GOVERNATORE ZAIA

"Autonomia sta a Lega
come Reddito a M5s"

16/07/2019 14:46

“L’autonomia sta alla Lega come il reddito di cittadinanza sta ai 5 Stelle”. Così il presidente del Veneto, Luca Zaia, che oggi a Verona al termine di un incontro istituzionale in municipio ha osservato: “Vedo di buon grado che il Presidente del Consiglio abbia avocato a sé la questione autonomia”.

“Da una trincea piena di fango nella quale ci dicevano che non avremmo mai vinto la guerra, siamo arrivati ad un Consiglio dei Ministri che pone centrale sull’agenda la questione autonomia” ha spiegato Zaia. “Chi critica il provvedimento - ha aggiunto -, chi parla di cittadini di serie A e serie B non ha letto nemmeno una riga del testo”. “Non è un testo secessionista - ha continuato Zaia -, non è irrispettoso nei confronti del Sud, parla di solidarietà e sussidiarietà”. “Chi lo critica non lo ha letto” ha ribadito il governatore Veneto evidenziando che “11 regioni hanno chiesto l’autonomia, 5 ce l’hanno già storicamente, sono 16 regioni su 20. Ne restano solo 4 che forse in futuro penseranno a chiederla. Ma la maggioranza è schiacciante e l’autonomia la chiedono i cittadini”.

“Ha senso un governo senza l’autonomia? Io dico di no - ha poi detto Zaia -. Chi lo vede come un atto di egoismo parla male. Il Paese di serie A e B - ha spiegato il presidente del Veneto - non lo crea l’autonomia, lo fa la malagestio. E’ immorale che una donna malata di cancro al seno in Veneto abbia il 95% di possibilità in più di curarsi e di guarire. E’ inaccettabile che le donne venete vivano più a lungo perché hanno più opportunità di curarsi meglio”.

“Tanti criticano l’autonomia senza conoscere il provvedimento e poi non dicono nulla se tanti cittadini del Sud sono costretti e venire in Veneto per curarsi nei nostri ospedali. Quindi - ha concluso - ci sono tutti presupposti per chiudere questa partita”.


 
Nessun commento per questo articolo.