2x1 al Musme per San Valentino

12/02/2019 12:34

Come ogni anno, il MUSME pensa agli innamorati. Tutte le coppie che si presenteranno in biglietteria il giorno di San Valentino, giovedì 14 febbraio, potranno richiedere uno sconto speciale per entrare al museo della medicina: acquistando un biglietto intero (10€) ne riceverete un secondo gratuito per la vostra anima gemella, da utilizzare il giorno stesso.

Email inviata con successo

Torna il concorso "Io, Cittadino glocale"

12/02/2019 07:42

Torna anche per l’anno scolastico in corso il concorso "Io, Cittadino glocale. Dal mio quartiere ai diritti proclamati dall'Onu" che ha come obiettivo favorire la diffusione di una cultura dei diritti umani e la responsabilità di ogni persona, anche le più giovani, nella promozione dei diritti, a partire dal proprio contesto di vita e dal proprio quartiere. “L’iniziativa "Io cittadino glocale" ha coinvolto molte classi della nostra città nello scorso anno scolastico e per questo abbiamo deciso di riproporlo – spiega l’assessore alla Pace, Cooperazione Internazionale e Diritti Umani, Francesca Benciolini –. Sono state tante le iniziative che hanno dimostrato sensibilità per il tema e creatività, colorando i quartieri e coinvolgendo non solo le scuole, ma tutto il territorio. Il legame tra Diritti umani e Quartieri mi è molto caro perché la persona che per prima l'ha promosso e vi ha creduto è il professor Antonio Papisca. È nei quartieri, là dove si vive, che i diritti trovano compimento e si realizzano. E dai quartieri, là dove la gente vive, partono anche le richieste all'Onu di promozione dei Diritti”.

Il concorso, diviso in tre sezioni, è aperto agli studenti delle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado della città di Padova, sia pubbliche che paritarie. Obiettivo del concorso è una riflessione intorno ad uno o più diritti umani ed una lettura del territorio alla luce di questo o questi diritti, in vista della costruzione del bene comune e della crescita della comunità che vive ed abita il quartiere. I partecipanti, per sviluppare l'argomento del concorso, possono prendere in considerazione anche l'Agenda 2030, nuovo quadro strategico delle Nazioni Unite, in cui si individuano i 17 obbiettivi di sviluppo sostenibile 2016/2030.

È possibile partecipare singolarmente o in gruppi di studenti o di classi, venendo supportati dagli insegnanti ed attraverso la collaborazione di genitori, associazioni e adulti di realtà diverse dalla scuola partecipante, intenzionati a dare il proprio contributo al progetto. In palio dei buoni acquisto per le scuole della città che si saranno meglio classificate nelle sezioni: scuole dell'infanzia, scuole primarie e scuole secondarie di primo grado.

Tutti i dettagli: http://www.padovanet.it/informazione/concorso-io-cittadino-glocale-anno-scolastico-20182019-ii-edizione

Email inviata con successo

San Valentino:si viaggia in 2 con un biglietto

12/02/2019 07:38

A San Valentino con Trenitalia si viaggia in coppia al prezzo di una sola persona. Con chi vuoi, come vuoi e quando vuoi, fino al 17 febbraio 2019.

La società di trasporto del Gruppo FS Italiane festeggia gli innamorati con l’offerta Speciale 2x1, valida per i viaggi dall’11 al 17 febbraio sul biglietto Base di tutti i treni nazionali, nei livelli di servizio Business, Premium e Standard e in 1a e 2a classe. Sono esclusi i treni regionali, il livello di servizio Executive e i servizi cuccette, VL ed Excelsior.

La promozione è acquistabile fino alle ore 24.00 di due giorni prima della partenza del treno su tutti i canali di vendita Trenitalia. I dettagli dell’offerta sono consultabili su trenitalia.com.

Email inviata con successo

Presentazione del libro “Noi poliziotti del 113”

11/02/2019 15:09

Sarà Confservizi Veneto a ospitare la presentazione del libro Noi poliziotti del 113 di Paolo Citran. Il libro è un viaggio nella professionalità e nelle motivazioni di un poliziotto delle volanti e racconta soprattutto molti episodi a volte simpatici a volte invece gravi. L’autore Paolo Citran è in Polizia dal 1987. Nel servizio volanti vi è stato per 27 anni. Attualmente è capo turno della sala operativa della Questura di Venezia con il grado di ispettore superiore.

La presentazione è in programma per il prossimo giovedì 14 febbraio alle ore 16 nella sede di Confservizi Veneto in via della Croce Rossa a Padova. Oltre all’autore, interverranno Silvia Pacchiele, vice procuratore onorario presso la Procura del Tribunale di Venezia e avvocato del Foro di Verona, Vincenzo Lovino, editore de Il Sestante News e conduttore del talk show Insieme idee e persone di Canale Italia e l’editore del libro Carlo Mazzanti. Faranno gli onori di casa Massimo Bettarello e Nicola Mazzonetto, rispettivamente presidente e direttore di Confservizi Veneto.

Confservizi Veneto ospiterà la presentazione del libro di Citran consapevole del proprio ruolo e del proprio impegno fondato sulla responsabilità sociale d’impresa. Gli associati del Sistema Confservizi, infatti, si caratterizzano per il radicamento territoriale, il rispetto dell’ambiente e la tensione verso l’eccellenza dei servizi erogati, che incidono significativamente sulla qualità della vita di milioni persone. Questo impegno si concretizza nel perseguimento delle migliori performance nell’ottica e nel rispetto dei principi e degli obiettivi della sostenibilità nelle sue diverse declinazioni: economica, sociale e ambientale.

In virtù di questa volontà, il Sistema dialoga e si confronta costantemente con gli stakeholder e promuove iniziative in grado di favorire la condivisione delle conoscenze riguardanti non solo i servizi di pubblica utilità, ma, in un quadro più complessivo, di molte attività e avvenimenti che hanno significato e valore importanti per la società civile negli ambiti dell’innovazione e della cultura, dell’educazione e della formazione, della solidarietà e della crescita.

Email inviata con successo

Nas sequestra pesce senza rintracciabilità

11/02/2019 14:54

Quasi una tonnellata e mezzo di pesce e 3.000 confezioni di integratori alimentari sono stati sequestrati dai Carabinieri del Nucleo per la Tutela della salute, nell'ambito di una serie di controlli che hanno riguardato diverse città italiane.

Gli uomini del NAS di Padova, in un'operazione congiunta con la Guardia Costiera di Chioggia e il Servizio Veterinario della ULSS 6 Euganea, hanno sequestrato quasi 1.500 chilogrammi di pesce fresco e congelato, per un valore di 50.000 euro. I prodotti ittici erano infatti privi di elementi di rintracciabilità nell'etichetta.

Email inviata con successo

Musei gratis per le coppie a San Valentino

11/02/2019 11:54

Per la festa di San Valentino, giovedì 14 febbraio, ingresso gratuito per tutte le coppie ai Musei Civici agli Eremitani (escluse la Cappella degli Scrovegni e la mostra Antonio Ligabue. L’uomo, il pittore), a Palazzo Zuckermann e al Museo del Risorgimento e dell'Età Contemporanea.

L’iniziativa s’inserisce nell’ambito delle attività promozionali dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova per far conoscere al grande pubblico il patrimonio artistico e culturale cittadino e renderlo consapevole della storia del territorio, facendo comprendere che i Musei sono luoghi dove è piacevole sostare, per conoscere in modo diretto le testimonianze storico artistiche ivi raccolte e conservate.

Ingresso gratuito in queste sedi anche: l’8 marzo, Festa della Donna, per le donne; il 19 marzo, Festa del Papà, per i papà accompagnati dai figli al di sotto dei 18 anni; il 12 maggio Festa della Mamma, per le mamme accompagnate dai figli al di sotto dei 18 anni; il 13 giugno, Festa di Sant'Antonio, per tutti quelli che si chiamano Antonio/a e varianti; il 2 ottobre, Festa dei Nonni, per i nonni accompagnati dai nipoti al di sotto dei 18 anni.

Ci saranno aperture gratuite di una sede museale anche per la Notte Europea dei Musei, a maggio, e per le Giornate europee del Patrimonio a settembre.

Email inviata con successo

Corri X Padova: giovedì dal Prato

11/02/2019 11:33

Torna l'appuntamento con la Corri X Padova giovedì sera con partenza da Prato della Valle. Lo start dell'allenamento settimanale podistico per le strade della città, assieme alle Fiamme Oro, sarà alle 20.30 e come sempre ci saranno 2 percorsi, quello dedicato ai runner e quello dedicato a che vuole camminare.

Email inviata con successo

Beata Eustochio: anniversario dei 550anni

08/02/2019 12:56

Ricorrono quest’anno i 550 anni dalla morte della beata Eustochio, la monaca padovana invocata contro ogni sorta di tentazione e insidia del maligno, il cui corpo riposa nella chiesa di San Pietro a Padova e che in occasione di questo “giubileo” (e dei lavori che interesseranno la chiesa di San Pietro), verrà temporaneamente trasferito in Cattedrale a Padova, dove rimarrà per circa un anno.

La traslazione avverrà domenica 10 febbraio, alle ore 15.30, con una breve processione che dalla chiesa di San Pietro (nell’omonima via) percorrerà poi via Patriarcato, entrerà in piazza Capitaniato e, oltrepassando l’arco dell’Orologio, giungerà in piazza Duomo. L’urna verrà poi posta all’interno della basilica Cattedrale presso la cappella Giustiniani, sul lato destro. Seguirà la celebrazione dei Vespri. Per un anno le reliquie della beata Eustochio rimarranno esposte nella basilica Cattedrale di Padova. Per l’occasione è stata anche rifatta la maschera mortuaria della beata, costruita attraverso la rilevazione con lo scanner in tre dimensioni. In questo periodo le messe con le preghiere di guarigione e di liberazione che solitamente si tengono ogni terzo sabato del mese alle ore 10 nella chiesa di San Pietro, coinvolgendo numerosi devoti provenienti da tutta Italia, saranno celebrate in basilica Cattedrale.

Morta il 13 febbraio 1469, a soli 25 anni, la beata Eustochio, al secolo Lucrezia Bellini, nacque a Padova nel 1444, a seguito di una relazione tra un uomo sposato, Bartolomeo Bellini, e una monaca. La condizione di figlia illegittima le procurò, fin da piccina, umiliazioni e sofferenze. Portata a casa dal padre, la piccola Lucrezia a sette anni entrò come educanda nel monastero di San Prosdocimo a Padova, lì dove era nata, e a 17 anni con la vestizione prese il nome di Eustochio, lo stesso di una delle due collaboratrici di san Girolamo, santo a cui la giovane era particolarmente devota. A 21 anni fece la professione solenne e morì a soli 25 dopo una vita di sacrificio, lavoro e preghiera e di grande coraggio di fronte alle maldicenze e alle vessazioni del maligno. Con la soppressione del monastero di San Prosdocimo, a seguito delle leggi napoleoniche, il corpo della beata Eustochio nel 1806 venne trasportato nella chiesa di San Pietro, nel territorio della Cattedrale di Padova. “Ci sono prove evidenti – sottolinea mons. Pietro Brazzale, postulatore delle Cause dei Santi della Diocesi di Padova, e profondo conoscitore della biografia della beata padovana – che per molti anni fu tormentata dal demonio, con vessazioni e assalti del Maligno. Il crocifisso, nelle malattie e nei tremendi assalti di Satana, era per lei sempre sorgente di fiducia e di fortezza, le donava pace e serenità. Anche per questo nelle immagini che la raffigurano ha sempre il crocifisso nella mano destra. Aveva molto amato la Chiesa e la vita religiosa, che era ritornata ad essere fervorosa nel monastero di San Prosdocimo, proprio quando lei aveva deciso di maturare in esso la sua consacrazione nel Signore. Attorno alla sua tomba – prosegue mons. Brazzale – avvennero numerosi e straordinari miracoli, tanto da essere proclamata beata a furor di popolo, senza che ci fosse un vero processo ecclesiastico e un pronunciamento ufficiale della Chiesa. Era salutata da tutti come la “beata padovana” per eccellenza. Fu poi papa Carlo Rezzonico (Clemente XIII), che era stato vescovo di Padova, a riconoscere nel 1760 la legittimità del culto della beata Eustochio, che ebbe così una santa messa e un ufficio proprio, in seguito a un vero processo canonico che il Papa volle che fosse fatto a Roma. Verso questa beata c’è stato un crescendo di devozione, su cui contribuì sicuramente l’interesse dimostrato da papa San Giovanni Paolo II, dal famoso esorcista padre Gabriele Amorth e da altri esorcisti italiani”.

E proprio dagli esorcisti e da chi vuole superare tante situazioni di contrasto e di divisione tra le persone, la beata è invocata. Nell’occasione dell’ostensione del corpo della beata Eustochio è stata realizzata una medaglia in acciaio inox che su un lato riproduce la beata in gloria, che calpesta Satana e ha nella mano destra alzata verso il Cielo il Crocifisso e sull’altro lato un agnelo che tiene un cartiglio con la scritta latina STENERE SVPERBE SVB PEDIBUS FOEMINAE (Prostrati, superbo, sotto i piedi di una donna).

Email inviata con successo

A fine mese esterometro e modelli Intrastat

08/02/2019 10:48

La liquidazione Iva del mese di gennaio in calendario per il 28 febbraio metterà, per la prima volta, gli operatori alla prova con adempimenti connessi alla fattura elettronica, come ad esempio, l'importazione delle fatture elettroniche per conto dei clienti, azione che, in alcuni casi, si sta rivelando nient'affatto scontata. Ci troveremo, inoltre, di fronte alla prima comunicazione dei dati relativi al cosiddetto "esterometro". Il tutto, senza dimenticare, la compilazione dei modelli Intrastat.

L’allarme è lanciato da CNA Veneto che prevede un fine mese di fuoco per i propri uffici e in generale per le imprese. Un vero e proprio diluvio di adempimenti tutti nuovi che rischiano di mandare in tilt migliaia di operatori. Per scongiurare una tale situazione, CNA Veneto rivolge un appello al MISE ed All’agenzia Entrate per una adeguata rimodulazione delle scadenze previste per il 28 febbraio. In particolare sarebbero opportune:

• la traslazione della scadenza ultima dell'invio dello spesometro relativo al II semestre 2018 al 31.03.2019;

• l'eliminazione delle comunicazioni periodiche Iva trimestrali;

• l'eliminazione o quanto meno la semplificazione del cosiddetto "esterometro", o termini di scadenza semestrali con prima scadenza al 30 settembre 2019, e non mensili come ora previsti;

• l'eliminazione del periodo, previsto dall' art. 14 del DL 23.10.2018 n. 119, che impedisce, per le operazioni a cavallo d'anno, di detrarre l'IVA per i documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione.

“Siamo favorevoli ai cambiamenti migliorativi, ma non sempre chi fa le leggi ha esattamente consapevolezza delle conseguenze. Pensiamo che la digitalizzazione possa offrire anche diverse opportunità, se le innovazioni che introduce sono accompagnate da una vera semplificazione. Ad esempio, la fatturazione elettronica, presuppone un massiccio e articolato invio di dati senza che ciò determini, fino ad oggi, un alleggerimento degli adempimenti posti a carico delle imprese. Se si continueranno a sommare nuove scadenze alle vecchie ciò che si rischia è un diluvio di adempimenti, come quello che è in arrivo e che finirà per inondare associazioni ed aziende", ha commentato Alessandro Conte, Presidente di CNA Veneto.

Email inviata con successo

Al via la formazione per imprenditori agricoli

08/02/2019 10:41

Un mese di appuntamenti sul territorio per affrontare con gli imprenditori agricoli i principali aspetti che riguardano il settore primario, dalla fatturazione elettronica alla Pac dopo il 2021, dalle opportunità offerte dall’apertura dei nuovi bandi del Piano di Sviluppo Rurale alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio, dall’introduzione della “Quota 100” per le pensioni alle opportunità della vendita diretta, oltre alla ricetta elettronica veterinaria, alle prospettive per la crescita, agli indennizzi per le malattie professionali in agricoltura, alla sicurezza in azienda e agli strumenti di difesa del reddito e delle produzioni agricole. Per approfondire questi e molti altri aspetti Coldiretti Padova ha messo a punto un articolato calendario di appuntamenti distribuiti su tutto il territorio. In questa prima sessione gli incontri saranno tenuti dagli esperti di Coldiretti Impresa Verde Padova nei diversi settori, con una particolare attenzione alle specificità e alle problematiche dei diversi territori.

Al primo appuntamento di questo nuovo percorso formativo di Coldiretti, lunedì 11 febbraio a Padova agriturismo Scacchiera in via Rovetta, dalle 15.30, sono invitati tutti i soci della cintura urbana di Padova e alle aziende impegnate nella vendita diretta o intenzionate a diversificare il reddito con questa attività. In primo piano pertanto le principali novità sulla vendita diretta e la fatturazione elettronica, insieme ad approfondimenti sui mercati di Campagna Amica come opportunità di crescita per le aziende e sulle normative che riguardano la sicurezza nei luoghi di lavoro. Il direttore Giovanni Roncalli si soffermerà sulle azioni della “nuova Coldiretti” per dare futuro alle imprese mentre il presidente Massimo Bressan chiuderà la giornata sottolineando la necessità di mettersi in ascolto del territorio e condividere le priorità per le imprese. I prossimi appuntamenti sono in programma martedì 12 febbraio a Conselve, 4 febbraio a Camposampiero, 18 febbraio a Stanghella,19 a San Giorgio in Bosco, 20 a Due Carrare, 21 a Ospedaletto Euganeo, 25 a Piove di Sacco e 26 a Piazzola sul Brenta.

“Al di là degli aspetti di carattere generale – afferma il direttore di Coldiretti Padova Giovanni Roncalli – ci addenteremo anche su argomenti specifici in base alle peculiarità territoriali e alle novità che maggiormente riguardano il tessuto produttivo della nostra provincia. C’è la necessità di approfondire al più presto gli sviluppi della Politica Agricola Comunitaria dopo il 2021 e anche i riflessi pratici dell’introduzione della fatturazione elettronica. Affronteremo anche temi riguardanti la gestione del territorio e la sicurezza idraulica soffermandoci sull’attività svolta dal Condifesa Padova, che si occupa della tutela a 360 gradi di produzioni e attività agricole da avversità e mutamenti climatici. Non mancherà poi l’informazione su settori emergenti per il settore primario nella nostra provincia. Questo primo “giro” di incontri sul territorio sarà anche l’occasione per fare il punto sui principali sevizi offerti da Coldiretti Impresa Verde nelle sue articolazioni territoriali e nei diversi ambiti di intervento. Fra le novità i servizi on line offerti dal nostro “Portale del Socio Coldiretti” che permette di accedere a diverse funzionalità direttamente dal proprio computer e in stretto contatto con i nostri Uffici. Non mancherà poi lo spazio per le domande e le osservazioni che gli imprenditori potranno rivolgere direttamente ai responsabili dei vari servizi e settori di Coldiretti Padova presenti agli incontri”.

Email inviata con successo