Finanza: bando per 965 Allievi

14/05/2019 13:28

Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il bando di concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di 965 allievi finanzieri (805 del contingente ordinario e 160 del contingente di mare) così ripartiti:

- n. 676 riservati ai volontari in ferma prefissata delle Forze armate;

- n. 289 destinati ai cittadini italiani (di cui 26 riservati ai possessori dell’attestato di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752).

Al concorso possono partecipare coloro che abbiano, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda, compiuto il 18° anno e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età. Il limite anagrafico massimo così fissato è elevato di un periodo pari all’effettivo servizio militare prestato e, comunque, non superiore a tre anni per coloro che, alla data del 6 luglio 2017, svolgevano o avevano svolto servizio militare volontario, di leva o di leva prolungato.

Ai fini della presentazione della domanda di partecipazione é necessario essere in possesso:

- del diploma di istruzione secondaria di primo grado, per i posti riservati ai volontari delle Forze

armate;

- per i restanti posti del diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento della laurea. Possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma, lo conseguano nell’anno scolastico 2018/2019.

La domanda di partecipazione al concorso, da presentare entro le ore 12.00 del 27 maggio 2019, dovrà essere compilata esclusivamente mediante la procedura telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo “https://concorsi.gdf.gov.it”, seguendo le istruzioni del sistema automatizzato.

I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (“P.E.C.”), dopo aver effettuato la registrazione al portale, potranno accedere, tramite la propria area riservata, al format di compilazione della domanda di partecipazione.

Sul predetto sito internet è possibile acquisire ulteriori e più complete informazioni di dettaglio sul concorso e prendere visione del bando.

Email inviata con successo

GoodBike regala 2 ore di utilizzo della bici

14/05/2019 10:47

GoodBike Padova ti regala #2oreperte. Ogni weekend fino al 29 settembre le prime 2 ore di utilizzo del servizio saranno gratuite. Cosa aspetti? Promozione valida fino al 29 Settembre 2019. Disponibile per tutti i possessori di un abbonamento annuale o mensile e per tutti coloro che acquisteranno un nuovo abbonamento.

Per saperne di più clicca QUI.

Email inviata con successo

Porta a Porta a San Giuseppe, l'incontro

14/05/2019 10:37

Si terrà mercoledì sera, alle ore 20.30 nella sala Cardinal Callegari in via Curtatone e Montanara 4, il quarto e ultimo incontro pubblico con i cittadini di San Giuseppe e Porta Trento Sud, per informare sulla nuova modalità di raccolta rifiuti porta a porta che prenderà avvio dal prossimo 1 giugno. All’incontro, aperto a tutti i cittadini, parteciperanno rappresentanti del Comune di Padova, di AcegasApsAmga e del Bacino Padova 2, pronti a spiegare il nuovo servizio, raccogliere le domande dei residenti e offrire immediati riscontri. “Si avvicina il momento dell'inizio del porta a porta per San Giuseppe e Porta Trento Sud – sottolinea l’assessora all’Ambiente Chiara Gallani –. Anche l’ultima assemblea, prevista mercoledì, sono sicura sarà molto partecipata, come è stato nelle occasioni precedenti. La cittadinanza si è dimostrata molto attenta e informata sul tema e questo ci fa particolarmente piacere perchè è segno di sensibilità. La campagna informativa continuerà con gli info point in quartiere, altra iniziativa molto apprezzata”.

INFOPOINT SUL TERRITORIO

Oltre alle assemblee, per meglio supportare i cittadini al nuovo servizio, continueranno fino alla fine di giugno gli infopoint itineranti sul territorio coinvolto dalla novità, allestiti nei punti di maggior frequentazione per un totale di 20 appuntamenti. Ecco le prossime date:

• 17/05, ore 15-19, area verde,fronte a.s. Nuotatori Padovani, via Tirana 48;

• 18/05, ore 10-13, Giardino dei Gelsi, via Monte Cengio;

• 19/05, ore 9.30-12.30, chiesa San Giuseppe, piazzale San Giuseppe 3;

• 22/05, ore 16-19, area verde, a fianco bar Palestro, via Palestro 24;

• 24/05, ore 16-19, piazza Caduti della Resistenza, via P. Toselli;

• 25/05, ore 10-13, Conad Superstore, via O. Gallenia 8;

• 26/05, ore 9.30-12.30, chiesa Natività Maria Ss., via P. Bronzetti 12;

• 31/05, ore 10-13, area verde,fronte a.s. Nuotatori Padovani, via Tirana 48;

• 9/06, ore 9.30-12.30, chiesa Natività Maria Ss, via P. Bronzetti 12;

• 15/06, ore 10-13, Conad Superstore, via O. Gallenia 8;

• 23/06, ore 10-13, chiesa San Giuseppe, piazzale San Giuseppe 3.

Email inviata con successo

Carabinieri al Bo contro la mafia

14/05/2019 08:31

Negli ultimi mesi il Veneto è stato interessato da numerose operazioni di polizia giudiziaria contro organizzazioni criminali di tipo mafioso, evidenziando come la criminalità organizzata sia diffusa e radicata nel tessuto economico e sociale.

Il Convegno Economia delle mafie e territorio, organizzato da Carabinieri e Università di Padova, che si terrà mercoledì 15 maggio 2019 nell’Aula Magna di Palazzo del Bo, affronta il tema della presenza delle organizzazioni di tipo mafioso in una prospettiva multidisciplinare, mettendo a confronto forze dell’ordine, magistratura, studiosi, operatori economici e ordini professionali.

L’evento, con inizio alle ore 10 - dopo i saluti del Rettore Rosario Rizzuto, del Comandante Interregionale Carabinieri “Vittorio Veneto” Gen di C.A. Enzo Bernardini, del Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Venezia dott. Antonio Mura, nonché dell’Assessore a lavori pubblici, infrastrutture e trasporti, dottoressa Elisa De Berti - vede l’intervento di autorità ed esperti che affronteranno il tema nei diversi risvolti: dalla presenza sul territorio della mafia alla criminalità organizzata nel Veneto, agli effetti economici del radicamento della criminalità nel Centro-Nord Italia, alla funzione del notaio e alla normativa antiriciclaggio, a come sviluppare l’economia  e territori nella legalità, fino al ruolo strategico dell’imprenditore.

Email inviata con successo

Laurea Honoris causa a Ernesto Olivero

13/05/2019 11:30

Il fondatore del Sermig e dell'Arsenale della Pace di Torino, Ernesto Olibero, riceverà domani all'Università di Padova la laurea honoris causa in "Human Rights and Multi Level Governance". Nato a Salerno nel 1940, Olivero nel 2002 ha dato vita al movimento internazionale dei "Giovani per la pace" che si incontra in periodici appuntamenti in tutto il mondo radunando migliaia di giovani per ridisegnare il mondo partendo dalle nuove generazioni e dalla pace. Numerose le pubblicazioni, da "Non bussate: è già aperto" (Mondadori, 1988), all'ultima "Abbiamo un sogno. Storia e spiritualità del Sermig" (Cittadella, 2018). L'Ateneo padovano ha deciso il conferimento della laurea per "il qualificato contributo che Ernesto Olivero ha dato alla diffusione in Italia e nel mondo di una cultura fondata sui valori della pace, dei diritti umani, dell'inclusione e della solidarietà, nonché riconoscendogli il merito di un costante, tenace impegno per la convivenza, il dialogo, l'inclusione sociale, l'accoglienza dei più disagiati, con un impegno a livello mondiale attraverso azioni umanitarie e missioni perla pace".

Email inviata con successo

Museo Precinema: notte della lanterna magica

13/05/2019 08:12

Sabato 18 maggio, in occasione della Notte Europea dei Musei, sarà possibile partecipare a una speciale visita del Museo del PRECINEMA - Collezione Minici Zotti in orario SERALE.

Eccezionalmente per questa grande occasione, il Museo sarà aperto di sera, dalle ore 20 alle 22, e sarà visitabile gratuitamente. Con il buio, le "magie di luce" del Museo saranno ancora più sorprendenti e l'esperienza della visita più simile a un sogno.

Inoltre, a grande richiesta, per chi non ha fatto in tempo a prenotarsi alla nostra ultima iniziativa e per tutti gli interessati, sarà possibile assistere alla proiezione del video di uno spettacolo di lanterna magica della grande lanternista inglese Janet Tamblin. In poco più di venti minuti, utilizzando una rara lanterna magica tripla e vetrini originali, la "maestra" ha ricreato i suggestivi effetti visivi che nell’Ottocento incantavano i nostri antenati anticipando gli effetti speciali del cinema, con colori vivaci e immagini fantasiose, in grado di sorprendere anche i nostri sguardi moderni. Il filmato è stato concesso in esclusiva al Museo del Precinema dalla Magic Lantern Society di Londra, la più importante associazione impegnata nella ricerca e nella divulgazione del precinema.

INGRESSO GRATUITO

Saranno organizzati due turni: uno alle 20:15 e uno alle 21:00. I posti sono limitati, pertanto consigliamo di prenotare in anticipo chiamando al 0498763838 o scrivendo a info@minicizotti.it


Email inviata con successo

Salone dei Sapori, in 800 per degustare vino

13/05/2019 08:03

Una lunga coda di appassionati e winelovers ha atteso pazientemente - sabato per tutta la durata dell’evento fino a sera - il proprio turno davanti alle scale del Vino e degli Osei per godersi la fantastica vista su Piazza della Frutta dalle logge di Palazzo della Ragione, a Padova. Sotto le arcate l’elegante banco d’assaggio delle Doc dei Colli Euganei ospitava 20 cantine per la preview di Vulcanei, la manifestazione che domenica 19 maggio porterà a Villa Papafava a Frassanelle di Rovolon i vini vulcanici di tutta Italia, con alcuni ospiti dal Portogallo e dalla Spagna.

Più di 800 persone hanno potuto partecipare all’evento, che per motivi di sicurezza e conservazione del monumento, prevedeva un accesso massimo di 200 persone alla volta sulla Loggia Nord del Palazzo della Ragione. Un immenso brindisi, a cui ha partecipato un pubblico eterogeneo composto anche di molti giovani, per festeggiare gli 800 anni del Salone, ricordando anche che, fino al ‘700, Piazza delle Erbe veniva chiamata anche Piazza del Vino. Su Piazza Frutta fino a tarda sera i ristoratori padovani e dei colli Euganei hanno preparato invece le specialità del territorio, sfidando la pioggia anche nella giornata di domenica.

L’elegante walk around tasting nella loggia nord del Palazzo della Ragione, si è concluso nel salone del Palazzo della Ragione di fronte ad un pubblico di più di 600 persone con un talk impertinente sul mondo del vino con Giuseppe Cruciani ed Adua Villa, condotto da Alberto Gottardo. Il giornalista, conduttore della Zanzara su Radio 24, ha confessato di non conoscere moltissimo sul mondo del vino, pur provenendo da una famiglia che ha anche una piccola produzione di vini, ma ha invece infierito sulla moda che ormai porta moltissime persone a considerarsi esperte di fronte alla carta dei vini di un ristorante, o a collezionare costose bottiglie d’epoca come forma di investimento. Delicata ma ferma Adua Villa, sommelier masterclass, ha replicato colpo su colpo alle sagaci provocazioni di Cruciani, raccontando come invece la passione e la fatica molto concreta dei vignaioli italiani siano apprezzate in tutto il mondo, grazie ad una ricerca e ad una fantasia che si esprime anche nella realizzazione di vini sempre più di alta qualità. Immancabile poi una presa di posizione sulla famosa affermazione di Oliviero Toscani, che in una intervista aveva sostenuto che il vino del contadino che schifo.

“Niente di più lontano dalla realtà”, ha spiegato Adua Villa, "oggi i produttori si ispirano molto più ad un vino delle origini, con poche elaborazioni e sempre più spesso prodotto con criteri bio o biodinamici” - confortata sul tema anche dall’intervento del Presidente del Consorzio Vini Colli Euganei Marco Calaon. “Il vino - ha detto Calaon - è espressione del territorio che lo produce. La natura e sostenibilutà di un territorio straordinario come i Colli Euganei, parco naturale caratterizzato da microclimi diversi si esprime nella vinificazione di uno spettro di vini molto ampio, dal fresco Serprino a Rossi di straordinaria longevità e carattere”. Quest’anno la Doc compie 50 anni e l’evento di Palazzo della Ragione ha riassunto la produzione dei Colli Euganei, in una selezione dei migliori vini, dalle differenti interpretazioni dei Moscati, ai rossi a base Merlot e Cabernet, che non vogliono più essere chiamati bordolesi. I rossi dei Colli Euganei infatti consci della propria qualità e della propria unicità, dovuta all’origine vulcanica dei suoli, nonché ai differenti microclimi, rivendicano una loro propria identità completamente autonoma e svincolata da quella certa sudditanza alla Francia che fa definire tutti i vini a base Merlot e Cabernet genericamente come “bordolesi”.

Ai Colli Euganei piace anche ricordare, e lo fanno con un rinnovato orgoglio proprio quest’anno che ricorre il 50esimo dall’istituzione della Doc, che tutti i vitigni hanno trovato la loro culla nel Caucaso, da li grazie soprattutto alle legioni romane si sono sparsi in tutto il mondo, il passaggio in Francia non è stato che una tappa di questo lungo viaggio. Proprio sull’onda di questo moto di orgoglio da parte della vulcanica doc, si sottolinea anche un dato di fatto estremamente rilevante e attuale: sui Colli Euganei la percentuale di territorio dedicata alla viticoltura non supera il 30%, ciò permette allo stesso di essere in perfetto equilibrio, senza il bisogno di pesanti interventi umani. Sui Colli Euganei si può parlare insomma a ragion veduta di sostenibilità e della presenza di cantine che lavorano sostenute da una cultura e uno spirito artigiano, dove il rispetto per l’ambiente si antepone alle regole del business.

Email inviata con successo

ADMO, Fiamme Oro e Banca Patavina assieme

13/05/2019 07:55

Un triangolo...di dono quello suggellato sabato 11 maggio a Padova nella Caserma del II Reparto Mobile della Polizia di Stato a Padova tra Admo Padova, Banca Patavina e Fiamme Oro. L’occasione è stata l'Assemblea dei Soci della onlus padovana che per il secondo triennio consecutivo ha eletto presidente Paola Baiguera e tracciato un bilancio delle attività passate e pianificato gli interventi futuri, dalle scuole, alla sensibilizzazione di giovani alla donazione del midollo.

Un incontro che ha sancito una piccola forma di collaborazione tra la Banca Patavina, Admo e le Fiamme Oro di Padova che tra le proprie charity hanno appunto i donatori di midollo osseo. E così durante l’assemblea è intervenuto Alberto Rovigatti della Banca Patavina che per raccontare ai soci e sostenitori dell’associazione come la Banca per i prossimi anni affiancherà Admo nella sue attività. Ci saranno infatti eventi studiati ad hoc per l’associazione e per i soci della banca, eventi Admo che la banca sosterrà e promuoverà come Match it now in piazza o l’Aperidono a Piove di Sacco e occasioni di incontro e promozione di Fiamme Oro, Admo e Banca assieme.

Il primo appuntamento sarà a distanza di una sola settimana, il 18 maggio. in quel di Monselice per il campionato italiano individuale Assoluto e Promesse dei 10 mila metri su pista. Presenti naturalmente le Fiamme Oro organizzatrici dell’evento sportivo, Banca Patavina come sponsor dell’evento e Admo come una tra le charity a fianco della società di Atletica della Polizia padovana. Admo sarà presente con i propri volontari alla manifestazione e alla chiusura dei giochi, nel momento delle premiazioni. “Le occasioni passate – spiega la presidente Paola Baiguera – ci hanno fatto incontrare nel nostro cammino Banca Patavina. Confrontandosi abbiamo visto come i valori siano molto simili, nonostante gli ambiti diversi. L’istituto di credito ha così voluto credere in noi e aiutarci a diffondere il nostro messaggio di speranza ai giovani anche con un sostegno economico delle attività che andremo a fare nei prossimi tre anni. Come gli incontri nelle scuole e nelle società sportive, i grandi eventi in piazza, concerti, incontri con associazioni o altre iniziative che andremo a studiare assieme per invitare i più giovani a donarsi per salvare vite umane. Le Fiamme Oro con gli atleti che partecipano spesso alle nostre iniziative e ci fanno da testimonial ci hanno per così dire passato il testimone e noi lo ripassiamo a loro anche attraverso la mano della Banca patavina che sostiene entrambi. Una bella collaborazione di società che si concretizza anche nella presenza qui oggi al reparto mobile che ha ospitato gratuitamente la nostra assemblea dei soci come tre anni fa. E che speriamo sia da esempio e da stimolo per altre realtà imprenditoriali e non che vogliano portare avanti con noi la causa di vita e di dono".

I NUMERI DI ADMO

Admo ha 27 anni di vita, 16.000 sono i soci iscritti in questi anni, che corrispondono alle persone che si sono tipizzate nel tempo, cioè sono entrate nel Registro dei Donatori di Midollo Osseo, 1116 le persone che solo nel 2018 si sono iscritte nel Registro dei Donatori per Padova, 106 i donatori effettivi di Padova in questi anni, che hanno dato una possibilità di vita al proprio gemello genetico da qualche parte nel mondo, 35 anni l’età massima consentita per potersi iscrivere con un semplice prelievo del sangue, già 1 la donazione effettiva di cellule staminali emopoietiche (midollo osseo appunto) di donatori padovani nel 2019 e altre sono in programma nelle prossime settimane. Ad oggi sono oltre 200 le persone già entrate nel Registro per il 2019, con un incremento di attività per tutti i poli di reclutamento del territorio (Padova, Piove di Sacco, Cittadella, Camposampiero, Schiavonia, Montagnana) e sempre più efficace la collaborazione con le associazioni del dono del sangue, un vero orgoglio per tutti i volontari.

Email inviata con successo

Strade chiuse per lavori, ecco dove

10/05/2019 12:13

Per lavori di getto dei massetti nei solai presso un cantiere in via Delle Rose viene disposta la chiusura temporanea al traffico veicolare di via Giambattista Vico, tratto compreso tra il numero civico 5 ed il 7, lunedì 13/05/2019, dalle ore 8.30 alle ore 12.00, per il tempo strettamente necessario all’esecuzione dei lavori.

Per provvedere allo scarico di una pompeiana viene chiusa temporaneamente al traffico veicolare via Andrea Briosco, in prossimità del numero civico 9, lunedì 13/05/2019, dalle ore 9.00 alle ore 10.00; vengono anche disposte:

- l’inversione temporanea dell’attuale senso unico di circolazione, per il medesimo periodo, di: via Donatello, tratto compreso tra via G. M. Falconetto e via Orto Botanico, con questa nuova direzione di marcia; via Orto Botanico, tratto compreso tra via Donatello e via Beato Luca Belludi, con questa nuova direzione di marcia;

- l’istituzione dell’obbligo di dare la precedenza per i veicoli percorrenti via Orto Botanico, giunti all’incrocio con via Beato Luca Belludi, per il medesimo periodo.

Per lavori di realizzazione degli interventi di efficienza e risparmio energetico della rete di illuminazione pubblica in via Sant’Agnese viene disposta la chiusura temporanea al traffico veicolare della via, tratto compreso tra via Rolando Da Piazzola e via San Polo, fino a giovedì 16/05/2019, dalle ore 8.30 alle ore 18.30 e l’istituzione temporanea del senso unico alternato regolamentato da movieri in via Sant’Agnese, tratto compreso tra via Dante e via San Polo, per il medesimo periodo.

Per lavori sul viadotto di corso Argentina viene chiusa temporaneamente al traffico veicolare la bretella di entrata in corso Argentina da via Vigonovese (svincolo n. 14), da sabato 11/05/2019 a domenica 12/09/2019, dalle ore 7.30 alle 20.00.

Email inviata con successo

Depuratore Mestrino: via all'ampliamento

10/05/2019 11:37

Permettere al depuratore di Mestrino di accogliere e trattare anche i reflui provenienti dalle utenze del Comune di Veggiano, mantenendo la sua funzionalità ed efficacia nella depurazione. E’ questo l’obiettivo dell’intervento che prenderà il via nelle prossime settimane, secondo un progetto redatto a cura di Etra. Il contratto d’appalto è stato stipulato il 30 aprile scorso con validità dal 6 maggio.

Le opere previste fanno seguito a interventi di adeguamento tecnologico e di ampliamento conclusi nel 2005 e permetteranno di portare la capacità del depuratore da 12.800 a 15.000 abitanti equivalenti.

Il progetto, che ha un costo complessivo di 550 mila euro, prevede il completamento delle sezioni di trattamento fanghi e l’ampliamento delle sezioni di depurazione dei reflui mantenendo sostanzialmente invariate le linee esistenti che nel precedente progetto di potenziamento del depuratore erano già state dimensionate in vista del allacciamento alla rete di Veggiano. Sarà inoltre installata ulteriore strumentazione per integrare l’esistente sistema di monitoraggio dei parametri di funzionamento.

Email inviata con successo