ILLUMINAZIONE

Borgomagno: arriva la
luce led antidegrado

02/09/2019 16:44

Prosegue intensamente, secondo il cronoprogramma previsto, i lavori di riqualificazione dell’illuminazione pubblica all’Arcella. Un lavoro realizzato da AcegasApsAmga che nel giro di pochi mesi cambierà il volto notturno del quartiere grazie all’installazione della nuovissima illuminazione LED che, oltre a consumare circa il 50% in meno di energia, garantisce una luce molto più intensa e ben distribuita rispetto alle vecchie lampade fino ad oggi utilizzate.

L’intervento è anche particolarmente utile nelle aree più soggette a problematiche di sicurezza e degrado, come Ansa Borgomagno: una buona illuminazione aiuta il controllo delle strade e da una maggiore tranquillità a chi si muove nelle strade della zona.

I lavori riguardano il montaggio di nuovi corpi illuminanti a LED, ma anche la posa di nuovi pali, di nuove linee di alimentazione e l’adeguamento di ben 38 quadri elettrici.

Ad oggi l’intervento di riqualificazione ha interessato 175 vie del quartiere su un totale di 334 vie coinvolte nel progetto, sono state installati 1515 corpi illuminanti LED su 2957 previsti, mentre per quanto riguarda i lavori infrastrutturali sono stati già stati eseguiti 1010 dei 5500 metri di scavi necessari alla posa dei nuovi impianti (linee elettriche e pali). Questi scavi hanno interessato Via Cardinal Callegari e Via Benedetti e le strade laterali. Le nuove linee elettriche da posare sommano una estensione di ben 20.000 metri dei quali 7744 sono già stati realizzati, mentre sono stati già posati 30 dei 200 nuovi pali previsti. I lavori saranno completati entro il mese di novembre.

Il sindaco Sergio Giordani sottolinea: “Stiamo lavorando molto bene, AcegasApsAmga sta lavorando molto bene e velocemente, e contiamo che per novembre tutto sia terminato. La nuova illuminazione riguarda anche Ansa Borgomagno, dove stiamo cercando di risolvere alcuni problemi, e l’illuminazione è parte di un più ampio insieme di interventi tra i quali anche vigilanza e pulizia che vanno in questa direzione. Abbiamo deciso di dotare anche i vigili di quartiere di biciclette, quindi non le avranno solo quelli del centro, in modo che possano essere più veloci nello spostarsi tra le vie della zona e intercettare gli spacciatori che operano nell’area. A giorni definiremo i dettagli per il nuovo ingresso all’Area Funghi, con la chiusura dell’accesso da Via Bernina, per limitare il via vai nelle strade limitrofe”.


 
Nessun commento per questo articolo.