IL PROGETTO

Un park multipiano
in via Sarpi

11/01/2019 10:24

In attesa di decidere quale sarà il futuro dell’area dell’ex caserma Prandina a Palazzo Moroni si stanno cercando alternative. Il vicesindaco Arturo Lorenzoni sta pensando di realizzare un park multipiano da 3 mila posti nell’area ex Canova in via Sarpi.

Da quella zona al centro storico sono circa 2 chilometri, all’incirca 25 minuti a piedi, passando per viale Codalunga, via Trieste e Corso Garibaldi oppure per viale Codalunga, piazza Mazzini, via Dante e via San Fermo. Insomma le alternative ai percorsi a piedi ci sono per raggiungere il centro, un po meno la comodità. Dal park Prandina di via Orsini al centro erano appena 15 minuti di passeggiata e l’idea era quella di essere molto più vicino al centro di quanto si potesse pensare. Al sindaco Giordani l’idea di un parcheggio in via Sarpi non dispiace, ma ritiene che anche quello di via Orsini sia importante per dare una risposta ai bisogni della città.

L’AREA DI VIA SARPI

All’ex Canova sono disponibili 38mila metri cubi di terreno che darebbero la possibilità di costruire un’area di sosta per 3 mila auto su 5 piani. Il costo di realizzazione si aggira attorno ai 10 milioni di euro facilmente ammortizzabili facendo pagare la sosta ai parcheggiatori, al momento si pensa di far pagare almeno 1 euro all’ora. Entro l’estate verranno terminati gli studi che andranno ad analizzare i costi-benefici dell’opera e i flussi del traffico e se le conclusioni saranno positive l’iter procederà.

NAVETTA

Per invogliare i cittadini a parcheggiare li si sta pensando anche ad un servizio navetta elettrica, per 10 ore al giorno, con cadenza ogni 5 minuti che fermerà poi in Centro. Fondamentalmente da via Sarpi andrebbe su Viale Codalunga, girerebbe in via Giotto, poi in Largo Europa per arrivare in Piazza Insurrezione.

Va ricordato che l’obiettivo è quello di chiudere il parcheggio di Piazza Insurrezione per farla diventare un’area destinata ad eventi e non solo.


 
Nessun commento per questo articolo.