Droga e alcol, incontro a Montegrotto Terme

22/05/2019 07:54

Cannabis, cocaina, anfetamine, ma anche alcol, nicotina, psicofarmaci, Lsd e eroina: non è facile essere genitori o educatori di adolescenti. Di fronte ai sospetti di consumo di alcol o di uso di sostanze stupefacenti gli adulti di riferimento spesso si trovano impreparati: quali sono i sintomi? Quali gli effetti a breve e a lungo termine? Quali le migliori strategie per intervenire con i nostri ragazzi? I comuni di Montegrotto Terne, Abano Terme e Torreglia promuovono tre incontri nel territorio con gli esperti del SerD, il dipartimento Dipendenze dell’Ulss6 Euganea, per approfondire il tema delle dipendenze e del rapporto tra adolescenti ed educatori. “Abbiamo deciso di avviare questo importante progetto di collaborazione tra i nostri comuni - spiegano le tre assessore Elisabetta Roetta per Montegrotto Terme, Virginia Gallocchio per Abano Terme, e Silvia Santinello per Torreglia - per fare rete su un argomento difficile da trattare, ma sempre più diffuso e in aumento. Riteniamo fondamentale creare una sinergia fra le istituzioni e tutte le agenzie educative delle nostre comunità per fornire strumenti concreti di prevenzione e di sostegno a coloro che hanno un ruolo centrale nell’educazione”.

Si comincia il 28 maggio alle 20.30, al Centro Ricreativo Comunale di via Donati,1 ad Abano Terme quando la dottoressa Alessandra Moro parlerà dei compiti di sviluppo in adolescenza e nei giovani adulti. Il martedì successivo, 4 giugno, alle 20.30 al Centro Comunale di via Diocleziana 4 a Montegrotto Terme sarà il dottor Giancarlo Zecchinato a illustrare i fattori protettivi e favorenti nell’uso di sostanze. In chiusura, il 18 giugno alle 20.30 all’auditorium Prosdocimi di via Vittorio Veneto, 4 a Torreglia l’incontro sarà dedicato ai ruoli educativi e allo sviluppo degli adolescenti e dei giovani adulti. Ne parleranno le dottoresse Caroti e Bonan sempre afferenti al dipartimento delle Dipendenze dell’Ulss 6 Euganea.

Negli incontri verrà anche distribuito un opuscolo curato consultando gli esperti dell’Ulss 6 e della Regione del Veneto, che intende essere una prima, breve guida informativa per i genitori e gli educatori. Con un’avvertenza: conoscere non è sufficiente. È solo il primo passo. Per il resto è importante coltivare sempre il dialogo, ascoltare i figli e i loro bisogni e rivolgersi ai servizi in caso di necessità o di dubbi.

Email inviata con successo

Ospedali Padova Sud, nuovo primario geriatria

21/05/2019 14:39

Gli Ospedali Riuniti Padova Sud vantano un nuovo primario: è il dottor Lucio Conforto, nominato oggi direttore dell’Unità operativa complessa di Geriatria, in seguito a concorso pubblico. Conforto, classe 1957, si è laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Padova nel 1990 per poi specializzarsi nel 1994 in Gerontologia e Geriatria. Prima di prendere servizio come primario, finora era direttore dell’Unità operativa complessa di Lungodegenza dell’ex Ulss 17.

Nella sua lunga carriera Lucio Conforto è stato anche responsabile dell’Hospice di Montagnana, direttore ad interim della Geriatria di Monselice e dell’Unità operativa semplice a valenza dipartimentale di Dimissioni protette / Continuità assistenziale dell’Ulss 17. Membro del Consiglio direttivo Triveneto della SIGOT (Società Italiana Geriatria Ospedale Territorio), il dr. Conforto ha concentrato la sua attività in area ospedaliera integrandola però sempre con il territorio, come indica la moderna concezione di sanità. Oltre alle attività istituzionali (dimissioni protette, hospice, ospedale di comunità) si è sempre impegnato per la realizzazione di iniziative di sensibilizzazione e informazione per una corretta e appropriata gestione e presa in carico delle problematiche di salute della popolazione, soprattutto anziana.

“Il progressivo invecchiamento della popolazione è accompagnato da un aumento di patologie croniche e non, come quelle cardiovascolari, il diabete, la malattia di Alzheimer e altre sindromi neurodegenerative, i tumori, le patologie polmonari e i problemi muscoloscheletrici. Come conseguenza, aumentano le necessità sociosanitarie dei pazienti cronici, di quelli affetti da pluripatologie e sempre più numerosi sono gli anziani. Ben si comprende dunque – commenta il Direttore generale dell’Ulss 6 Euganea, Domenico Scibetta – quando sia importante investire in geriatri particolarmente preparati e competenti, al servizio di una fetta così numerosa della nostra popolazione. Diamo quindi il benvenuto al dr. Conforto, nelle cui mani affidiamo i nostri anziani nell’Ospedale Madre Teresa di Calcutta”.

Email inviata con successo

Corri X Padova dalla Caserma dei Pompieri

21/05/2019 10:48

Giovedì 23 maggio torna la Corri X Padova, l'appuntamento podistico (running e walking) collettivo, all'aperto, che si svolge da novembre a giugno, con cadenza settimanale ogni giovedì, in luoghi sempre diversi della città. Vengono proposti tragitti, con percorsi predefiniti lungo le vie, le piazze, i parchi e gli argini cittadini, con la guida di atleti, anche di livello nazionale, che fanno da "pacemaker" ai partecipanti. I "pacemaker" hanno andature differenziate, in modo che ogni runner/walker possa trovare il suo giusto ritmo e via via migliorarsi. Le distanze variano dai 6 ai 10 km per il running e dai 4 ai 6 km per il walking.

Giovedì sera la partenza alle 20.30 è dalla Caserma dei Vigili del Fuoco in via San Fidenzio.

Email inviata con successo

Emergenza truffe nell'Alta Padovana

20/05/2019 12:41

Sono giunte solo stamani, al centralino di Etra, alcune segnalazioni di truffa a tentata truffa avvenute negli ultimi giorni della settimana scorsa in diversi Comuni dell’Alta Padovana. Preoccupante l’episodio accaduto a Carmignano di Brenta, dove, in casa di un’anziana, si è presentato un uomo vestito da vigile, ma è purtroppo risultato trattarsi di un ingegnoso travestimento. Il malfattore era riuscito a procurarsi una fotocopia di una recente fattura e ha dichiarato di essere lì per recuperare l’importo, dicendo che risultava non pagato. La signora ha consegnato il denaro, fidandosi dell’uniforme indossata dal truffatore ed il presunto vigile si è allontanato col bottino. Il fatto è stato denunciato alle autorità locali di Polizia.

Un’altra segnalazione è giunta da Vigodarzere, dove tre persone si sono spacciate per collaboratori di Etra, pur non essendo dotati di cartellino di riconoscimento e vestendo eleganti abiti neri di taglio formale. I tre uomini (un ragazzo giovane e due adulti) sono entrati in casa di una persona anziana, con la scusa di cambiare i contatori al fine che l’utente potesse avere un risparmio. Una volta introdottisi in casa, hanno chiamato un numero (componendo, però, loro stessi il numero) e all’altro capo del telefono una persona ha confermato che si trattava di inviati di Etra. All’utente è stato chiesto solo di pronunciare la parola “Sì”, evidentemente allo scopo di registrare la sua voce per secondi fini.

Ancora una volta Etra ricorda ai propri Clienti che gli operatori, sempre dotati di tesserino di riconoscimento, non chiedono mai di accedere all’interno delle case (eccetto i letturisti nel caso in cui il contatore si trovi all’interno dell’abitazione), non sono autorizzati a vedere le bollette né tantomeno a chiedere denaro, poiché tutti i rapporti economici fra Etra e gli utenti vengono registrati direttamente in bolletta. Inoltre, nessun operatore o tecnico di Etra è autorizzato a far firmare a domicilio contratti o moduli.

In caso di dubbi, è sempre meglio fare le opportune verifiche, chiamando, digitandolo personalmente, il Numero verde gratuito del servizio idrico, 800.566766 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20.

Email inviata con successo

Demenza: sono 66.000 mila i veneti colpiti

20/05/2019 11:46

Le patologie definite con il termine di "demenza" hanno colpito, secondo dati elaborati sull'anno 2017, 66.147 veneti, dei quali 63.458 con più di 65 anni e 2.689 con meno di 65 anni. In Italia, il numero sale a un milione 241 mila persone colpite, il 50-60% delle quali dall'Alzheimer. Come supportare al meglio i pazienti e le loro famiglie? Come rendere più efficaci le cure? Come organizzare il sistema assistenziale? A queste domande, la Regione del Veneto sta dando risposte innovative, con il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale, abbinato all'attivazione di una novità a livello nazionale: la Mappa per le Demenze a Supporto del Pdta Regionale, una piattaforma web di facile accessibilità, dove ciascuna figura che si affaccia al mondo della demenza, professionista o utente che sia, può trovare modo di orientarsi e trovare supporto alle sue necessità.

Sono queste le principali novità sulle quali si focalizzerà un Convegno, dal titolo "Un nuovo approccio alla demenza, una mappa a supporto del Pdta regionale", che si terrà mercoledì prossimo, 22 maggio 2019, con inizio alle ore 9.30, presso l'Auditorium "G.Rama" dell'Ospedale dell'Angelo di Mestre. I lavori saranno aperti dagli interventi dell'Assessore alla Sanità della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, del Direttore Generale della Sanità Veneta Domenico Mantoan, del Dg dell'Ulss 3 Serenissima Giuseppe Dal Ben e del Dg dell'Azienda Zero Patrizia Simionato. Il tema, sul piano tecnico, sarà introdotto dalla dottoressa Cristina Basso, dell'Unità Operativa Complessa Servizio Epidemiologico Regionale e Registri di Azienda Zero e dalla testimonianza di una persona affetta da demenza, l'irlandese Helen Rochford-Brennan, Presidente del Working Group Europeo per le Demenze. Per tutta la giornata, tecnici e specialisti del settore sia alterneranno nell'affrontare i singoli aspetti delle demenze.

Email inviata con successo

Anime Verdi, via al festival dei giardini

20/05/2019 10:13

Martedì 21 maggio, alle 17:00, l’ufficio Progetto Giovani presenta la seconda edizione di “Anime Verdi”, il festival di giardini aperti in programma l’1 e il 2 giugno a Padova. L’appuntamento, in Sala Rossini del Caffè Pedrocchi, è ad accesso gratuito. Nel corso della presentazione, i curatori del festival presentano i giardini aperti, le numerose novità di quest’anno e tutte le modalità di partecipazione. Sarà inoltre possibile acquistare in prevendita il biglietto di accesso al Festival.

Per questa edizione sono aperti trenta spazi verdi privati o abitualmente non accessibili nei quali sarà possibile entrare conoscendo prospettive inconsuete, proprietari ospitali e volontari disponibili ad accogliere appassionati di paesaggio o semplici curiosi. A questi si aggiungono alcuni tra i più importanti parchi e spazi verdi pubblici della città, animati da performance artistiche, concerti, visite guidate e narrazioni per i più piccoli.

L’edizione 2019 di “Anime Verdi” aderisce al Festival della Sostenibilità, alla Settimana Europea dello Sviluppo Sostenibile, ad Appuntamento in Giardino – Associazione Italiana Parchi e Giardini d’Italia con Mibact.

IL PROGRAMMA

Alle 17:00 apertura della biglietteria e distribuzione in prima assoluta del programma del festival.

Alle 17:10 convegno 'Anime Verdi: un festival di giovani, ambiente e comunità'. Introduzione del Sindaco di Padova Sergio Giordani e del Capo di Gabinetto, Fiorita Luciano.

Alle 17:20 di parlerà del programma integrato tra giardini privati e parchi pubblici nella settimana della sostenibilità ambientale a cura dell’Assessore al Verde del Comune di Padova Chiara Gallani.

Alle 17:30 ci sarà la presentazione del concept e del programma del festival. Intervengono:

- Stefano De Stefani – Coop Soc Il Raggio Verde

- Antonella Pietrogrande – Gruppo Giardino Storico Università di Padova

- Stefania Pesavento Mattioli – Società Amici del Giardinaggio di Padova

- Silvia Datei – docente workshop Anime Verdi

- Davide Fagherazzi – Orchestra Nova Symphonia Patavina

- Angela Bigi – Città delle Mamme.

Alle 18:00 si parlerà del patrimonio verde in Italia, verso un network nazionale di parchi e giardini pubblici e privati. Giuseppe La Mastra, APGI Associazione Parchi e Giardini d’Italia, introduce e coordina il dialogo tra i festival di giardini aperti “Anime Verdi” (Padova), “Interno Verde” (Ferrara) e “Di Verde in Verde” (Bologna), “Giardini Aperti” (Verona).

Email inviata con successo

Finanza: bando per 965 Allievi

14/05/2019 13:28

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il bando di concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 965 allievi finanzieri (805 del contingente ordinario e 160 del contingente di mare) così ripartiti:

- n. 676 riservati ai volontari in ferma prefissata delle Forze armate;

- n. 289 destinati ai cittadini italiani (di cui 26 riservati ai possessori dell’attestato di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752).

Al concorso possono partecipare coloro che abbiano, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, compiuto il 18° anno e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età. Il limite anagrafico massimo così fissato è elevato di un periodo pari all’effettivo servizio militare prestato e, comunque, non superiore a tre anni per coloro che, alla data del 6 luglio 2017, svolgevano o avevano svolto servizio militare volontario, di leva o di leva prolungato.

Ai fini della presentazione della domanda di partecipazione é necessario essere in possesso:

- del diploma di istruzione secondaria di primo grado, per i posti riservati ai volontari delle Forze

armate;

- per i restanti posti del diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento della laurea. Possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma, lo conseguano nell’anno scolastico 2018/2019.

La domanda di partecipazione al concorso, da presentare entro le ore 12.00 del 27 maggio 2019, dovrà essere compilata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “https://concorsi.gdf.gov.it”, seguendo le istruzioni del sistema automatizzato.

I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (“P.E.C.”), dopo aver effettuato la registrazione al portale, potranno accedere, tramite la propria area riservata, al format di compilazione della domanda di partecipazione.

Sul predetto sito internet è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di dettaglio sul concorso e prendere visione del bando.

Email inviata con successo

GoodBike regala 2 ore di utilizzo della bici

14/05/2019 10:47

GoodBike Padova ti regala #2oreperte. Ogni weekend fino al 29 settembre le prime 2 ore di utilizzo del servizio saranno gratuite. Cosa aspetti? Promozione valida fino al 29 Settembre 2019. Disponibile per tutti i possessori di un abbonamento annuale o mensile e per tutti coloro che acquisteranno un nuovo abbonamento.

Per saperne di più clicca QUI.

Email inviata con successo

Porta a Porta a San Giuseppe, l'incontro

14/05/2019 10:37

Si terrà mercoledì sera, alle ore 20.30 nella sala Cardinal Callegari in via Curtatone e Montanara 4, il quarto e ultimo incontro pubblico con i cittadini di San Giuseppe e Porta Trento Sud, per informare sulla nuova modalità di raccolta rifiuti porta a porta che prenderà avvio dal prossimo 1 giugno. All’incontro, aperto a tutti i cittadini, parteciperanno rappresentanti del Comune di Padova, di AcegasApsAmga e del Bacino Padova 2, pronti a spiegare il nuovo servizio, raccogliere le domande dei residenti e offrire immediati riscontri. “Si avvicina il momento dell'inizio del porta a porta per San Giuseppe e Porta Trento Sud – sottolinea l’assessora all’Ambiente Chiara Gallani –. Anche l’ultima assemblea, prevista mercoledì, sono sicura sarà molto partecipata, come è stato nelle occasioni precedenti. La cittadinanza si è dimostrata molto attenta e informata sul tema e questo ci fa particolarmente piacere perchè è segno di sensibilità. La campagna informativa continuerà con gli info point in quartiere, altra iniziativa molto apprezzata”.

INFOPOINT SUL TERRITORIO

Oltre alle assemblee, per meglio supportare i cittadini al nuovo servizio, continueranno fino alla fine di giugno gli infopoint itineranti sul territorio coinvolto dalla novità, allestiti nei punti di maggior frequentazione per un totale di 20 appuntamenti. Ecco le prossime date:

• 17/05, ore 15-19, area verde,fronte a.s. Nuotatori Padovani, via Tirana 48;

• 18/05, ore 10-13, Giardino dei Gelsi, via Monte Cengio;

• 19/05, ore 9.30-12.30, chiesa San Giuseppe, piazzale San Giuseppe 3;

• 22/05, ore 16-19, area verde, a fianco bar Palestro, via Palestro 24;

• 24/05, ore 16-19, piazza Caduti della Resistenza, via P. Toselli;

• 25/05, ore 10-13, Conad Superstore, via O. Gallenia 8;

• 26/05, ore 9.30-12.30, chiesa Natività Maria Ss., via P. Bronzetti 12;

• 31/05, ore 10-13, area verde,fronte a.s. Nuotatori Padovani, via Tirana 48;

• 9/06, ore 9.30-12.30, chiesa Natività Maria Ss, via P. Bronzetti 12;

• 15/06, ore 10-13, Conad Superstore, via O. Gallenia 8;

• 23/06, ore 10-13, chiesa San Giuseppe, piazzale San Giuseppe 3.

Email inviata con successo

Carabinieri al Bo contro la mafia

14/05/2019 08:31

Negli ultimi mesi il Veneto è stato interessato da numerose operazioni di polizia giudiziaria contro organizzazioni criminali di tipo mafioso, evidenziando come la criminalità organizzata sia diffusa e radicata nel tessuto economico e sociale.

Il Convegno Economia delle mafie e territorio, organizzato da Carabinieri e Università di Padova, che si terrà mercoledì 15 maggio 2019 nell’Aula Magna di Palazzo del Bo, affronta il tema della presenza delle organizzazioni di tipo mafioso in una prospettiva multidisciplinare, mettendo a confronto forze dell’ordine, magistratura, studiosi, operatori economici e ordini professionali.

L’evento, con inizio alle ore 10 - dopo i saluti del Rettore Rosario Rizzuto, del Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto” Gen di C.A. Enzo Bernardini, del Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Venezia dott. Antonio Mura, nonché dell’Assessore a lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, dottoressa Elisa De Berti - vede l’intervento di autorità ed esperti che affronteranno il tema nei diversi risvolti: dalla presenza sul territorio della mafia alla criminalità organizzata nel Veneto, agli effetti economici del radicamento della criminalità nel Centro-Nord Italia, alla funzione del notaio e alla normativa antiriciclaggio, a come sviluppare l’economia  e territori nella legalità, fino al ruolo strategico dell’imprenditore.

Email inviata con successo