CAMERA DI COMMERCIO

Un portale per prevenire
la microcriminalità

25/10/2019 08:53

Un nuovo strumento informatico a disposizione delle forze dell’ordine e delle istituzioni locali per aiutarle a porre un freno ai fenomeni di microcriminalità e alle infiltrazioni mafiose nelle aziende e nel Sistema economico-produttivo padovano. La novità tecnologica ha un nome preciso, il portale “ Regional Explorer ”, ed è una piattaforma informatica che sarà funzionale al monitoraggio del territorio grazie a un sistema innovativo di indagine e di intelligence che si avvale del patrimonio informativo del Registro delle imprese.

La piattaforma Regional Explorer è stata presentata nella sede di InfoCamere in Zona Industriale a Padova dalla Camera di Commercio e da InfoCamere stessa alla delegazione istituzionale composta da Prefettura di Padova, Questura di Padova, Guardia di Finanza, Comune di Padova e Direzione Investigativa Antimafia di Padova. L’azione dell’Ente camerale padovano fa da apripista a livello di Sistema camerale nazionale per collaborare con le forze dell’ordine nello sviluppo e sperimentazione di nuove e più performanti tecnologie informatiche di intelligence mirate al contrasto delle infiltrazioni criminali nel territorio.

E’ questo il fine che si pone la nuova iniziativa della Camera di Commercio di Padova in sinergia con InfoCamere per collaborare con la locale Prefettura di Padova e con le Forze dell’ordine nel preservare l’economia padovana dalle infiltrazioni della criminalità. A supporto di questa strategia di indagine e intelligence coordinata a livello istituzionale, verrà appunto utilizzato il portale “Regional Explorer”, presentato oggi dal direttore generale di InfoCamere Paolo Ghezzi.

Come sottolinea il presidente della Camera di Commercio di Padova Antonio Santocono “ vogliamo mettere a disposizione della Prefettura e delle Forze dell’Ordine un sistema informatico innovativo di indagine e di intelligence in grado di definire in maniera sempre più netta il confine tra le aziende sane e quelle colluse. L’obiettivo è individuare possibili fenomeni anomali, facilitando la ricerca di aree economico/produttive, di imprese e di imprenditori nell’ambito del territorio oggetto di analisi attraverso l’utilizzo di di documenti camerali relativi a imprese e persone ”.

Utilizzando e incrociando dati sulle anagrafiche societarie, sulla governance e assetto societario e indicatori economico-finanziari, sarà infatti possibile individuare con maggiore precisione e sicurezza elementi e situazioni da porre sotto la lente delle azioni e indagini di intelligence da parte delle forze dell'ordine.


 
Nessun commento per questo articolo.