IMPRESE DI PADOVA

Fiamme Gialle: sequestri
per 600 mila euro

15/03/2019 10:46

La guardia di Finanza di Vicenza ha confiscato due unità immobiliari in provincia di Treviso del valore di circa 600.000 euro nell'ambito di un'inchiesta su fatture false .

Il Gruppo di Bassano del Grappa ha così sequestrato un appartamento e quota parte di una villa di pregio a Caerano di San Marco (Treviso) riconducibili rispettivamente a duna donna di 45 anni e a suo padre di 82 anni, già amministratori di una Spa di Altivole (Treviso) coinvolti in un sistema fraudolento imperniato sull'emissione e l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per un importo complessivo di circa 10 milioni di euro. In quel contesto, che coinvolse a vario titolo 35 imprese operanti tra le province di Vicenza, Treviso e Padova, furono eseguiti 5 arresti, denunciate 28 persone, e sottoposte a sequestro preventivo somme di denaro e immobili, tra cui quelli sottoposti a confisca, per un valore complessivo pari a circa 4,5 milioni di euro. I finanzieri portarono a galla un complesso meccanismo evasivo fondato sull'esistenza di diverse cartiere aventi il compito esclusivo di generare fraudolentemente e solo cartolarmente movimentazioni di beni e servizi emettendo fatture per operazioni inesistenti.

Così la Spa trevigiana, tra il 2009 e 2010, aveva annotato fatture fittizie, emesse da cartiere riconducibili al bassanese G.S., per circa 5 milioni, con indebita detrazione di Iva per 850.000 mila euro.


 
Nessun commento per questo articolo.