CALCIO PADOVA

Bonetto non sarà più il
presidente del Padova

15/05/2019 15:43

Roberto Bonetto lascia la carica di numero uno del calcio Padova, con lui il figlio Edoardo. Non saranno più rispettivamente il presidente e vicepresidente (resteranno in minoranza).

Bonetto si congeda leggendo uno scritto nel quale più volte è costretto quasi a fermarsi per l'emozione. Del resto cinque anni non si possono cancellare con un colpo di spugna, così dopo una retrocessione amara, anzi "amarissima" da mandare giù come spiegano proprio i protagonisti della rinascita biancoscudata nel 2014, quando il Padova non si era iscritto in Lega Pro ed era stato costretto a ripartire dai dilettanti.

Nessuna carica dirigenziale per i Bonetto con la maggioranza che passerà invece al gruppo guidato dal finanziere franco armeno Joseph Ougourlian. Entro fine mese ci sarà lui allo stadio Euganeo per dire chi sarà il nuovo presidente, i vertici dirigenziali e quindi anche chi guiderà tecnicamente sul mercato prima e sul campo poi il Padova.

Finisce un'era per motivi personali "per un dispendio di energie fisiche e nervose. Soprattutto quest'anno che le cose non sono andate per nel verso giusto". Avrebbero voluto una pacca sulla spalla in più e invece i Bonetto si sono trovati a fare i conti con critiche e soprattutto con insulti che li hanno feriti.

In caso di salvezza, sottolineano, la decisione sarebbe stata la stessa.

Infine due precisazioni dai Bonetto, seduti al tavolo assieme al consigliere Moreno Beccaro: la decisione di restare in minoranza e di non continuare alla guida non è dettatta da motivi economici e poi il progetto del nuovo stadio, con il piano di fattibilità che sarà presentato a metà luglio.


 
Nessun commento per questo articolo.