno con i loro coetanei di 84 istituti scolastici di tutta Italia. Un’occasione unica per dimostrare il loro talento e mettersi in luce in un contesto che avvicina studenti e aziende e rappresenta un passo significativo verso il mondo del lavoro. Le finali saranno in totale 12. Ogni studente riceverà un “mistery box” con determinati ingredienti e avrà a disposizione le attrezzature necessarie e un “bazar” di materie prime. Potrà quindi sbizzarrire la propria creatività nella preparazione di una pietanza salata, un prodotto di pasticceria e di un prodotto panificato, che saranno giudicati da una giuria qualificata di chef. I vincitori avranno l’opportunità di partecipare, il prossimo luglio, ad un corso professionale di una settimana nella sede di Chef in Campus, nella riserva naturare di Monte Rufeno, in un’area protetta da Lazio, Umbria e Toscana, dove potranno frequentare corsi tenuti da chef stellati sulla gastronomia, la pasticceria, le erbe aromatiche, la panificazione, i pesci d’acqua dolce e i diversi tagli di carne.


 
Nessun commento per questo articolo.