PALAZZO MORONI

Consulte di quartiere:
il primo incontro

17/01/2019 15:12

L’assessore al Decentramento Francesca Benciolini ha incontrato i dieci presidenti delle Consulte di Quartiere nella Conferenza dei Presidenti, a poco più di due mesi dall’inizio delle convocazioni del nuovo organismo di partecipazione voluto dall’amministrazione. “È stata soprattutto l’occasione per fare il punto della situazione a livello organizzativo con i presidenti e gli uffici (erano presenti la dirigente del settore e i segretari di quartiere) – spiega l’assessore –. Il lavoro delle consulte è in pieno svolgimento, alcune sono pronte ormai alla quarta convocazione. Ci siamo confrontati con tutti i presidenti sull’organizzazione interna, sul rapporto con l’amministrazione e soprattutto su quello con i cittadini. Le Consulte infatti hanno subito assunto il ruolo fondamentale di primi referenti nel rapporto tra il territorio e le scelte dell’amministrazione a tutti i livelli, dalle grandi questioni strategiche a quelle quotidiane”.

Alla Conferenza dei Presidenti, prevista dall’articolo 17 del Regolamento delle Consulte, oltre all’assessora Benciolini erano presenti Andrea Busato (presidente Consulta 1), Etta Andreella (presidente Consulta 2), Silvia Bresin (3A), Mauro Feltini (3B), Celestino Giacon (4A), Dario Da Re (4B), Maurizio Marcassa (5A), Mila Masciandri (5B), Luciano Sardena (6A), Alessandro Bastianello (6B). Anche sul piano organizzativo la riunione ha dato modo di mettere in relazioni le diverse scelte, ma anche di scambiarsi idee sulle iniziative già in essere: “Ogni consulta ha elaborato in piena libertà la propria organizzazione – continua l’assessore Benciolini –. Sono stati formati tavoli di lavoro e commissioni, redatti regolamenti interni, stabiliti modi e tempi per favorire la partecipazione dei cittadini del territorio alle riunioni. Molti sono i progetti già attivati in questi primi due mesi: c’è chi ha contattato i Centri Socio Culturali per delle iniziative comuni, chi ha già fatto rete con le associazioni del quartiere, chi ha invitato i commercianti del territorio alle riunioni per aprire un dialogo mentre in altri casi si sono tenuti degli incontri con gli assessori competenti su temi specifici. Anche la presenza della minoranza, dopo qualche polemica assenza iniziale, agli incontri è continua e collaborativa. Segno che il ruolo delle Consulte è stato compreso appieno da tutti”.

Tutti i componenti delle Consulte quindi si stanno impegnando nel loro ruolo: “Le Consulte sono un punto di riferimento importante – conclude Benciolini –. Il primo per i cittadini che hanno spesso richieste complesse. Per questo abbiamo in programma corsi dei corsi di formazioni per i consiglieri per approfondire i temi legati alla disciplina degli enti locali, alla trasparenza, ai regolamenti. Molte Consulte hanno anche previsto l’apertura di uno sportello di ascolto per i cittadini e presto partirà e una comunicazione diffusa per questo nuovo servizio”.


 
Nessun commento per questo articolo.