INDUSTRIA

Boom, export macchine
agricole padovane

01/08/2019 11:14

E’ stato pubblicato il Monitor dei distretti industriali del Triveneto, curato dalla Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo, aggiornato a fine marzo 2019.

In Veneto spicca l’Occhialeria di Belluno che ha ottenuto il maggior incremento (36 milioni di euro pari a +5%) trainata da Stati Uniti, Regno Unito e Cina, posizionandosi all’ottavo posto nella lista nazionale dei distretti con maggiore aumento dei valori dell’export nel primo trimestre. Subito dopo si posizionano due distretti veronesi dell’agroalimentare con crescita a doppia cifra: i Vini del veronese (+24 milioni di euro pari a +11%) che hanno aumentato le vendite in Germania, Regno Unito e Paesi Bassi e i Dolci e pasta di Verona (+21 milioni di euro pari a +55%) trainati da Germania, Stati Uniti e Australia. Si è mantenuta buona anche la crescita trimestrale delle Materie plastiche di Treviso, Vicenza e Padova (+14 milioni di euro pari a +3%). Le Macchine agricole di Padova e Vicenza sono l’unico distretto del settore della metalmeccanica veneta a registrare una evoluzione positiva dell’export: +8,7 milioni di euro pari a +5,4%. Gli altri tre distretti del settore, la Meccanica di Vicenza, la Termomeccanica scaligera e la Termomeccanica di Padova, hanno risentito delle contrazioni nei mercati emergenti che erano particolarmente cresciuti nel 2018 (Cina, Iran, Messico e Brasile). E’ proseguita l’affermazione dell’export di Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, in crescita ininterrotta da 39 trimestri (+5% nel primo trimestre 2019) grazie a un nuovo slancio nel Nord America e in Austria. E’ tornata a crescere l’Oreficeria di Vicenza (+2%) trainata dalla ripresa degli Emirati Arabi Uniti, del Canada e del Sudafrica, ed è stato positivo l’avvio di anno anche per le Calzature del Brenta (+2%) e le Carni di Verona (+4%). Sono rimasti sostanzialmente stabili le esportazioni per la Concia di Arzignano, il Mobile del Bassanese, l’Ittico del Polesine e veneziano e la Termomeccanica di Padova, la Calzatura sportiva di Montebelluna e il Tessile e abbigliamento di Schio-Thiene-Valdagno. Tra i rimanenti distretti quelli che hanno registrato i cali più sostenuti sono stati il Mobile in Stile di Bovolone (-23%), gli Elettrodomestici di Treviso (-12%), i Sistemi di Illuminazione di Treviso e Venezia (-9%), i Prodotti in vetro di Venezia e Padova (-9) e la Calzatura Veronese (-9%).


 
Nessun commento per questo articolo.