DUE CONIUGI

Ladri specializzati in
"Rolex": arrestati

16/03/2019 11:00

Lei, con una carezza, sfilava l'orologio al malcapitato bersaglio che lui, dall'auto, monitorava con attenzione. Due coniugi stranieri responsabili del furto di un Rolex commesso ai danni di un commerciante di Abano Terme sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Padova. I poliziotti, in servizio di osservazione in prossimità del casello autostradale di Padova ovest, avevano notato un’autovettura Fiat Bravo con alla guida un ragazzo dai tratti somatici rom e seduta dietro, una ragazza le cui sembianze erano apparse simili a quelle descritte da alcune vittime di furti di denaro ed orologi già rilevati in altre occasioni.

Il veicolo veniva quindi seguito e visto dirigersi verso il centro di Abano Terme, dove, a debita distanza, gli agenti avevano osservato la passeggera scendere dall’auto ed entrare all’interno di uno dei negozi ubicati lungo la via, il tutto sotto l’occhio vigile del conducente dell’auto, che rimasto al posto guida, la controllava, monitorando la “situazione” circostante.

Dopo pochi istanti la ragazza risaliva in macchina e i poliziotti, insospettiti, raggiungevano velocemente l’esercizio commerciale vedendone uscire un uomo che, con fare agitato, spiegava di essere stato appena derubato del suo Rolex da una ragazza straniera, di piccola statura, che dopo averlo accarezzato su un braccio, gli aveva sfilato l’orologio. Tanto appreso, avendo avuto riscontro dei propri sospetti, gli agenti inseguivano l’auto che era in procinto di lasciare il parcheggio e rilevando che il mezzo si stava dirigendo verso il comune di Mestrino, dopo aver fatto giungere in prossimità della zona un secondo equipaggio, bloccavano l’autovettura. I successivi accertamenti consentivano di rinvenire, abilmente nascosto nella parte posteriore del sedile del passeggero, un involucro contenente proprio l’orologio Rolex rubato alla parte offesa, alla quale, dopo le verifiche di rito è stato restituito. In considerazione dei numerosi precedenti specifici della donna, le indagini proseguono per verificare se le due persone arrestate siano responsabili anche di altri episodi simili a quello descritto. Gli arrestati si chiamano Napoleon Vasile nato il 04/04/1995 Romania, domiciliato in provincia di Verona, e Pansela Vasile nata il 18/08/1996 e anche lei domiciliata in provincia di Verona.


 
Nessun commento per questo articolo.