Rifiuti: Finanza e Arpav assieme per controlli

16/07/2019 11:43

Collaborazione stretta tra Guardia di Finanza di Padova e il Dipartimento padovano dell'ARPAV sul tema del controllo dei rifiuti.

Giovedì scorso le due forze di polizia giudiziaria hanno proficuamente scambiato esperienze sul tema dei controlli della gestione/movimentazione dei rifiuti. Sono state evidenziate possibili sinergie e individuate forme di azione coordinata di contrasto al traffico illecito dei rifiuti, anche mediante azioni in campo da svolgere in modo congiunto.

Email inviata con successo

Comune di Cadoneghe accessibile ai disabili

16/07/2019 08:28

Per lunghi anni a Cadoneghe la prima barriera architettonica è stata il Municipio.

La porta d'ingresso alla casa comunale, fino a oggi, risultava inaccessibile in autonomia alle persone costrette a muoversi in sedia a rotelle o carrozzina, che necessitavano dell'aiuto del personale per accedere agli uffici. Una situazione cui in mattinata è stata posta fine con l'installazione di una nuova porta automatica, per la spesa di circa 10 mila euro (iva compresa) da parte del Comune. “E' una bellissima giornata per Cadoneghe – dichiara il sindaco Marco Schiesaro – insieme all'amico e neoconsigliere comunale Giacomo Alessi, a marzo avevamo sollevato il problema dell'accessibilità al Municipio. Questo ha portato la vecchia amministrazione a intervenire in extremis il 27 maggio, all'indomani del primo turno, dopo anni di richieste inascoltate. La sostituzione, prevista per il 30 settembre, è stata da noi anticipata grazie alla collaborazione dell'ufficio tecnico comunale.”

“Ringrazio Marco Schiesaro e la sua squadra – gli fa eco Giacomo Alessi – perché finalmente anch'io, disabile, posso accedere autonomamente alla casa comunale. Una necessità che ho fatto presente per molti anni a nome di tutte le persone nella mia condizione. Vicende come questa sono il motivo che mi ha spinto a candidarmi in consiglio comunale nella lista civica dell'attuale sindaco, perché i disabili non siano più considerati cittadini di serie B.”

“Tra pochi giorni – conclude Schiesaro – contestualmente all'insediamento delle tre commissioni previste per il Consiglio Comunale, istituiremo una quarta commissione senza gettone, dedicata ai temi della disabilità e dell'abbattimento delle barriere architettoniche. Come maggioranza chiederemo a Giacomo Alessi di presiederla. Verrà fatta una ricognizione di tutte le barriere architettoniche presenti nel territorio comunale, per poi procedere a eliminarle una per una.”

Email inviata con successo

Al cinema all'aperto a Turri c'è Lupin III

16/07/2019 08:22

Parte venerdì 19 luglio nel piazzale della chiesa di Turri, a Montegrotto Terme, la mini-rassegna dedicata al grande Hayko Miyazaki, considerato uno dei più influenti animatori della storia del cinema e secondo molti il più grande regista d'animazione vivente, i cui capolavori piacciono a bambini e aduli.

Per l’occasione verrà proiettato “Lupin III - Il Castello di Cagliostro”, un grande classico apparso per la prima volta sul grande schermo nel 1980 e che ha per protagonista il ladro gentiluomo dalle lunghe basette con la cicca sempre accesa. Dopo un colpo al casinò che non ha portato i risultati sperati, Lupin e Jigen, decidono di impossessarsi delle preziose matrici che un potente falsario, il Conte di Cagliostro, tiene nel suo castello. Arrivati sul posto però, i due si imbattono nella bella Clarissa, promessa sposa in fuga dal crudele Conte che la desidera per meri motivi di interesse. Seppur braccato da Zenigata, Lupin aiuta la ragazza e si trova quindi costretto a dover affrontare un nemico insidioso.

In caso di maltempo la proiezione verrà recuperata martedì 23 luglio. Per informazioni: Comune di Montegrotto, settore Cultura e Turismo, Tel. 049 8928782; IAT, viale Stazione, 60 tel. 049 7952278.

Email inviata con successo

A Montegrotto lavori per 600 mila euro

15/07/2019 12:21

Riqualificare Montegrotto Terme: è questo l’obiettivo dei cantieri che nelle prossime settimane interesseranno due aree importanti di Montegrotto Terme, quella sulla Circonvallazione Ovest nei pressi di villa Draghi e quella su via Caposeda. “Si tratta - spiega il vicesindaco Luca Fanton - di una prima serie di interventi in attesa di un intervento ancora più impattante che sarà l’ultimo tratto del boulevard nella zona centrale”.

Per il nuovo accesso a villa Draghi, sulla circonvallazione Ovest verrà creato un attraversamento pedonale rialzato con il duplice scopo di rallentare la velocità delle auto in prossimità della rotatoria di via Castello e di consentire ai pedoni un attraversamento in sicurezza. Per l’accesso al rustico annesso a villa Draghi, dove tra poco inizieranno i lavori per la creazione del Museo del Termalismo, dove ore c’è ghiaia verrà costruito un nuovo marciapiede per i pedoni che arrivano dal parcheggio. Nel tratto tra il rustico e il cancello della villa, l’asfalto ora deteriorato verrà riqualificato con una pavimentazione in pietra naturale, e verranno creati una serie di parcheggi dedicati a moto, bici, posti riservati a disabili e parcheggi rosa.

Il costo di questi lavori è di 100 mila euro, partiranno entro l’estate e avranno una durata di 60 giorni. “Con altri 500 mila euro di fondi propri del bilancio del Comune - spiega il consigliere comunale con delega alle Manutenzioni, Lodino Zella - abbiamo messo in cantiere il rifacimento con messa in sicurezza di tratti di strada e marciapiedi di via Caposeda, di piazza Carmignoto, via Manzoni nel tratto dell’isola pedonale, in via dei Colli e in alcuni tratti di via De Nicola, via Einaudi, via Monte Alto. In piazza Carmignoto l’opera più evidente sarà la sistemazione della fontana, dove negli anni si è verificato il distacco di marmi e rivestimenti. La pavimentazione verrà sistemata e alcuni pezzi in pietra d’Istria saranno completamente sostituiti. Anche il getto d’acqua “a palla” verrà modificato, per evitare che la fuoriuscita di acqua in caso di brezza o vento crei problemi di sicurezza. Verrà sistemato anche l’ingresso di piazza Carmignoto dove c’è lo Iat. Le aiuole verranno completamente ridisegnate e risistemate”.

L’intervento previsto su via Caposeda prevede la sostituzione degli elementi distintivi delle due le rotatorie, ora segnalate da elementi in materiale plastico molto deteriorato. Verranno ricostruite con elementi prefabbricati di calcestruzzo e sarà rifatta la segnaletica, in modo che siano non solo più belle ma anche più identificabili per gli automobilisti che le percorrono. Sempre in via Caposeda verrà realizzato un attraversamento pedonale rialzato di servizio all’anello della pista ciclabile dei Colli Euganei , per una maggiore sicurezza dei ciclisti e dei pedoni.

Lo stesso lotto di interventi prevede piccoli interventi di rifacimento stradali in via De Nicola e via Einaudi e il rifacimento del marciapiede ora degradato per vetustà e radici degli alberi in via dei Colli. Qui contestualmente il gestore dell’illuminazione pubblica provvederà anche a rinnovare e potenziare i lampioni. Anche questi lavori partiranno entro l’estate e si prevede un tempo di tre mesi per la conclusione. “In vista, per il futuro - conclude il vicesindaco Fanton - c’è la realizzazione del tratto mancante di boulevard di viale Stazione. Sarà il naturale proseguo del primo tratto già costruito che metterà finalmente in collegamento la pista ciclabile proveniente dal sottopasso di viale stazione con la parte centrale del paese. con questa sistemazione ci sarà una terrazza con affaccio panoramico sulle aree archeologiche nelle quali sono in corso lavori di sistemazione”.

Email inviata con successo

Premio Memo Geremia presentato al CONI

15/07/2019 11:48

Avrebbe dovuta essere lo scorso giovedì, poi la concomitante riunione di Milano per l’avvio del primo tavolo tecnico in vista dell’organizzazione delle Olimpiadi invernali del 2026 ha fatto sì che la conferenza stampa di presentazione ufficiale a livello nazionale del premio letterario sportivo “Memo Geremia”, promosso dall’Ascom Confcommercio di Padova e giunto alla sua sesta edizione, fosse procrastinata a giovedì prossimo, 18 luglio, a Roma, al Coni, alla presenza del presidente del Comitato Olimpico Nazionale, Giovanni Malagò.

Da Padova partirà una delegazione guidata dal presidente Patrizio Bertin e della quale faranno parte alcuni dei membri del comitato tecnico e della giuria del premio tra i quali si annoverano anche gli olimpionici Francesca Bortolozzi e Rossano Galtarossa. “Nelle scorse settimane – ha detto il presidente della Confcommercio padovana – grazie ai buoni uffici del presidente della giuria del premio, il professor Dino Ponchio, il presidente Malagò ha dato la sua piena disponibilità ad essere parte attiva alla presentazione del premio anche in omaggio alla figura di Memo Geremia, personaggio che ha inciso profondamente nello sport nazionale oltre che padovano”.

La presentazione in sede Coni del “Geremia” porterà di sicuro nuovo lustro e ribalta nazionale ad un premio che ha il pregio di parlare di sport, dentro e fuori la pratica agonistica e che, anche quest’anno, vede in lizza qualcosa come 45 titoli. “L’assegnazione dell’Olimpiade 2026 a Milano-Cortina – ha aggiunto il vicepresidente vicario dell’Ascom, Franco Pasqualetti - dimostra come si possano ottenere risultati importanti grazie alla comunione d’intenti e mi piace sottolineare che il premio “Memo Geremia” abbia mosso i primi passi forte di questa convinzione, coinvolgendo nel progetto le istituzioni cittadine, il mondo della cultura e quello dello sport, non mancando di riservare agli olimpionici padovani un ruolo attivo”.

Ruolo attivo nei riguardi del “Memo Geremia” che, da quest’anno, assume anche Confcommercio nazionale. “Una riprova – ha concluso Bertin – dell’attenzione con cui Confcommercio ed il suo presidente Carlo Sangalli seguono l’azione della Confcommercio padovana, sempre più punto di riferimento dell’associazionismo nazionale quando si tratta di avviare iniziative originali a promozione del commercio, del turismo e dei servizi”.

Email inviata con successo

Furto al punto SNAi di via Vigonovese

15/07/2019 10:07

Spaccata al punto SNAI di via Vogonovese alle 04.00 di domenica mattina. Sul posto è intervenuta la polizia che ha accartato che dei malviventi sono entrati all'interno del punto scommesse forzando la porta d’ingresso.

Hanno rubato il cambiamonete delle slot machine contenente circa 1.500 Euro tranciando la catena che lo assicurava al muro.

Sono in corso le indagini.

Email inviata con successo

Da 50anni sulla luna, gli eventi al planetario

15/07/2019 08:29

Il 20 luglio tutto il mondo festeggerà i 50 anni dal primo sbarco dell’uomo sulla Luna. Per l’occasione il Planetario di Padova, rinnovato da giugno nel comparto tecnico e ora il primo in Italia a risoluzione 8K, propone una serie di eventi speciali dal 16 al 20 luglio con proiezioni e spiegazioni sotto la cupola mentre nel parco dell’Ex Macello di via Cornaro 1 saranno presenti i telescopi per l’osservazione del Cielo. L’osservazione ai telescopi è gratuita con il contributo del Comune di Padova nell’ambito del progetto “La città delle idee” mentre l’entrata in Planetario e le guide al Cielo prevedono un biglietto ridotto a 6 euro per tutti.

EVENTI IN PROGRAMMA

- MARTEDI' 16 LUGLIO ore 21.00, 22.00 e ore 23.00: LA NOTTE DELLA LUNA ROSSA - SPETTACOLARE ECLISSI PARZIALE DI LUNA DAL VIVO. Spiegazione in cupola dell’eclissi di Luna, proiezioni e OSSERVAZIONE AI TELESCOPI DELL'ECLISSI, in collaborazione con GAP - Gruppo Astrofili Padova. In caso di meteo sfavorevole verrà proiettato il filmato TERRA, LUNA, SOLE.

- MERCOLEDI' 17 LUGLIO ore 21.00: LA LUNA E LE ALTRE LUNE. Live show sul nostro satellite e sulle lune più curiose degli altri pianeti del Sistema Solare. A seguire osservazioni al telescopio di Giove e Saturno (in caso di meteo sfavorevole verrà proiettato il filmato EXPLORE).

- GIOVEDI' 18 LUGLIO ore 21.00: LA LUNA PER I PIU’ PICCOLI (E NON SOLO). Live show sulle storie più suggestive e divertenti sulla Luna e le costellazioni. A seguire guida nel Parco dell’ex Macello alla scoperta delle costellazioni nel cielo (in caso di meteo sfavorevole verrà proiettato il filmato TERRA, LUNA, SOLE).

- SABATO 20 LUGLIO ore 21.00: QUELLA NOTTE A GUARDARE LA LUNA…50 ANNI DAL PRIMO SBARCO: live show a tutta cupola sullo sbarco dell’uomo sulla Luna nel 1969. La storia, le curiosità, le difficoltà, i retroscena, per rivivere o vivere per la prima volta le emozioni di quella notte storica. A seguire osservazioni della Lune di Giove e di Saturno al telescopio (in caso di meteo sfavorevole verrà proiettato il filmato EXPLORE).

Il Planetario è in via Cornaro 1, zona ospedali. Per gli eventi a pagamento in Planetario è necessario prenotare; la prenotazione si può effettuare sul sito: www.planetariopadova.it, oppure scrivendo a [email protected] o telefonando allo 049773677 (dal lunedì al sabato, 9.00-12.00 e 16.30-19.30).

Email inviata con successo

Cappellini e Turrin in Fratelli d'Italia

12/07/2019 12:18

I Consiglieri Elena Cappellini ed Enrico Turrin aderiacono al Partito di “Fratelli d’Italia”.

Nei prossimi giorni verrà formalizzata la creazione del gruppo consiliare di “Fratelli d’Italia” in Consiglio comunale a Padova, dove la Consigliera Cappellini assumerà il ruolo e le funzioni di Capogruppo; allo stesso modo verrà sancito l’ingresso di Enrico Turrin nel gruppo di “Fratelli d’Italia” del Consiglio provinciale di Padova.

“La decisione di aderire al movimento di Giorgia Meloni – dichiarano i due all’unisono – costituisce il naturale punto di arrivo di un percorso amministrativo che reputiamo consono ai nostri ideali ed al nostro modo di intendere e fare politica. Non c’è soluzione di continuità né frattura con l’esperienza maturata nel gruppo “Libero Arbitrio”, gruppo che anzi ha rappresentato non soltanto un importante momento di crescita politica, ma è stato un vero laboratorio di idee e progettualità. Con il collega Matteo Cavatton – proseguono Cappellini e Turrin – resta immutata la proficua collaborazione istituzionale e la uniforme condivisione degli obiettivi politici. Lo ringraziamo per averci guidati nel cammino consiliare ed accompagnati a questa scelta che egli stesso ha approvato e promosso”.

Per la prima volta dalla fondazione di Fratelli d’Italia, il partito avrà una rappresentanza istituzionale in seno al Consiglio comunale di Padova. “Grande è l’onore, ma anche la responsabilità – affermano i consiglieri – di rappresentare nel massimo organo cittadino un numero sempre più ampio di consociati che si aspettano legittimamente una concreta ed efficace azione politico-amministrativa. Continueremo, pertanto, nell’incessante attività di controllo e censura nei confronti di una Maggioranza che è e resta una vera e propria sciagura per Padova e i padovani. Non abbiamo mai intesa l’opposizione come sterile ostruzionismo, bensì quale attivo, fattivo e doveroso contrappeso democratico alla altrimenti ottusa e dispotica deriva maggioritaria. Non faremo sconti ed annunciamo sin d’ora che solo il rispetto dei ruoli consentirà una corretta dialettica consiliare; se, al contrario, la Maggioranza continuerà nel suo atteggiamento arrogante, presuntuoso, autocratico e – cosa ancora più dannosa – approssimativo e pressapochista, dovrà affrontare un’opposizione inflessibile ed impavida”.

Il fondatore del gruppo consiliare Libero Arbitrio Andrea Cavatton che, con la formalizzazione di Fratelli d’Italia in Comune, diverrà Capogruppo del Misto, dichiara: “Credo che la scelta dei colleghi Cappellini e Turrin non possa essere più opportuna anche per il momento storico in cui siamo chiamati a rappresentare i cittadini; servono consiglieri giovani, preparati e combattivi per porsi di fronte all’elettorato quale valida alternativa ad un Governo giallo-verde chiaramente improvvisato e ad una maggioranza cittadina politicamente ed amministrativamente impreparata, che naviga a vista e non potrà che essere affondata da sempre più evidenti e contrastanti marosi ideologici. Con Elena ed Enrico non cambia nulla, poiché condividiamo i medesimi valori e principi e lo stesso modo di fare politica. A loro un sincero augurio di buon lavoro, e chissà che non ci si ritrovi a breve di nuovo insieme”.

Email inviata con successo

Veicolo storici, ecco i mezzi che pagano meno

12/07/2019 10:35

La Giunta Regionale, con l’approvazione di una delibera presentata dal vicepresidente Gianluca Forcolin, ha recepito le nuove direttive del Ministero dell’Economia e delle Finanze in cui vengono riconsiderati i termini di registrazione dei veicoli di valore storico e collezionistico ai fini della riduzione del 50% della specifica tassa automobilistica. Con il provvedimento possono fruirne, infatti, non solo i proprietari dei mezzi con immatricolazione tra i 20 e i 29 anni fa che ne hanno registrato la certificazione di storicità entro la scadenza, prevista in un primo tempo, del 31 gennaio di quest’anno ma anche coloro che hanno assolto agli obblighi necessari per ottenerla entro il 2 marzo successivo. “Il Mef con la legge di bilancio di quest’anno ha finalmente dato segni di apertura in materia, definendo una risposta al quesito insistente da parte delle Regioni che chiedevano uniformità di interpretazioni su tutto il territorio – sottolinea il Vicepresidente –. Sebbene solo della metà, ha reintrodotto la riduzione della tassa per tutti i veicoli riconosciuti di interesse storico e collezionistico. L’agevolazione, tuttavia, è arrivata a sorpresa di tutti, introducendo nuovi requisiti mai richiesti in passato. Questo ha trovato impreparati non solo i contribuenti ma anche gli uffici della motorizzazione civile e degli altri enti interessati, costretti a far fronte alle richieste di centinaia di aventi diritto col risultato che molti non sono stati in grado di rispettare la scadenza fissata al 31 gennaio”.

“Come Regione del Veneto, abbiamo recepito subito le indicazioni per restituire ai proprietari interessati un po’ di respiro fiscale – prosegue Forcolin -. Ora, con questa delibera, ci siamo anche espressi in adeguamento alle linee guida del Mef che, in sede di prima applicazione, hanno riconosciuto la necessità di tempi maggiori per assolvere gli obblighi di registrazione della storicità nella carta di circolazione estendendo il termine di sessanta giorni oltre la prima scadenza del 31 gennaio. Questo significa che tutti coloro che risultano aver assolto, entro 60 giorni dalla novità legislativa (ovvero entro il 2 marzo), agli adempimenti per ottenere la documentazione prescritta possono ottenere la riduzione per l’anno di imposta 2019 anche se non sono stati in grado di ottenerla nei tempi della data prevista in precedenza”.

La Delibera di Giunta prevede, inoltre, che coloro che hanno già pagato per intero l’imposta riferita all’anno in corso, pur avendo ottenuto la registrazione di storicità sul libretto di circolazione del proprio veicolo prima del 2 marzo, potranno richiedere il rimborso della parte eccedente o la compensazione con un altro anno di pagamento alla Direzione Finanza e Tributi della Regione del Veneto.

Email inviata con successo

Via Montà chiusa per lavori su rete idrica

12/07/2019 10:07

Dal 14 al 19 luglio, via Montà sarà chiusa al traffico per lavori che riguarderanno una prima modifica dell’attuale assetto di alimentazione e distribuzione alle centrali idriche di via Montà e viale Codalunga. Il cantiere interesserà il tratto centrale della strada, con accesso consentito ai residenti soltanto da via Bronzetti. Il traffico sarà deviato su Cavalcavia Chiesanuova e via Vicenza, con viabilità alternativa localmente indicata tramite apposita segnaletica stradale.

La seconda parte dei lavori verrà realizzata entro la fine dell’anno, al di fuori della sede stradale, e riguarderà l’inserimento di una particolare e innovativa valvola, in grado di regolare in maniera autonoma la quantità di acqua che la città richiede.

I lavori, di carattere ingegneristico molto elevato, rientrano nel più ampio progetto di reingegnerizzazione e miglioramento del sistema acquedottistico cittadino, che ha come obiettivo l’efficientamento e la sicurezza della risorsa idrica, nonché la riduzione delle perdite idriche, a testimonianza del costante impegno dell’Azienda sui temi dell’acqua.

CHIUSURA CENTRO DI RACCOLTA EUGANEA

Nel periodo indicato, il Centro di Raccolta Euganea, situato in via Montà 32, non sarà accessibile e rimarrà chiuso. I cittadini avranno comunque a disposizione le altre tre stazioni ecologiche presenti in città per conferire i propri rifiuti ingombranti e particolari. Si ricordano di seguito indirizzi e orari:

• Centro di Raccolta Guizza: via Pontedera – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00;

• Centro di Raccolta Stanga: via Corrado, 1 – aperto da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 16.00; sabato dalle 8:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 15.00;

• Centro di Raccolta ZIP: corso Stati Uniti, 5 – aperto da martedì a venerdì dalle 11.00 alle 16.00; sabato dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30; domenica dalle 8.30 alle 16.00.

Email inviata con successo