GUARDIA DI FINANZA

Evasione, confiscati
beni per mezzo milione

12/09/2019 11:27

Evasione fiscale: la Guardia di Finanza sequestra mezzo milione di Euro ad un imprenditore edile della provincia di Padova. L’imprenditore era stato denunciato, sempre dai militari, perché, sulla base di una verifica fiscale eseguita nei confronti della sua ditta, non avrebbe presentato le dichiarazioni fiscali, nel periodo dal 2009 al 2012, così nascondendo al Fisco ricavi per circa 4.000.000,00 di euro.

Contestualmente, i Finanzieri avevano proposto alla Procura della Repubblica di Padova l’adozione del sequestro preventivo, finalizzato alla confisca obbligatoria, del profitto derivante dal reato fiscale, per 492.998 Euro.

La conclusione dell’iter giudiziario ha visto la condanna del soggetto ad un anno e nove mesi di reclusione e, come detto, anche alla confisca dei beni già a suo tempo sequestrati su provvedimento sempre del Tribunale di Padova. Nello specifico, sono definitivamente passati alla proprietà dello Stato dieci terreni tra Padova e Reggio Calabria, quattro abitazioni, tre delle quali nel Padovano e una a Reggio Calabria, nonché due automobili, del valore complessivo, appunto, di circa 500mila euro.

L’epilogo della complessa vicenda giudiziaria è un segno tangibile della concreta azione delle Fiamme Gialle, a tutela del sistema economico legale ed a garanzia della pretesa erariale, finalizzata all’aggressione del patrimonio mobiliare ed immobiliare illecitamente accumulato a seguito dell’evasione fiscale.


 
Nessun commento per questo articolo.