BASSA PADOVANA

Nido blocca il camino,
muore intossicato

15/03/2019 09:39

Un 55enne ieri è morto a causa del monossido di carbonio. Moglie e figlio sono ricoverati in ospedale in gravi condizioni. Il fatto è successo in una casa a Piacenza d’Adige.

Ieri sul posto si sono precipitati i carabinieri, il Suem e i vigili del fuoco che hanno constatato che il gas sprigionato dalla caldaia è stato causato dall’ostruzione della canna fumaria. Ad essere letale è stato un nido d’uccelli.

A lanciare l’allarme è stato il cognato della vittima che non riusciva a mettersi in contatto con la famiglia e così ha deciso di chiamare i carabinieri. Giunti in via Galvan sono entrati in casa e hanno trovato la donna in cucina riversa a terra priva di coscienza, il figlio nelle stesse condizioni all’interno della sua camera e il padre, Lauro Santato, morto in camera da letto.

La donna è stata portata all’ospedale di Padova con l’elicottero e il ragazzo in ambulanza all’ospedale di Schiavonia. A salvargli la vita è stato decisivo il massaggio cardiaco effettuato dal carabinieri prima che arrivasse il 118. La loro prognosi al momento è riservata. Anche i due militari intervenuti all’interno della casa sono stati accompagnati all'ospedale in via precauzionale per aver inalato il monossido che ristagnava nelle stanze.


 
Nessun commento per questo articolo.