ELEZIONI

Regionali 2020
Quali scenari civici?

22/06/2019 15:38

Parte la campagna IL VENETO CHE VOGLIAMO, un percorso che si pone ora come obiettivo quello di mettersi in ascolto del territorio e costruire occasioni di incontro e scambio tra persone e realtà, per indagare assieme gli scenari e gli orizzonti del civismo veneto. In vista delle prossime elezioni regionali, verranno organizzati incontri in tutte le province, per far emergere istanze condivise e per intercettare realtà che dal basso provano a cambiare le cose.

Il primo di questi incontri si terrà a Padova il 25 giugno, alle 20.45, alla Fornace Carotta. Il seguente a Schio il 2 luglio alle 20.30.

Il percorso è stato presentato, tra gli altri, dal vicesidanco di Padova di Coalizione Civica, Arturo Lorenzoni al Caffè Pedrocchi

“Una serata, quella padovana, dove si discuterà di temi, prima di ogni altra cosa. Così come accadrà in tutte le altre.” afferma Lorenzoni. “Ciò che ci unisce e fa da base ad un percorso condiviso non lo possiamo trovare nei calcoli o nelle appartenenze. Sta nelle grandi questioni che riguardano la nostra terra, ed è discutendo di quelle che possiamo costruire una base comune.”


“Se esiste una possibilità di costruire un percorso innovativo ed efficace in Veneto,” prosegue Nicola Rampazzo “serve coinvolgere le periferie (fisiche e sociali) per portarne la voce al centro. Così deve avvenire in Veneto, una delle regioni italiane con la maggiore dispersione territoriale. Per questo è importante formare una rete, avviare un percorso di ascolto reciproco, discutere dei temi che ci uniscono, costruire una base prima di pensare alle altezze.”


“Alla fine di questo percorso tireremo le somme di quanto emerso e delle questioni che tutti riteniamo fondamentali” conclude Marco Carrai. “Se saremo tutti d’accordo e avremo trovato punti in comune, inizieremo a ragionare di come sfidare la Lega nella nostra regione. E ho grande fiducia e ottimismo verso ciò che potremo costruire.”


 
Nessun commento per questo articolo.