ENTE BILATERALE

Padova Job, il portale
per il lavoro

16/10/2019 15:48

Ufficialmente è nato questa mattina, ma l’averlo messo in rete da qualche settimana, gli permette di vantare già qualche numero non proprio banale: 404 aziende registrate, 158 annunci caricati, 160 utenti e 82 candidature ricevute. Stiamo parlando di PadovaJob, il portale del lavoro del terziario e del turismo presentato questa mattina nella sala conferenze della Camera di Commercio di Padova nel corso del convegno “Commercio, Turismo e Servizi: il futuro del lavoro per Padova e provincia” promosso dall’Ente Bilaterale Terziario Padova e dall’Ente Bilaterale Turismo Padova e Terme Euganee.


Un convegno che, al di là della promozione del portale (www.padovajob.it) ha avuto il merito di mettere a fuoco cosa significhi oggi occupazione nel comparto del commercio, del turismo e dei servizi in provincia di Padova e, più in generale, in Veneto e lo ha fatto grazie agli interventi di Paolo Feltrin, politologo e docente di Analisi delle politiche pubbliche, Università di Trieste; di Tiziano Barone, direttore di Veneto Lavoro; di Paolo Gubitta docente di Organizzazione aziendale e direttore scientifico Osservatorio Professioni Digitali, Università di Padova; di Manuel Faè, imprenditore esperto di marketing, ai quali si sono aggiunti, in sede di presentazione, il presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, Patrizio Bertin; i presidenti dei due Enti Bilaterali del Terziario, Marco Italiano e del Turismo, Marco Gottardo; il presidente nazionale dell’Ente Bilaterale del Terziario, Stefano Franzoni ed il direttore di quello del turismo nazionale, Giuseppe Zabbatino; ed in sede di tavola rotonda, il direttore generale della Confcommercio padovana, Otello Vendramin, i sindacalisti Marco Bodon della Fisascat Cisl; Fernando Bernalda della Uiltucs Uil e Marquidas Moccia della Filcams Cgil e l’assessore Elena Donazzan Assessore all'istruzione, formazione, lavoro e pari opportunità della Regione Veneto.
“Lav

"Lavorare sulle nuove professionalità– ha detto l’assessore – ci permette di rispondere ai continui cambiamenti realizzando un mercato del lavoro più robusto”

Quel mercato del lavoro che, nei numeri di Barone, ha visto la conferma che in Veneto i posti persi dal 2008 sono stati completamente recuperati: 67,9% il tasso di occupazione (77,1% gli uomini, 58,7% le donne); 5,6% il tasso di disoccupazione (21% quello giovanile); 2.185.000 gli occupati in totale, 130 mila i disoccupati (32.700 quelli tra i 15 ed i 24 anni), 872mila gli inattivi. Tutto questo in un quadro economico che vede un Pil regionale al +0,5%, una produzione industriale al +1,6% ed un export al + 2,1%.
Eppure i rischi non mancano. O meglio: ci sono rischi che possono essere trasformati in opportunità come ha segnalato il professor Gubitta che nell’integrazione tra lavoro tradizionale e rivoluzione digitale ha individuato la sfida attuale per un terziario che, stando al professor Feltrin, rischia una polarizzazione accentuata tra alta e bassa professionalità.

Ecco allora che gli Enti Bilaterali, come ha sottolineato Italiano, diventano importanti perché offrono opportunità concrete ad aziende e lavoratori e considerati i numeri che esprimono (6.926 aziende, 71.630 occupati) rappresentano, come ha rilevato Faè, una quota intorno al 14% dell’intero panorama terziario con il turismo che, per dirla con Gottardo, offre positive opportunità.

Al convegno avrebbe dovuto intervenire anche il presidente del Cnel, Tiziano Treu che, impossibilitato, ha inviato un videomessaggio che ha fatto espresso riferimento allo sviluppo ordinato degli Enti Bilaterali, sviluppo ordinato al quale avevano fatto riferimento, sostenendo che è già in atto, il presidente nazionale Franzoni ed il direttore Zabbatino.


C’è dunque una realtà commerciale, terziaria e turistica in provincia di Padova che è sostanzialmente sana e che può contare, come hanno sottolineato anche Bodon, Bernalda e Moccia, su iniziative come quella presentata e che unita agli obiettivi di welfare e formazione degli Enti Bilaterali può rappresentare un elemento di consolidamento del mercato del lavoro.


 
Nessun commento per questo articolo.