ALBIGNASEGO

Cercasi mecenate per
il campo parrocchiale

09/10/2019 11:47

Se il campo chiama, la comunità risponderà. È quanto spera Don Marino, parroco di San Lorenzo di Albignasego, che cerca un finanziatore per i lavori di ristrutturazione del campo di calcio a cinque che da oltre venti anni si trova all’ombra della chiesa. Servono circa 10mila euro. Chi li donerà avrà in cambio la possibilità di intitolare la struttura a un proprio caro, vivo o defunto.

Don Marino non è nuovo a idee originali, puntualmente rimbalzate dai media, per smuovere coscienze e coinvolgere la comunità. In questo caso la ricerca di un finanziatore mira a riportare la luce su un vero e proprio luogo di aggregazione della parrocchia. “Qui hanno giocato giovani di tutte le età e di più generazioni, qui si svolge un torneo conosciuto anche fuori provincia che dura 52 ore - spiega Don Marino -. Serve una nuova pavimentazione, nuove porte, reti e protezione perché chi gioca rischia di farsi male. Mi sono fatto fare alcuni preventivi per la ristrutturazione e la cifra si aggira sui 10mila euro. Contiamo nel buon cuore dei nostri concittadini”.

Una volta si facevano donazioni per inscrivere il proprio nome sui banchi della chiesa. Oggi invece i campi di calcetto. Possibile? “Sì, la ritengo una cosa normale e un segno dei tempi - spiega Don Marino -. Il campo è uno dei punti di riferimento della parrocchia perché aiuta ad avvicinare giovani in maniera sana. Il campo è un luogo della chiesa. E il fatto che torni funzionale e ancora più frequentato sono sicuro possa agevolare la nostra missione”.


 
  • Maurj

    il 10/10/2019 alle 13:36 “Campo Da Calcetto.patronati”
    Bellissima iniziativa di questo già famoso Parroco già dai tempi di Villa di Teolo e purtroppo Sacerdoti come lui ce ne sono pochi; propongo una colletta tra parrocchiani, chi frequenta dia qualcosa x il caso. A Città Giardino di Padova, in s.Alberto Magno, ce' un prete DELINQUENTE che non solo ha cacciato via tutti i ragazzi che frequentavano la piastra di calcetto che era ben messa e si parlava di dare una mano x risistemarla ma addirittura fa parcheggiare i macchinoni sopra la piastra da gioco x evitare l'utilizzo x cui è stata costruita. Alla Paltana ce' un bellissimo Centro Parrocchiale ma è sempre presente un astutissimo signore di origini filippine di circa 50 anni sempre con i bambini e nessuno prende provvedimenti, anzi quell'individio si è creato il "nido" agendo in modo che tutti gli altri ragazzi non vadano più lì e ce' da scrivere che x lo stesso motivo È stato cacciato dal Centro Parrocchiale vicino. Tornando a don Marino ce ne fossero 10 mila come lui e i Centri Parrocchiali tornerebbero essere vivi. Basta svegliarsi e prendere esempio.