RAPPORTO A DISTANZA

La relazione finisce e
pubblica i video osè

12/08/2019 08:18

Si sono conosciuti sul web e si sono innamorati. La relazione però è stata da subito "complicata": lei viveva a Padova e lui negli USA. Grazie a internet e agli smartphone i due hanno iniziato la relazione e la forte passione e attrazione tra i due è stata "consumata" a suon di videochat, foto e video. Quando la storia però è finita la 36enne padovana non avrebbe mai immaginato che il coetaneo d'oltreoceano per vendetta pubblicasse i suoi video osè online e sui social.

A mettere la parola fine alla relazione, come riporta il Gazzettino, era stata la donna quando dopo un lungo periodo aveva capito che nonostante le promesse e le belle parole il loro incontro dal vivo non sarebbe mai avvenuto. L'uomo dev'essersi sentito offeso e così per ripicca ha pubblicato i video piccanti della donna sul web. Appena se n'è accorta ha denunciato il fatto ai carabineri e ora l'uomo è indagato per diffusione illecita di immagini pornografiche.

Si tratta a tutti gli effetti di un caso di 'revenge porn', o meglio detta vendetta porno, e consiste nella condivisione pubblica di immagini o video intimi tramite Internet senza il consenso dei protagonisti degli stessi. In alcuni casi, le immagini sono state immortalate da un partner intimo e con consenso della vittima, in altri senza che la vittima ne fosse a conoscenza. In Italia è stata da poco approvata una legge che condanna questo tipo di azione: chi lo fa verrà accusato di di molestia, violazione della privacy, diffamazione. Ma anche di istigazione al suicidio, qualora dalla pubblicazione dei video o delle immagini dovessero derivare atti tragici. La pena va da uno a sei anni e si dovrà pagare una multa da 5.000 a 15.000 euro.


 
Nessun commento per questo articolo.