IL PERCORSO

Il Collettivo Gramigna
ha l'ok per manifestare

11/10/2019 10:30

Non sono bastate le proteste dei commercianti a far cambiare totalemnte il percoso al CPO Gramigna che per domani ha organizzato un corteo di protesta dopo che la Polizia domenica scorsa ha sgomberato la palazzina ex Vescovi da loro occupata un mese fa.

Questa mattina sono state consegnate al prefetto e al questore circa 200 firme da parte dei commercianti che chiedono un percorso alternativo, meno impattante, in quanto ritengono che una manifestazione dei centri sociali di sabato pomeriggio nel cuore del centro della città non sia una buona idea e non dia una buona immagine. Oltretutto anche vedere tutte le forze dell'ordine in strada per garantire la sicurezza scoraggerebbe gli acquisti da parte delle persone sostengono.

La questura ha dato comunque l'autorizzazione a manifestare: il corteo partirà alle 15.00 da via Vicenza, proseguirà verso la rotonda di corso Milano, girerà lungo riviera San Benedetto, percorrerà via Patriarcato, poi piazza Capitaniato e arriverà in piazza dei Signori dove ci sarà il presidio per un paio di ore. Così facendo via Dante e i negozi di Corso Milano sono stati tutelati e il percorso notevolmente accorciato.

Ovviamente la città sarà blindata per tutto il tempo necessario. I commercianti non sono pienamente soddisfatti: "Sacrosanto il diritto a manifestare ma non di meno quello a lavorare".

Va ricordato che dopo lo sgombero sono state denunciate dalla polizia 7 persone e che le indagini sono ancora in corso.


 
Nessun commento per questo articolo.