IL PRIMO INCONTRO

Area ex caserma Prandina
Il dibattito è aperto

12/02/2019 18:05
C’è chi spera che diventi un enorme parco. C’è chi conta che il parcheggio, attivo durante le feste di Natale, venga riaperto al più presto. C’è chi ci vede spazio per impianti sportivi, chi attività ricettive, chi area verde con spazi commerciali, chi un approdo per i turisti. Sono davvero molte, e tra le più diverse, le idee degli oltre cento rappresentanti di altrettante associazioni del territorio che si sono incontrate nella sede di Informambiente di via dei Salici, nel quartiere Guizza, per la prima riunione incentrata sul destino dell’area della Prandina. Il primo dei dieci incontri previsti fino a fine maggio ha visto la partecipazione di numerosi “stakeholder” della città: gruppi economici, associazioni di categoria, movimenti ambientalisti ma anche associazioni di industriali, pubblici esercizi, gruppi sportivi e associazioni culturali. Molti anche i cittadini intervenuti. In prima fila, buona parte dell’amministrazione comunale. Il sindaco Giordani, felice della grande partecipazione “È un segno importante di quanto interessi il futuro di un’area strategica di Padova”, con gli assessori Micalizzi, Nalin, Benciolini, Gallani e il vicesindaco Lorenzoni, che ha ufficialmente aperto i lavori. “Insieme troveremo la soluzione più adatta ai bisogni della città” ha detto il vicesindaco. Il primo incontro ha visto la presentazione dell’area dell’ex caserma nella sua interezza, e nella relazione con le aree circostanti. Una prima disamina per introdurre un tema che sarà poi dibattuto in tavoli di lavoro e incontri collegati. Sono previste anche passeggiate conoscitive proprio all’interno dell’area dell’ex caserma per far conoscere il luogo ai cittadini, e alle associazioni interessate: l’obiettivo è raccogliere ulteriori idee e ascoltare i bisogni dei residenti e delle attività commerciali che gravitano in zona Corso Milano.
 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.