OGGI IN PIAZZA ERBE

"Salviamo il S.Antonio"
Raccolte 4mila firme

13/04/2019 17:28

Continua la campagna lanciata dal Comitato Padova Bene Comune che ha portato in piazza la volontà di garantire dignità al S.Antonio, "Ospedale da salvaguardare". La richiesta alla Regione Veneto è quella di ripensare all'accorpamento del Sant'Antonio con l'azienda ospedale-università. O quantomeno avviare un tavolo di confronto e di dialogo, con medici, operatori, pazienti e cittadini. La raccolta firme ha toccato quota quattromila. Banchetto dopo banchetto, una testimonianza che arriva dalla cittadinanza come spiega Antonino Pipitone, a capo del comitato. "Saremo in piazza finché la Regione nn risponderà ai padovani, che chiedono di non dover andare a curarsi a Piove di Sacco o Schiavonia - ha detto Pipitone - La speranza è che il Sant'Antonio rimanga nelle disponibilità all'Ulss 6". Presente al sit in in piazza delle erbe anche il consigliere regionale Sinigaglia. "Il Sant'Antonio è riferimento per la popolazione fragile e il passaggio all'azienda-università cambia la vocazione del nosocomio stesso". E si dice vicino alle preoccupazioni dei suoi concittadini il Sindaco di Padova, Sergio Giordani: al primo cittadino non bastano le rassicurazioni sul futuro dell'ospedale dei padovani. “La Regione faccia marcia indietro – si legge su Il Mattino – perché la fretta può essere cattiva consigliera”. La città chiede chiarezza: da Palazzo Moroni, in dialogo con la Regione, la richiesta che il sant'antonio venga reinserito nelle schede sanitarie per rassicurare tutti sul mantenimento degli standard attuali della sanità padovana.


 
Nessun commento per questo articolo.