OMICIDIO ARCELLA

Ammazzato nel sonno
con 30 coltellate

12/02/2019 09:12

Ha ammazzato nel sonno il coinquilino indiano, l'amico a cui aveva dato ospitalità nel suo mini appartamento, Hoschiar Singh, 40enne irregolare, con 30 coltellate e voleva uccidere anche il vicino di casa, pakistano.

Le accuse nei confronti di Sanjay Budhwar sono pesanti: omicidio volontario pluriaggravato dalla premeditazione e dai futili motivi, incendio e tentato omicidio. Quest'ultimo capo d'imputazione si riferisce al fatto che l'indiano abbia cercato di incastrare il vicino di casa tentando di ucciderlo e intrappolandolo in un piano omicida. Nella sua testa, secondo i carabinieri, voleva inscenare una lite mortale tra di due. Ma il pakistano si è difeso, nonostante le ferite, l'ha disarmato del coltello, è scappato ed ha dato l'allarme. A chiamare il 118 è stata la moglie.

L'uomo non ha confessato ma il magistrato ha ritenuto che le prove a suo carico fossero sufficienti. Il metalmeccanico 36 enne, regolare sul nostro territorio, nel suo profilo Facebook mostra il pollice all'insù, scatti a fianco di poliziotti e carabinieri in divisa, lui in stazione, steso su Prato della Valle. Immagini di un uomo che vive la città da turista, che mostra al mondo di avercela fatta, ai parenti lontani soprattutto ma che in realtà viveva in una casa-tugurio in un palazzo multietnico dove la convivenza è difficile.


 
Nessun commento per questo articolo.