12 ottobre giornata ecologica a Borgoricco

09/10/2019 11:54

Hanno preso a cuore il territorio e l’ambiente, al punto di promuovere una serie di giornate di pulizia dei quartieri, sotto lo slogan di “City for you”, cui hanno aderito ogni volta decine di persone, soprattutto bambini e ragazzi, e di destare l’attenzione di Comune e Etra , che fornirà pinze, sacchi per la raccolta, giubbini catarifrangenti e guanti ai volontari.

Non sono un’associazione strutturata, ma un gruppo di tre ragazzi, poco più che adolescenti, dai 14 ai 21 anni, che con il passaparola hanno organizzato già quattro pomeriggi di pulizia dei quartieri di Borgoricco, raccogliendo nelle piazze, nelle strade, nelle aree verdi e spingendosi anche sugli argini, lo ‘sporco’ che trovavano in terra. Dimostrando con i fatti che la coscienza ecologica può trovare il modo di diventare azione concreta.

Il prossimo appuntamento di pulizia è sabato 12 ottobre, alle 15 davanti al Municipio. Si parte di lì per spingersi lungo le diverse aree del capoluogo, suddivisi in gruppi in base all’età e al numero di volontari che si presenteranno. Quindi, dopo un paio d’ore di lavoro, tutti insieme a mangiare un gelato.

E non finirà qui. I ragazzi hanno in mente almeno una pulizia al mese, se la cittadinanza collaborerà, e interventi di sensibilizzazione a partire dai più giovani. Per tenersi informati sulle iniziative dei ragazzi di “City for You”, pagina Instagram cityforyou.c4u, Facebook C4U - City for you.

Email inviata con successo

Strade chiuse per lavori, ecco dove

08/10/2019 15:12

Saranno chiuse temporaneamente al traffico veicolare:

- via Dei Tigli, da lunedì 14/10/2019 a mercoledì 16/10/2019, dalle ore 8.30 alle ore 17.30, il periodo strettamente necessario all’esecuzione dei lavori, per delle lavorazioni sulle chiome di alcune alberature;

- via Rolando Da Piazzola, tratto compreso tra via Sant’Agnese e via San Pietro, mercoledì 9/10/2019, dalle ore 8.00 alle 18.00 con contemporanea inversione dell’attuale senso unico di circolazione in via Rolando Da Piazzola, tratto compreso tra via C. Leoni e via Sant’Agnese, con questa nuova direzione di marcia, per il montaggio di un ponteggio di facciata presso un fabbricato.

Email inviata con successo

Raccolta porta a porta, nuova assemblea pubblica

08/10/2019 11:37

Si terrà domani sera, alle ore 20.30 presso la sala parrocchiale di San Bellino, in via J. Della Quercia, 24/C, il quinto e penultimo incontro informativo rivolto agli oltre 17mila abitanti dell’Arcella Ovest, che dal 1 novembre passeranno al sistema di raccolta rifiuti porta a porta. All’assemblea, aperta a tutti i cittadini, come sempre saranno presenti rappresentanti del Comune di Padova e di AcegasApsAmga, pronti a spiegare il nuovo servizio, raccogliere le domande dei residenti e offrire immediati riscontri. L’ultima assemblea si svolgerà mercoledì 16 ottobre, sempre alle 20.30, presso il cinema Astra (sala Technicolor) in via T. Aspetti, 21.

INFOPOINT

Per accompagnare i cittadini al nuovo servizio, fino alla fine di novembre, quindi oltre la data di avvio del servizio, saranno attivi gli infopoint itineranti sul territorio. I cittadini potranno recarsi presso lo stand dedicato per ricevere informazioni e chiarire eventuali dubbi sul nuovo servizio. Ecco tutte le prossime date, suddivise per mese.

Ottobre:

• sabato 12, ore 10-13 - piazzetta Buonarroti - via M. Buonarroti, 115;

• venerdì 18, ore 16-19 - parco Piacentino - via D. Piacentino, 27;

• domenica 20, ore 10-13 - parrocchia San Bellino - via J. della Quercia, 24/c;

• martedì 22, ore 9-12 - mercato - piazzale Azzurri d’Italia;

• venerdì 25, ore 11.30-14.30 - area verde - via E. Toti;

• mercoledì 30, ore15-18 - biblioteca e sala anziani - via J. da Ponte;

Novembre:

• domenica 3, ore 9.30-12 - parrocchia SS. Trinità - via E. Bernardi, 20;

• venerdì 8, ore 11-15 - area verde - via E. Toti;

• martedì 12, ore 9-12 - mercato - piazzale Azzurri d’Italia;

• sabato 23, ore 10-13 - piazzetta Buonarroti - via M. Buonarroti, 115.

Email inviata con successo

Ciokkolatte vince il concorso "Gelato a Due"

08/10/2019 10:08

Il Maestro Gelatiere Guido Zandona’, Titolare delle Gelaterie Ciokkolatte – Il Gelato che Meriti - di Padova e Vicenza, lo Chef Giacomo Allegra del Ristorante Il Console dei Fratelli Allegra di Saccolongo (Pd), coadiuvati da Vincenzo Allegra e Lorenzo Zambonin - dirigenti dell’Appe e responsabili rispettivamente del settore Pizzeria e Gelateria Artigianale, sono i Vincitori del concorso "Gelato a due – Special Triveneto 2019" tenutosi lunedi 07 ottobre durante la fiera Expo Dolomiti Horeca.

La vittoria è giunta alla fine di un’intensa competizione che ha portato alla vittoria la coppia padovana che ha saputo convincere i giurati con i propri piatti.

BIANCO DI SEPPIA, questo è il nome del Risotto al Sauvignon Blanc con Gelato al Nero di Seppia che ha saputo stupire la giuria per il suo perfetto equilibrio nel bilanciamento di gusti e sapori e LA PARABOLA DEL CONO, dolce creato con cialda di cannolo siciliano (ricetta segreta della Famiglia Allegra da 4 Generazioni), sorbetto di fichi freschi, ricotta di pecora proveniente da Salemi, sono i piatti che hanno permesso alla coppia padovana di salire sul gradino più alto del podio e di accedere a dicembre alla finale internazionale prevista durante la Mostra Internazionale del Gelato Artigianale di Longarone (BL).

Il Bianco di Seppia ha convinto la giuria in toto per la perfezione e l'innovazione nell'abbinare un risotto al Sauvignon Blanc ad un perfetto gelato preparato utilizzando un ragù di nero di seppia. E in questo caso il gelato era perfetto, studiato per tenere il calore e non sciogliere dopo essere posato sul risotto, e con una sapidità perfetta. Poi per mantecare il risotto (con riso Carnaroli di Grumolo delle Abbadesse) è stato usato il burro superiore di Brazzale.

La parabola del cono (il dolce) ha invece una storia fantastica perché la ricetta della cialda è custodita dalla famiglia allegra da 4 generazioni. E anche se era previsto di doverla scrivere per la giuria... non è stato fatto perché lo Chef Allegra non la da a nessuno. Il tutto è stato poi abbinato ad un sorbetto al fico moro adagiato su un cuscino di ricotta di pecora proveniente da Salemi. "E’ stata una grande affermazione – dichiarano all’unisono Zandonà e Allegra – in funzione del fatto che i concorrenti che hanno partecipato erano tutti di alto livello, compresi anche chef stellati o che lavorano in ristoranti stellati. Questo premio ha quindi un alto valore per Padova e per l’APPE".

"E’ per noi motivo di grande orgoglio – dichiara Filippo Segato, Segretario APPE – sapere che i nostri associati Guido Zandonà, delle gelaterie “Ciokkolatte” di Padova e Vicenza (socio di Lorenzo Zambonin, dirigente APPE), e Giacomo Allegra del ristorante “Il Console” di Saccolongo (fratello di Vincenzo, anch’egli dirigente dell’Associazione), si sono fregiati dell’àmbito riconoscimento".


Email inviata con successo

Fiera delle Parole da Record in città

07/10/2019 12:13

Un’edizione da tutto esaurito, capace di superare il numero di presenze dello scorso anno: la Fiera delle Parole 2019 a Padova ha registrato ottimi risultati. Oltre duecento eventi, più di quattrocento ospiti, sale piene, code di persone ordinatamente in attesa di prendere parte a un festival che si è confermato un grande momento di democrazia e partecipazione. «Siamo estremamente soddisfatti della riuscita di questa edizione della Fiera – sottolinea la direttrice artistica Bruna Coscia – segno che il pubblico ha apprezzato le proposte in calendario. Anche la scelta di un tema, quello della cura, ha impreziosito i cinque giorni di rassegna, tessendo un dialogo condiviso che ha unito i diversi appuntamenti in programma». La Fiera delle Parole non si ferma, anzi è già pronta a ripartire questa settimana, per una nuova edizione ad Abano Terme: 21 appuntamenti in quattro giorni, da giovedì a domenica.

FIERA DELLE PAROLE AD ABANO

La Fiera delle Parole ad Abano Terme: Crepet, Ervas, Molesini e i Solisti Veneti. Giovedì 10 ottobre alle 18.30 è in programma un aperitivo letterario con Vasco Mirandola, seguito alle 21 al cinema Marconi dalla proiezione gratuita di Effetto Domino, la più recente produzione cinematografica di Jolefilm, presentata alla 76ª mostra del Cinema di Venezia. L’appuntamento festeggia, come già avvenuto a Padova, i primi vent’anni della casa di produzione “firmata” Marco Paolini e Francesco Bonsembiante.

Gli appuntamenti della Fiera delle Parole ad Abano Terme proseguono venerdì 11 ottobre a Villa Bassi, dove sono in programma alle 16 una visita guidata al museo e alla mostra “Eve Arnold”. A partire dalle 18.30 ci si sposta in Biblioteca civica per un aperitivo letterario seguito alle 21 da un incontro con Paolo Crepet dedicato alla presentazione del suo ultimo libro “Libertà”.

La giornata di sabato 12 ottobre si apre con una nuova visita guidata al museo, alle ore 15.30, e prosegue alle 17 con Daniela Padoan e il suo libro “Per amore del mondo”. Alle 18.30 Andrea Molesini presenta “Dove un’ombra sconsolata mi cerca” (Sellerio), storia di formazione ambientata negli anni della Seconda guerra mondiale. Alle 21 appuntamento con Fulvio Ervas e “Il convegno dei ragazzi che salvano il mondo” (Marcos Y Marcos). Tanti gli appuntamenti in calendario domenica 13 ottobre, ultima giornata della tappa aponense del festival: tra questi, alle 18 con Benedetta Tobagi, che porta alla Fiera delle Parole il suo “Piazza Fontana, il processo impossibile” (Einaudi), racconto rigoroso e appassionante del grande processo sulla strage di piazza Fontana, una riflessione esemplare sui rapporti tra giustizia e politica. Grande concerto di chiusura alle 21 con l’Ensemble Vivaldi de I Solisti Veneti.

Il programma completo della Fiera delle Parole è online sul sito www.lafieradelleparole.it e sui profili social del Festival.

Email inviata con successo

Pulizie intensive a Pontevigodarzere

07/10/2019 10:46

Giovedì 10 ottobre arriveranno in zona Pontevigodazere le “Pulizie Intensive”, programma di cura dei quartieri padovani lanciato da Comune e AcegasApsAmga per restituire ai cittadini le strade in cui si abita o si lavora pienamente igienizzate, a seguito di lavaggio estremamente approfondito. A partire dalle 5 del mattino e indicativamente fino alle ore 11 di giovedì beneficeranno dell’intervento in particolare via Pontevigodarzere e via Dei Vivarini. L’intervento comincerà con un’azione di spazzamento meccanizzato, adottando ogni precauzione (es. nebulizzazione dell’acqua) per evitare il sollevamento di polveri. Seguirà un lavaggio stradale approfondito e si effettuerà un’accurata pulizia delle caditoie con idropulitrice.

TEMPI DI INTERVENTO

Come indicato, l’intervento durerà circa 6 ore (indicativamente dalle 5 alle 11), durante le quali le strade interessate dovranno essere completamente sgombre dalle auto in sosta, per consentire di intervenire sull’intera superficie e agevolare al tempo stesso l’operatività dei mezzi. L’Amministrazione Comunale ha già emesso un’ordinanza di divieto di sosta su entrambi i lati delle strade interessate per tutta la durata dell’intervento. Dal provvedimento saranno sempre esclusi i vialetti privati di accesso ai singoli condomini. Si tratta di un limitato disagio per i cittadini, indispensabile però alla riuscita ottimale dell’intervento e, dunque, a restituire le strade completamente igienizzate.

Per assicurare ai residenti la più ampia informazione possibile sul divieto di sosta provvisorio, a partire da oggi e per i giorni successivi, sarà attivata nella zona la distribuzione di volantini e locandine informative presso le abitazioni delle strade coinvolte dalle pulizie e l’esposizione dei divieti di sosta veri e propri nei tratti stradali interessati.

Email inviata con successo

Furti d'acqua, gli interventi di Etra

07/10/2019 10:37

Non solo ladri di rifiuti fuori dai Centri di Raccolta, ma anche ladri d’acqua, che sfidano denunce penali e multe salate, pur di avere l’acqua gratis. E non si tratta di casi isolati, ma sono centinaia gli interventi cui i tecnici di Etra sono chiamati ogni anno per ripristinare contatori manomessi, allacciamenti abusivi direttamente nei pozzetti quando non anche utilizzi impropri degli idranti per i pompieri, che, alterati nelle loro funzioni, rischiano di non essere più pienamente efficienti in caso di incendi.

E tutto questo nonostante Etra effettui controlli continui con le squadre deputate non solo a ispezioni puntuali dei contatori chiusi, cui sono stati applicati i sigilli, ma anche all’installazione di contatori-spia dove si sospettano furti d’acqua.

Furti che, naturalmente, provocano non solo un utilizzo della preziosa risorsa incontrollato e gratuito, ma anche danni ai contatori, ai pozzetti e alle tubazioni e il pericolo di contaminazione della risorsa idrica erogata.

Sono due le modalità di furto d’acqua: la manomissione dei contatori sigillati, solitamente per morosità, e gli ‘allacci in diretta’, allacciamenti abusivi fatti a monte del contatore, su pozzetti, idranti, fontanelle pubbliche o collettori presenti nei pozzetti d’utenza. Se nel primo caso si applica una penale di 200 euro per la rottura dei sigilli, cui si aggiungono le spese di ripristino e il costo del consumo d’acqua, nel secondo caso non è possibile verificare a quanto ammonti il consumo, dal momento che il contatore viene aggirato, e quindi si applica una penale a partire da 1.500+iva al 10% euro oltre alle spese relative all’intervento di ripristino. Sulla base della gravità degli episodi, si configurano anche reati penali. E’ importante ricordare che i sigilli apposti ai contatori possono essere rimossi solo dai tecnici Etra e solo a seguito dell’apertura di un contratto o della regolarizzazione della posizione. ”Nel 2018 abbiamo registrato ben 206 manomissioni dei sigilli, per oltre 41 mila euro di valore dei volumi d’acqua sottratti. Un dato in linea con il 2019, 102 nel primo semestre nel 2019, per oltre 20 mila euro – spiega il presidente di Etra Andrea Levorato –. In forte crescita, invece, i prelievi abusivi, tre nel 2018, 4 nel solo primo semestre del 2019. In questo caso, spesso si parte dalla manomissione dei sigilli del contatore - continua - che i tecnici, dopo una seconda posa di sigilli, sono costretti poi a togliere per evitare ulteriori manomissioni. Allora i ladri intervengono a monte, allacciandosi abusivamente laddove trovano l’acqua. Si arriva al punto che i tecnici sono costretti a tappare persino le condotte intervenendo sotto il suolo stradale e a chiudere le possibili aperture col cemento. Interventi costosi, ma necessari quando si tratta di garantire e salvaguardare un bene di tutti quale l’acqua pubblica. Il furto di acqua ha un costo che ricade su tutta la comunità”.

Email inviata con successo

Facco festeggia 50 anni con Città della Speranza

07/10/2019 08:16

"Coda" solidale per i 50 anni di carriera professionale di Ivo Facco e della Facco M. srl di Santa Giustina in Colle che oggi è l'erede di quella che fu nell'ormai lontano 1968 la "Facco Ivo" di Paviola di San Giorgio in Bosco.

A Lucia Brazzale, in rappresentanza della Fondazione Città della Speranza, Ivo, Massimo e Mery Facco hanno consegnato la cassetta che il giorno dei festeggiamenti, lo scorso 14 settembre, era stata posta all'ingresso della Sala Teatro di San Giorgio in Bosco e che ha raccolto le donazioni spontanee dei partecipanti. "In questo modo - hanno detto il fondatore e gli attuali amministratori della Facco M. srl - abbiamo voluto dare un segno concreto della nostra vicinanza ad un progetto, quello avviato e condotto con successo dalla Fondazione, che rappresenta perfettamente lo spirito di solidarietà, senso della comunità e voglia di guardare sempre avanti che è insito nella gente che abita questo territorio".

Nel ringraziare, la rappresentante della Città della Speranza ha ricordato come si stia avvicinando il periodo natalizio durante il quale, grazie ai dolci della tradizione e alla ceste, molte aziende contribuiscono al bilancio di quella che, in ambito nazionale, è la onlus che occupa il 17° posto fra i destinatari del contributo del 5 per mille.

Email inviata con successo

Beppe Grillo al Geox il 20 marzo 2020

04/10/2019 11:05

Il nuovo spettacolo di Beppe Grillo sarà esilarante e dirompente nella sua dissacrante analisi della società. Dopo oltre 40 anni di comicità e invettiva, il 2020 sarà l’anno del ritorno nei teatri di Beppe, con un nuovo show in cui si racconterà come ha sempre fatto. In un modo nuovo e allo stesso tempo prepotente e intimo, ma autentico, prendendo in contropiede ancora una volta tutti quelli che lo vogliono dipingere diverso da quello che è. Immancabile il riferimento agli eventi dell’attualità più recente filtrati dalla sua pungente ironia. Una spettacolo in cui Beppe condivide ancora una volta la sua visione del mondo che è e che verrà.

Beppe Grillo, popolare comico italiano, nasce a Genova nel 1948. Scopre il proprio talento nei locali della sua città, ma il vero successo lo trova a Milano quando si esibisce in un provino di fronte ad una commissione RAI (presente anche Pippo Baudo) improvvisando un monologo. Da questa esperienza scaturiscono le sue prime partecipazioni a trasmissioni televisive (Secondo Voi 1977-78 e Luna Park 1979) imponendosi subito con i suoi monologhi di satira di costume e rompendo, con l’improvvisazione, quelli che erano gli schemi “professionali” della televisione.

Biglietti ufficiali in vendita da lunedì 7 ottobre su zedlive.com, via Ticketmaster Italia e presso i punti vendita abituali.

Email inviata con successo

Conte festeggia 50 anni di 'Azzurro' a Padova

04/10/2019 10:16

Il Gran Teatro 'Geox' di Padova ospiterà il 21 marzo 2020 l'unica tappa nel nordest di Paolo Conte.

L'intramontabile 82enne chansonnier astigiano, guiderà il suo pubblico in un viaggio a ritroso nei grandi classici di una carriera lunga più di 50 anni, a cominciare proprio da 'Azzurro', il primo brano da lui scritto e poi interpretato da Celentano, quello che lo ha portato ad essere conosciuto in Italia e nel mondo.

Il debutto del mancato avvocato avviene nel 1974 con l'album Paolo Conte al quale seguirà una produzione musicale sempre innovativa e raffinata che arriva fino ad oggi ad annoverare 15 album di studio, oltre a numerosissimi live e antologie, regalando alla musica italiana colori e suggestioni di un sapore unico e inconfondibile. Fra i suoi più grandi successi ricordiamo Via con me, Diavolo Rosso, Bartali, Gli Impermeabili, Max, Gelato al limon, Sotto le stelle del jazz, Aguaplano.

L'originalità musicale di Paolo Conte è oggi apprezzata nei teatri di tutto il mondo ed è motivo di orgoglio per lo stile e per l'immagine dell'Italia all'estero. Sul palco padovano il maestro sarà accompagnato da Nunzio Barbieri (chitarra, chitarra elettrica), Claudio Chiara (sax contralto, sax tenore, sax baritono, flauto, fisarmonica, basso, tastiere), Lucio Caliendo (oboe, fagotto, percussioni, tastiere), Daniele Dall'Omo (chitarre), Daniele Di Gregorio (batteria, percussioni, marimba, piano), Luca Enipeo (chitarre), Francesca Gosio (violoncello), Massimo Pizianti (fisarmonica, bandoneon, clarinetto, sax baritono, piano, tastiere), Piergiorgio Rosso (violino), Jino Touche (contrabbasso, basso elettrico, chitarra elettrica), Luca Velotti (sax soprano, sax tenore, sax contralto, sax baritono, clarinetto).

Email inviata con successo