QUARTIERE ARCELLA

Sgombero Casetta Berta
E' già scontro politico

12/09/2019 11:13

Rifondazione e Coalizione Civica da una parte, Lega dall'altra. Arrivano i primi commenti dopo lo sgombero della Casetta del Popolo Berta di via Callegari, in zona Arcella. A denunciare lo sgombero la forza arancione, al governo a Palazzo Moroni. Su facebook, così Coalizione Civica: "Questa mattina hanno sgomberato Casetta Berta, spazio divenuto sede di molte attività, punto di riferimento per molti all’Arcella.

Uno spazio vuoto e inutilizzato di proprietà di ATER, che anche in questo caso è rimasta sorda alle richieste pervenute di poter legalizzare la situazione. A quanti altri sgomberi di edifici inutilizzati da ATER dovremo ancora assistere?". Poi il comunicato di Rifondazione Comunista. "La proprietà, l'ATER di Padova, le cui politiche di abbandono e svendita del patrimonio pubblico sono ampiamente note e documentate, ha agito così la sua rappresaglia contro uno dei luoghi dove si sono svolte le assemblee delle inquiline/i in lotta contro la nuova infame legge della Regione Veneto sull'edilizia residenziale pubblica. Lo Sportello Sociale di Rifondazione Comunista e la Federazione di Padova del PRC chiamano alla solidarietà e alla mobilitazione per difendere uno dei luoghi di questa città che costruiscono pratiche solidali e mutualistiche a sostegno dei ceti popolari".


Sullo sgombero si è poi espressa la Lega, così il senatore Ostellari: "“Chi rappresenta le istituzioni non può difendere l’illegalità. Questo non è un ragionamento complesso, è l’abc del diritto e della democrazia. Siccome Coalizione civica non riesce a comprenderlo, faccia dimettere tutti i suoi rappresentanti dall’Amministrazione e dal Consiglio comunale di Padova. Non puoi stare contemporaneamente con lo Stato e contro lo Stato, nelle Istituzioni e contro le Istituzioni. “Casetta Berta” non è stata sgomberata da un’entità generica, così come sembra trasparire dal commento che appare sulla pagina Facebook di Coalizione civica. È stata la Polizia di Stato a sgomberarla. Che è autorità nazionale di pubblica sicurezza. Perché gli arancioni non hanno il coraggio di chiamare le cose per nome? Perché giustificano occupazioni abusive?".

Gli fa eco il consigliere regionale Boron. "Ringrazio di cuore le forze dell’ordine, l’Ater e il suo presidente - continua Boron - che con caparbietà e decisione si impegnano per far rispettare le regole e la legalità. Purtroppo, ultimamente, la città di Padova è stata presa d’assalto da aree politiche che pensano di poter fare ciò che si vuole, anche contro le basilari regole di vita civile. L’Ater è un’azienda territoriale residenziale nata per aiutare le persone deboli e in difficoltà, quelle che rispettano le leggi. Chi invece pensa di poter scavalcare le regole, appropriandosi di beni pubblici con la forza e l’occupazione abusiva, sta solo scavalcando ingiustamente e sottomettendo i più deboli".


 

Leggi anche:

Nessun commento per questo articolo.