SENATORE LEGA

Ostellari: "Disapplicato
il decreto Salvini"

19/06/2019 10:31

"Prima dei ragionamenti e dei pareri vengono le leggi. E viene l’obbligo di rispettarle. Peccato che a Padova si facciano scelte diverse e che la nostra città sia la prima in Veneto a disapplicare una norma del Decreto Salvini". Questa la reazione del senatore Andrea Ostellari, presidente della Commissione Giustizia del Senato, della Lega, in merito all’iscrizione anagrafica di un richiedente asilo annunciata nella giornata di ieri dal sindaco di Padova, Sergio Giordani. "Oramai se ne sono accorti tutti, come nella Napoli di De Magistris, anche da noi, più che il civismo comandano i centri sociali. Procedere all’iscrizione anagrafica del richiedente asilo non è né obbligatorio, né necessario per tutelare l’Ente comunale. Con un’ordinanza dello scorso 11 giugno, il Tribunale di Trento ha rigettato il ricorso proposto da un altro richiedente asilo contro il diniego di iscrizione anagrafica da parte del comune di Bolzano. Il magistrato ha riconosciuto in pieno proprio quella legittimazione passiva del Viminale, che invece era stata negata nei casi citati dal sindaco di Padova. Lo stesso Tribunale trentino ha sostenuto la liceità della norma introdotta dal Decreto Salvini per 'la situazione di incertezza sulla sua futura condizione di soggetto meritevole di protezione internazionale o meno' e ha disposto 'di non farlo iscrivere nel registro anagrafico della popolazione residente', anche perché il dispositivo introdotto dal legislatore non preclude l’accesso ai servizi essenziali, compresi quelli di natura sanitaria. La scelta di Giordani è ideologica, nonostante cerchi di mascherarla utilizzando pareri legali. Evidentemente se ne vergogna. O non sa come giustificarsi di fronte ai consiglieri civici di cui ha bisogno per proseguire il suo difficile mandato".


 

Leggi anche:

Nessun commento per questo articolo.