Il Musme cerca nuove guide per visitatori

18/07/2019 08:59

Se ti piacciono il corpo umano, la scienza e la storia, se ti appassiona l’idea di comunicarle a gruppi di visitatori, sei nel posto giusto, il MUSME sta cercando dei collaboratori a chiamata per gestire le visite guidate e i nuovi laboratori didattici.

La Guida MUSME accoglie il gruppo di visitatori e li accompagna alla scoperta dei contenuti e delle tecnologie del museo, in un percorso che parla di storia e medicina. Requisiti per essere guida al museo:

- Formazione in ambito socio-umanistico o tecnico-scientifico

- Passione per il Musme e la sua filosofia (un museo che coinvolge dove è vietato non toccare)

- Fluidità espressiva

- Puntualità

- Capacità di adattarsi a situazioni impreviste

- Pazienza e gentilezza

- Eventuale conoscenza di lingue straniere

Per presentare in maniera più dettagliata le modalità di collaborazione ti aspettiamo il giorno: 24 luglio alle ore 9.30- 12.30.

TUTOR

Il Tutor dei laboratori accoglie il gruppo dei visitatori e li guida durante l’attività laboratoriale del Cadaver lab alla scoperta del corpo umano, toccando temi legati alla salute e al benessere. Requisiti per essere tutor al museo:

- Formazione in ambito scientifico (medicina, professioni sanitarie, biologia, scienze naturali o simili)

- Passione per il Musme e la sua filosofia (un museo che coinvolge dove è vietato non toccare)

- Fluidità espressiva

- Puntualità

- Capacità di adattarsi a situazioni impreviste

- Pazienza e gentilezza

- Eventuale conoscenza di lingue straniere

Per presentare in maniera più dettagliata le modalità di collaborazione ti aspettiamo il giorno: 26 luglio alle ore 9.30- 12.30. Info e prenotazioni: https://www.musme.it/diventa-guida-musme/

VISITA GUIDATA AL MUSME

Sabato 20 luglio sarà possibile partecipare ad una visita guidata di un’ora del MUSME alle 17.00.

La nostra guida, percorrendo le sale del museo, vi racconterà l’affascinante storia del palazzo che ospita il MUSME, dell’Università di Padova e della nascita della Medicina moderna, sfruttando le tecnologie, le possibilità di interazione e i reperti esposti. Prima e dopo la visita sarà possibile visitare autonomamente il museo durante gli orari di apertura.

Il costo è di 4€ oltre il normale prezzo del biglietto d’ingresso al museo.

Per questo evento non è possibile usufruire dei biglietti “Gruppo” e “Famiglia”. Info e prenotazioni: www.musme.it/visita-guidata-al-musme-estate-2019/

Email inviata con successo

Le regine del Burlesque sabato ai Navigli

17/07/2019 08:10

"Abbiamo un cervello e un reggicalze. E non abbiamo paura di usarli. Entrambi". Un motto significativo, che spiega il loro mondo di forme e colori, paillettes e corpetti, anime e cervelli. Quindici donne diverse, ma unite da un'unica passione: il burlesque. Tutto questo sono "Le Fanfarlo", un progetto nato a Milano nel 2017 ma in incubazione da tantissimi anni in un pezzo di Padova, e che racchiude una scuola di burlesque, un gruppo di performer e un blog corale di donne.

Sabato 20 luglio tutto questo sarà ai Navigli di Chicco Contin e Andrea Oreste, ormai giunti all'ultima settimana di apertura. "Attraverso il corpo ci liberiamo di tutta una serie di tabù: taglia, età, dover scegliere se essere intelligenti o belle" spiega Lisa Dalla Via, ideatrice e maestra del gruppo, fautrice di un burlesque utilizzato non come fine, ma come strumento di empowerment femminile. Lisa si esibirà sabato insieme alle sue ragazze in uno spettacolo di burlesque unico per il popolo del lungargine Piovego, che per 3 mesi ha affollato la zona universitaria. I padovani che hanno buona memoria avevano lasciato Lisa nel 2006, dentro a una metro di Milano, mentre si esibiva in un una lap-dance improvvisata, con abiti piuttosto corti, accendendo la curiosità di tutti. Chi era quella sensuale ballerina con gli occhi da gatta e i capelli lunghi che ammaliava il popolo underground milanese? Una ragazza d’origine pisana, ma che a Padova si è formata formata studiando alla facoltà di Psicologia e dilettandosi nel teatro sperimentale. Poi Milano e il progetto del "Le Fanfarlo". Definirla una scuola di burlesque sarebbe troppo riduttivo, perché per Lisa e le sue ragazze si tratta di un vero centro motivazionale, un posto dove le donne imparano a conoscersi, ad accettarsi e a diventare libere. Con "Le Fanfarlo" avviene un processo di liberazione da stereotipi che inquadrano e definiscono una donna al suo ruolo. "Il palco per noi è un posto meraviglioso dove possiamo giocare, uscire da noi, ma anche confessare passioni che nella vita di tutti i giorni non riusciamo ad esprimere. Così può succedere che una serissima ingegnera informatica indossi i panni di un’eroina manga che, nonostante una bacchetta magica difettosa, riesce comunque a trovare la magia". Appuntamento ai Navigli sabato sera alle 21.

Email inviata con successo

Riviera Mussato chiusa per lavori

17/07/2019 08:03

Per procedere alla realizzazione di una scala dal piano terra al primo piano (tramite fornitura e getto di calcestruzzo) nell’immobile di riviera Albertino Mussato 77 è stato deciso di chiudere la strada temporaneamente al traffico veicolare, nel tratto compreso tra via San Pietro e corso Milano, mercoledì 17/07/2019, dalle ore 14.30 alle 17.

Email inviata con successo

Dati della ristorazione scolastica a Padova

16/07/2019 12:18

Alla chiusura dell’anno scolastico Dussmann Service, fornitrice del servizio di ristorazione scolastica presso gli istituti del Comune di Padova, presenta i dati generati nel corso dell’anno scolastico 2018 – 2019.

Sul territorio comunale, il servizio di Dussmann Service copre 74 strutture, e ha prodotto durante questo anno scolastico 8.500 pasti giornalieri, per un totale di circa 1.567.625 pasti annui. La proposta alimentare, sempre attenta alla qualità e alla sostenibilità delle derrate usate e dei pasti preparati, si articola in 4 menu a rotazione, con diete speciali che coprono le più diffuse tipologie di intolleranze ed allergie, oltre a tutte le esigenze alimentari di tipo etico o religioso.

Oltre al servizio di refezione scolastica, garantito dagli oltre quarant’anni di esperienza nel settore, per il Comune di Padova l’Azienda offre anche la fornitura di pasti per persone disagiate direttamente al loro domicilio. Questa parte del servizio è a favore di anziani e/o persone in difficoltà, e garantisce anche a questo tipo di utenza un’offerta variegata ed equilibrata per promuovere una sana alimentazione e uno stile di vita corretto.

Proprio questa attenzione per la qualità delle derrate utilizzate e per le complesse necessità alimentari dei più piccoli, unite a uno sguardo costante verso i temi della sostenibilità delle materie prime e dei processi di preparazione, hanno portato Dussmann Service al primo posto nella top ten italiana della classifica Foodinsider per i menu sostenibili e salutari.

Nel suo report annuale, l’osservatorio nazionale ha conferito alle mense di Fano, Comune servito da Dussmann Service come Padova, il primo posto in classifica. Di 52 Comuni rappresentati sul territorio, da Nord a Sud, ben 3 di quelli serviti dall’Azienda sono rientrati nella top ten: Fano, Jesi e Rimini, rispettivamente al primo, ottavo e nono posto della classifica italiana.

Quest’anno l’indagine di Foodinsider si è concentrata principalmente sulla valutazione di salute e sostenibilità dei pasti consumati nelle mense scolastiche, secondo i parametri del Green Public Procurement, del Ministero della Salute, dell’OMS e dello IARC. Vista l’emergenza legata al climate change, anche il settore della ristorazione collettiva ha messo in atto azioni volte a ridurre gli sprechi e il consumo di materiali difficilmente riciclabili come la plastica. Lo studio di Foodinsider fotografa le condizioni di sostenibilità attuali affermando che il 22% del campione risulta virtuoso, il 30% dimostra di essere sensibile ai temi ambientali, il 48% è sufficientemente o poco attento alla sostenibilità, mentre il 4% risulta ‘insufficiente’.

In questo modo la ristorazione scolastica coniuga positivamente salute, economia e ambiente. Il prestigioso posizionamento è frutto del particolare impegno dell'azienda, che ogni giorno mira non solo a soddisfare i gusti dei più piccoli, ma anche ad educarli a una corretta alimentazione, introducendo vitamine e minerali secondo il fabbisogno giornaliero ed evitando gli sprechi.

Email inviata con successo

Rifiuti: Finanza e Arpav assieme per controlli

16/07/2019 11:43

Collaborazione stretta tra Guardia di Finanza di Padova e il Dipartimento padovano dell'ARPAV sul tema del controllo dei rifiuti.

Giovedì scorso le due forze di polizia giudiziaria hanno proficuamente scambiato esperienze sul tema dei controlli della gestione/movimentazione dei rifiuti. Sono state evidenziate possibili sinergie e individuate forme di azione coordinata di contrasto al traffico illecito dei rifiuti, anche mediante azioni in campo da svolgere in modo congiunto.

Email inviata con successo

Comune di Cadoneghe accessibile ai disabili

16/07/2019 08:28

Per lunghi anni a Cadoneghe la prima barriera architettonica è stata il Municipio.

La porta d'ingresso alla casa comunale, fino a oggi, risultava inaccessibile in autonomia alle persone costrette a muoversi in sedia a rotelle o carrozzina, che necessitavano dell'aiuto del personale per accedere agli uffici. Una situazione cui in mattinata è stata posta fine con l'installazione di una nuova porta automatica, per la spesa di circa 10 mila euro (iva compresa) da parte del Comune. “E' una bellissima giornata per Cadoneghe – dichiara il sindaco Marco Schiesaro – insieme all'amico e neoconsigliere comunale Giacomo Alessi, a marzo avevamo sollevato il problema dell'accessibilità al Municipio. Questo ha portato la vecchia amministrazione a intervenire in extremis il 27 maggio, all'indomani del primo turno, dopo anni di richieste inascoltate. La sostituzione, prevista per il 30 settembre, è stata da noi anticipata grazie alla collaborazione dell'ufficio tecnico comunale.”

“Ringrazio Marco Schiesaro e la sua squadra – gli fa eco Giacomo Alessi – perché finalmente anch'io, disabile, posso accedere autonomamente alla casa comunale. Una necessità che ho fatto presente per molti anni a nome di tutte le persone nella mia condizione. Vicende come questa sono il motivo che mi ha spinto a candidarmi in consiglio comunale nella lista civica dell'attuale sindaco, perché i disabili non siano più considerati cittadini di serie B.”

“Tra pochi giorni – conclude Schiesaro – contestualmente all'insediamento delle tre commissioni previste per il Consiglio Comunale, istituiremo una quarta commissione senza gettone, dedicata ai temi della disabilità e dell'abbattimento delle barriere architettoniche. Come maggioranza chiederemo a Giacomo Alessi di presiederla. Verrà fatta una ricognizione di tutte le barriere architettoniche presenti nel territorio comunale, per poi procedere a eliminarle una per una.”

Email inviata con successo

Al cinema all'aperto a Turri c'è Lupin III

16/07/2019 08:22

Parte venerdì 19 luglio nel piazzale della chiesa di Turri, a Montegrotto Terme, la mini-rassegna dedicata al grande Hayko Miyazaki, considerato uno dei più influenti animatori della storia del cinema e secondo molti il più grande regista d'animazione vivente, i cui capolavori piacciono a bambini e aduli.

Per l’occasione verrà proiettato “Lupin III - Il Castello di Cagliostro”, un grande classico apparso per la prima volta sul grande schermo nel 1980 e che ha per protagonista il ladro gentiluomo dalle lunghe basette con la cicca sempre accesa. Dopo un colpo al casinò che non ha portato i risultati sperati, Lupin e Jigen, decidono di impossessarsi delle preziose matrici che un potente falsario, il Conte di Cagliostro, tiene nel suo castello. Arrivati sul posto però, i due si imbattono nella bella Clarissa, promessa sposa in fuga dal crudele Conte che la desidera per meri motivi di interesse. Seppur braccato da Zenigata, Lupin aiuta la ragazza e si trova quindi costretto a dover affrontare un nemico insidioso.

In caso di maltempo la proiezione verrà recuperata martedì 23 luglio. Per informazioni: Comune di Montegrotto, settore Cultura e Turismo, Tel. 049 8928782; IAT, viale Stazione, 60 tel. 049 7952278.

Email inviata con successo

A Montegrotto lavori per 600 mila euro

15/07/2019 12:21

Riqualificare Montegrotto Terme: è questo l’obiettivo dei cantieri che nelle prossime settimane interesseranno due aree importanti di Montegrotto Terme, quella sulla Circonvallazione Ovest nei pressi di villa Draghi e quella su via Caposeda. “Si tratta - spiega il vicesindaco Luca Fanton - di una prima serie di interventi in attesa di un intervento ancora più impattante che sarà l’ultimo tratto del boulevard nella zona centrale”.

Per il nuovo accesso a villa Draghi, sulla circonvallazione Ovest verrà creato un attraversamento pedonale rialzato con il duplice scopo di rallentare la velocità delle auto in prossimità della rotatoria di via Castello e di consentire ai pedoni un attraversamento in sicurezza. Per l’accesso al rustico annesso a villa Draghi, dove tra poco inizieranno i lavori per la creazione del Museo del Termalismo, dove ore c’è ghiaia verrà costruito un nuovo marciapiede per i pedoni che arrivano dal parcheggio. Nel tratto tra il rustico e il cancello della villa, l’asfalto ora deteriorato verrà riqualificato con una pavimentazione in pietra naturale, e verranno creati una serie di parcheggi dedicati a moto, bici, posti riservati a disabili e parcheggi rosa.

Il costo di questi lavori è di 100 mila euro, partiranno entro l’estate e avranno una durata di 60 giorni. “Con altri 500 mila euro di fondi propri del bilancio del Comune - spiega il consigliere comunale con delega alle Manutenzioni, Lodino Zella - abbiamo messo in cantiere il rifacimento con messa in sicurezza di tratti di strada e marciapiedi di via Caposeda, di piazza Carmignoto, via Manzoni nel tratto dell’isola pedonale, in via dei Colli e in alcuni tratti di via De Nicola, via Einaudi, via Monte Alto. In piazza Carmignoto l’opera più evidente sarà la sistemazione della fontana, dove negli anni si è verificato il distacco di marmi e rivestimenti. La pavimentazione verrà sistemata e alcuni pezzi in pietra d’Istria saranno completamente sostituiti. Anche il getto d’acqua “a palla” verrà modificato, per evitare che la fuoriuscita di acqua in caso di brezza o vento crei problemi di sicurezza. Verrà sistemato anche l’ingresso di piazza Carmignoto dove c’è lo Iat. Le aiuole verranno completamente ridisegnate e risistemate”.

L’intervento previsto su via Caposeda prevede la sostituzione degli elementi distintivi delle due le rotatorie, ora segnalate da elementi in materiale plastico molto deteriorato. Verranno ricostruite con elementi prefabbricati di calcestruzzo e sarà rifatta la segnaletica, in modo che siano non solo più belle ma anche più identificabili per gli automobilisti che le percorrono. Sempre in via Caposeda verrà realizzato un attraversamento pedonale rialzato di servizio all’anello della pista ciclabile dei Colli Euganei , per una maggiore sicurezza dei ciclisti e dei pedoni.

Lo stesso lotto di interventi prevede piccoli interventi di rifacimento stradali in via De Nicola e via Einaudi e il rifacimento del marciapiede ora degradato per vetustà e radici degli alberi in via dei Colli. Qui contestualmente il gestore dell’illuminazione pubblica provvederà anche a rinnovare e potenziare i lampioni. Anche questi lavori partiranno entro l’estate e si prevede un tempo di tre mesi per la conclusione. “In vista, per il futuro - conclude il vicesindaco Fanton - c’è la realizzazione del tratto mancante di boulevard di viale Stazione. Sarà il naturale proseguo del primo tratto già costruito che metterà finalmente in collegamento la pista ciclabile proveniente dal sottopasso di viale stazione con la parte centrale del paese. con questa sistemazione ci sarà una terrazza con affaccio panoramico sulle aree archeologiche nelle quali sono in corso lavori di sistemazione”.

Email inviata con successo

Premio Memo Geremia presentato al CONI

15/07/2019 11:48

Avrebbe dovuta essere lo scorso giovedì, poi la concomitante riunione di Milano per l’avvio del primo tavolo tecnico in vista dell’organizzazione delle Olimpiadi invernali del 2026 ha fatto sì che la conferenza stampa di presentazione ufficiale a livello nazionale del premio letterario sportivo “Memo Geremia”, promosso dall’Ascom Confcommercio di Padova e giunto alla sua sesta edizione, fosse procrastinata a giovedì prossimo, 18 luglio, a Roma, al Coni, alla presenza del presidente del Comitato Olimpico Nazionale, Giovanni Malagò.

Da Padova partirà una delegazione guidata dal presidente Patrizio Bertin e della quale faranno parte alcuni dei membri del comitato tecnico e della giuria del premio tra i quali si annoverano anche gli olimpionici Francesca Bortolozzi e Rossano Galtarossa. “Nelle scorse settimane – ha detto il presidente della Confcommercio padovana – grazie ai buoni uffici del presidente della giuria del premio, il professor Dino Ponchio, il presidente Malagò ha dato la sua piena disponibilità ad essere parte attiva alla presentazione del premio anche in omaggio alla figura di Memo Geremia, personaggio che ha inciso profondamente nello sport nazionale oltre che padovano”.

La presentazione in sede Coni del “Geremia” porterà di sicuro nuovo lustro e ribalta nazionale ad un premio che ha il pregio di parlare di sport, dentro e fuori la pratica agonistica e che, anche quest’anno, vede in lizza qualcosa come 45 titoli. “L’assegnazione dell’Olimpiade 2026 a Milano-Cortina – ha aggiunto il vicepresidente vicario dell’Ascom, Franco Pasqualetti - dimostra come si possano ottenere risultati importanti grazie alla comunione d’intenti e mi piace sottolineare che il premio “Memo Geremia” abbia mosso i primi passi forte di questa convinzione, coinvolgendo nel progetto le istituzioni cittadine, il mondo della cultura e quello dello sport, non mancando di riservare agli olimpionici padovani un ruolo attivo”.

Ruolo attivo nei riguardi del “Memo Geremia” che, da quest’anno, assume anche Confcommercio nazionale. “Una riprova – ha concluso Bertin – dell’attenzione con cui Confcommercio ed il suo presidente Carlo Sangalli seguono l’azione della Confcommercio padovana, sempre più punto di riferimento dell’associazionismo nazionale quando si tratta di avviare iniziative originali a promozione del commercio, del turismo e dei servizi”.

Email inviata con successo

Furto al punto SNAi di via Vigonovese

15/07/2019 10:07

Spaccata al punto SNAI di via Vogonovese alle 04.00 di domenica mattina. Sul posto è intervenuta la polizia che ha accartato che dei malviventi sono entrati all'interno del punto scommesse forzando la porta d’ingresso.

Hanno rubato il cambiamonete delle slot machine contenente circa 1.500 Euro tranciando la catena che lo assicurava al muro.

Sono in corso le indagini.

Email inviata con successo